le foto

Le montagne trentine di nuovo imbiancate

Pioggia nel fondovalle e neve in quota. Una spruzzata di neve un po' fuori stagione che però ha regalato un magia in più ai panorami trentini: dalla val di Fassa al Primiero passando per il Cermis: ecco le foto delle web cam. E ci sono anche i 40 centimetri in Marmolada documentati da Carlo Budel







Gallerie

Le Pen celebra 50 anni Front National, 'pronti a governare'

(ANSA) - ROMA, 05 OTT - "Il Rassemblement National (Rn) festeggia oggi il suo cinquantesimo anniversario. Da partito di contestazione, ne abbiamo fatto un partito pronto a governare. Oggi, voglio rendere omaggio a tutti i militanti che, da 50 anni, hanno operato per la causa nazionale": lo scrive in un tweet la capogruppo del Rassemblement National all'Assemblea Nazionale, Marine Le Pen, in occasione del cinquantesimo anniversario dell'ex Front National fondato dal padre Jean-Marie Le Pen. Come il partito Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni, anche Le Pen ha voluto mantenere la fiamma tricolore nel simbolo del Rn: un logo copiato da quello del Movimento Sociale Italiano (Msi), fatta eccezione per i colori, con il blu del tricolore transalpino al posto del verde italiano. Da minuscola fazione di estrema destra, l'ex Fn è divenuto oggi il primo partito di opposizione in Francia, con oltre il 40% alle elezioni presidenziali di aprile scorso vinte da Emmanuel Macron. E ora Le Pen, che ha esultato per l'esito delle elezioni italiane, sogna il governo del Paese. Domani, al Palais Bourbon - sede dell'Assemblea Nazionale a Parigi - la leader celebrerà il mezzo secolo di esistenza, con un "colloquio" convocato nella Salle Victor Hugo. A 50 anni dalla creazione del Fn da parte di militanti del movimento Ordine Nuovo, la foto degli 89 deputati lepenisti riuniti all'Assemblée intende illustrare il mutamento di un partito convinto che "alla prossima elezione sarà il nostro turno". Tutto il paradosso è che il fondatore del partito, Jean-Marie Le Pen, padre 'scomodo' per le sue posizioni estreme in rotta con la figlia, non sia stato invitato e, anzi, prepara festeggiamenti separati, probabilmente un 'garden party' il 22 ottobre. (ANSA).

Moto: indicazioni per favorire Bagnaia? Ducati divisa

(ANSA) - ROMA, 05 OTT - Ducati ha dato indicazioni agli otto piloti in griglia con le moto di Borgo Panigale per favorire quello messo meglio in classifica, Francesco Bagnaia (Ducati Lenovo Team)? A lui non può che dire di fare il massimo, visti i due punti che lo separano da Fabio Quartararo (Monster Energy Yamaha MotoGP™) nella corsa all'iride. Ma gli altri? "Se è all'ultima gara Bastianini o Miller non saranno nella possibilità matematica di vincere il titolo e 'Pecco' sarà lì a lottare con Fabio... perché no?", ha detto il team manager in rosso, Davide Tardozzi, alla testata spagnola MARCA. Ma le cose sembrano un po' più complesse. Fra i piloti in sella alle GP21 e GP22 si stanno infatti vedendo atteggiamenti dalle sfumature diverse. A Misano Enea Bastianini (Gresini Racing MotoGP™) ha lottato per la vittoria fino agli ultimi metri proprio contro Bagnaia, battendo il connazionale nel round successivo ad Aragon, un sorpasso all'ultimo giro che ha tenuto tutti col fiato sospeso. A Motegi la coppia di italiani non sembra essersi risparmiata, anche se nelle retrovie. Mentre in Thailandia Johann Zarco (Prima Pramac Racing) si è comportato da perfetto scudiero. Ha infatti interrotto una rimonta da podio proprio quando ha raggiunto il codone del numero 63, che stava occupando il terzo posto. A fine gara il francese ha affermato che Ducati avrebbe invitato i suoi piloti ad attaccare Bagnaia solo se in palio c'era una vittoria. Ma il suo compagno di colori, Jorge Martin (Prima Pramac Racing), ha offerto un'interpretazione diversa: "Per Ducati era meglio se Bagnaia finiva terzo e addirittura vinceva, ma qui siamo in un campionato del mondo e io avrei lottato per il podio", le parole dell'iberico a MARCA. Insomma, lui avrebbe tentato il sorpasso. Senza remore: "Se si tratta di un sesto o un ottavo posto non forzerei per batterlo, ma per un podio ne varrebbe la pena, soprattutto se si ha il passo per vincere", ha affermato Martin riferendosi alla gara di Zarco. Fra gli altri piloti, Marco Bezzecchi (Mooney VR46 Racing Team) sembra vicino alla posizione del francese in sella alla GP22: "È un mio amico", ha ribadito di recente a Motegi, riferendosi a Bagnaia. Discorso diverso per Bastianini, che è matematicamente ancora in lizza per il titolo: "Ora siamo in cinque a essere molto vicini", ha affermato indicando la classifica generale. "Mancano solo tre gare, non sarà facile ma è divertente". Che dire infine di Jack Miller (Ducati Lenovo Team)? Anche lui ha qualche chance per mettere le mani sul titolo. A Buriram pare abbia offerto a Bagnaia un discorso motivazionale di grande effetto prima della gara. Ma poi gli è arrivato davanti, chiudendo proprio davanti all'italiano. (ANSA).

Calcio:Sampdoria oggi contatto decisivo con agente Stankovic

(ANSA) - ROMA, 04 OTT - Dejan Stankovic è l'obiettivo numero uno della Sampdoria per la sostituzione di Marco Giampaolo. Ieri ci sono stati i primi contatti, ma adesso l'idea è quella di finalizzare l'accordo in giornata con l'agente dell'ex tecnico della Stella Rossa Fali Ramadani sulla base di un'intesa fino a giugno con rinnovo automatico in caso di salvezza e, in quel caso, anche un ricco bonus. E' lui la priorità della dirigenza doriana con la benedizione di Massimo Ferrero che resta pur sempre il proprietario del club e già in due occasioni aveva cercato di portarlo a Genova: nel primo caso l'ex giocatore non riuscì a liberarsi dalla Stella Rossa, nel secondo, poco meno di un anno fa, Ferrero fu arrestato dalla Gdf per reati societari e bancarotta nell'ambito di un'inchiesta della procura di Paola (Cosenza) prima di incontrare il procuratore del serbo. L'alternativa più concreta resta quella di Daniele De Rossi che fa parte dello staff tecnico della Nazionale azzurra. De Rossi è pronto per iniziare l'avventura da primo allenatore: ieri ha incontrato emissari blucerchiati dando la sua disponibilità. In caso di fumata nera con Stankovic in pole position ci sarebbe proprio l'ex bandiera della Roma. (ANSA).

Mattarella arrivato ad Assisi per celebrazioni San Francesco

(ANSA) - ROMA, 04 OTT - Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella è arrivato ad Assisi per partecipare alle celebrazioni in onore di San Francesco, patrono d'Italia. Ad accogliere il capo dello Stato sono stati il custode del Sacro Convento, fra Marco Moroni, e la presidente della Regione Umbria Donatella Tesei e la sindaca di Assisi Stefania Proietti. Presente anche il presidente della Cei, il cardinale Matteo Zuppi. A due anni dalla pandemia è l'Italia intera, non una sola regione come avviene di solito, ad accendere la lampada che arde ad Assisi presso la tomba di San Francesco. A farlo sarà quindi il presidente Mattarella nel corso della celebrazione liturgica nella Basilica superiore. Poi dal loggiato del Sacro Convento rivolgerà il tradizionale Messaggio alla Nazione. Ad attendere Mattarella anche tanti bambini che alla sua vista hanno gridato "presidente presidente" per poi intonare l'inno di Mameli. (ANSA).

David Garrett in tournée in Italia con Alive tour

(ANSA) - ROMA, 04 OTT - Gli amanti della musica con la memoria un po' lunga ricorderanno un quattordicenne violinista prodigio, approdare nel gennaio del 1994 su alcuni palcoscenici italiani, quello del Teatro Comunale di Bologna tra i tanti, solista nel quarto Concerto di Mozart accompagnato nientemeno da Claudio Abbado con la Chamber Orchestra of Europe: si trattava di David Garrett, che ora di anni ne ha 42, la cui carriera nel frattempo è esplosa pur se verso un genere meno classico, crossover, tanto essere definito la "rockstar del violino". Dopo lo straordinario successo di fine luglio alle Terme di Caracalla, David Garrett torna ora in Italia per la conclusione del suo Alive Tour 2022, il 6 ottobre all'Unipol Arena di Casalecchio di Reno per la stagione dell'Europauditorium, l'8 al Pala Onda di Bolzano e infine domenica 9 al Gran Teatro Geox di Padova. Nell'ottobre 2021 David Garrett ha pubblicato l'album di hit "Alive - My Soundtrack", che ha dato il nome al progetto attuale, ma ha anche già annunciato l'uscita di un ulteriore album dedicato ai violinisti leggendari del XX secolo, intitolato "Iconic", in uscita il prossimo 4 novembre per Deutsche Grammophon. Il nuovo lavoro include capolavori virtuosistici, melodie soul e vari duetti fra i quali l'"Ave Maria" di Schubert, con Andrea Bocelli. Il programma di Alive Tour spazia da canzoni come "What A Wonderful World", "Imagine", la disneyana "Beauty and the Beast", a "Purple Rain", "Enter Sandman", "Paint it Black", "Happy" e successi che faranno ballare il pubblico come "Hit The Road Jack", "Thriller" e "Bella Ciao". Naturalmente l'artista non ha rinnegato le sue origini, per cui ci sarà spazio per brani più classici come il "Confutatis" di Mozart, la "Danza dei Cavalieri" di Prokofiev e un estratto dalla "Settima" di Beethoven, riletti però in chiave rock virtuosistici. "Alive unisce tante emozioni e umori diversi, - ha dichiarato Davide Garrett - ma prima di ogni altra cosa riguarda l'urgenza di vivere, il desiderio di ritornare, finalmente, vivo per davvero. Sono canzoni cariche di energia, di brama di vita e di emozioni". (ANSA).

Calcio donne,nella Lega Usa pratica abusi sessuali sistemica

(ANSA) - ROMA, 04 OTT - Una pratica "sistemica" di aggressioni sessuali e altri abusi a danno di diverse giocatrici - comprese alcune della nazionale - avvelena il calcio femminile statunitense. E' quanto denuncia un'indagine indipendente, guidata dall'ex procuratore generale degli Stati Uniti Sally Yates e dallo studio legale King & Spalding. In essa si parla di "commenti a sfondo sessuale, avances, contatti indesiderati e rapporti sessuali forzati" all'interno della North American League (NWSL) e anche in strutture dedicate a giovani giocatrici. Comportamenti "diventati sistemici, comprendendo più squadre, allenatori e vittime", ha scritto Yates nel rapporto, osservando che "questi abusi all'interno della NWSL sono in realtà radicati in una cultura calcistica femminile più profonda". La prima reazione della Lega nordamericana è stata l'impegno a realizzare riforme "sistematiche". Definendo i risultati dell'indagine "strazianti e profondamente inquietanti", la presidente della Federazione (USSF) Cindy Parlow Cone ha assicurato che il suo organismo è "pienamente impegnato a fare tutto ciò che è in suo potere per garantire che tutti i giocatori - a tutti i livelli - abbiano un luogo rispettoso per imparare, crescere e competere". L'indagine è stata avviata un anno fa da Parlow Cone sulla scia delle accuse di violenza sessuale di due giocatori contro l'allenatore inglese Paul Riley, poi licenziato dal North Carolina Courage. Anche un altro allenatore, Richie Burke, che dirigeva il Washington Spirit, è stato licenziato dopo un'indagine per abusi verbali e molestie morali. Il rapporto, di 172 pagine, include interviste con oltre 200 giocatrici della NWSL e dettagli sugli abusi da parte di allenatori, manipolazioni, bullismo e ritorsioni. All'epoca della vicenda Paul Riley, due delle stelle del "Team USA", Megan Rapinoe e Alex Morgan - campioni olimpici nel 2012 e campioni del mondo nel 2015 e 2019 - denunciarono l'inerzia degli organi di governo del Calcio femminile americano. L'indagine le supporta, concludendo che i club, i funzionari della Lega e della Federazione "non hanno reagito in modo appropriato in diverse occasioni di fronte alle lamentele delle giocatrici, a sostegno delle prove". (ANSA).









Cronaca









Dillo al Trentino