Noel Gallagher's High Flyng Birds, nuovo album Council Skies

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - I NOEL GALLAGHER's HIGH FLYING BIRDS annunciano il nuovo album "COUNCIL SKIES" in uscita il 2 giugno 2023 per Sour Mash Records. La band, inoltre, pubblica oggi il nuovissimo singolo "EASY NOW", tratto dal nuovo album in uscita. A riguardo dell'album, Noel racconta: "Sto tornando alle mie origini. Sognare ad occhi aperti, alzare gli occhi al cielo e chiedermi cosa potrebbe essere la vita... questo vale per me oggi come nei primi anni '90. Quando stavo crescendo in condizioni di povertà e disoccupazione, la musica mi ha salvato… un po' come "Top of the Pops" in TV ha svoltato il giovedì sera, ti immergevi in un mondo fantastico. È quello che penso dovrebbe fare la musica. Voglio che la mia musica elevi ed aiuti in qualche modo". Il nuovo singolo è accompagnato dal videoclip ufficiale che vede la partecipazione di Milly Alcock, che recentemente ha interpretato il ruolo della principessa Rhaenyra Targaryen nella serie di successo HBO ed è stata nominata ai Critics Choice Awards, nonché vincitrice ai Golden Globes 2023 per "House of the Dragon". Alla regia Colin Solal Cardo, vincitore di numerosi UK Music Video Awards. Dall'evocativo titolo dell'album, alla copertina, ai testi stessi, il nuovo disco "COUNCIL SKIES" vede Noel Gallagher rivendicare il suo passato e rendere omaggio a Manchester, la sua città di origine. L'album più vario e completo fino ad oggi - il quarto in studio del progetto solista di Noel - è un disco che rompe gli schemi ed è caratterizzato da grande profondità emotiva e libertà creativa. "COUNCIL SKIES" è stato registrato presso i Lone Star Sound Recording Studios di Noel a Londra, mentre gli archi sono stati magistralmente incisi presso i leggendari Abbey Road Studios. Prodotto da Noel con il collaboratore di lunga data Paul "Strangeboy" Stacey, l'album contiene anche la partecipazione di Johnny Marr degli Smiths in tre tracce, incluso il recente singolo "Pretty Boy". Il titolo "COUNCIL SKIES" deriva dal libro del venerato illustratore ed amico di Noel, ovvero l'artista Pete McKee. La copertina dell'album, invece, è stata scattata dal famoso fotografo di Manchester Kevin Cummins. Al centro dell'immagine si nota la strumentazione live dei NOEL GALLAGHER's HIGH FLYING BIRDS, posizionata proprio nel punto del Maine Road Football Stadium - ovvero la casa del Manchester City FC, tanto amato da Noel - che proprio quest'anno celebra 100 anni dalla sua costruzione. Nell'artwork Cummins esprime perfettamente i temi del disco e cattura i luoghi che richiamano le origini di Noel, culminando con un'immagine sorprendente della stazione ferroviaria Piccadilly di Manchester che segna il momento in cui Noel ha lasciato la sua città natale per trasferirsi a Londra. L'album è disponibile ora per il pre-order e sarà reperibile in digitale (anche nella versione Dolby Atmos) e nei formati CD, LP 180 gr contenente un'esclusiva versione acustica di "Pretty Boy" e LP Picture Disc. Saranno inoltre pubblicate in edizione deluxe limitata i formati Triplo LP e Doppio CD contenente i remix di Robert Smith dei The Cure e dei Pet Shop Boys e una splendida versione di "Live Forever - Radio 2 Session". (ANSA).







Gallerie

Noel Gallagher's High Flyng Birds, nuovo album Council Skies

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - I NOEL GALLAGHER's HIGH FLYING BIRDS annunciano il nuovo album "COUNCIL SKIES" in uscita il 2 giugno 2023 per Sour Mash Records. La band, inoltre, pubblica oggi il nuovissimo singolo "EASY NOW", tratto dal nuovo album in uscita. A riguardo dell'album, Noel racconta: "Sto tornando alle mie origini. Sognare ad occhi aperti, alzare gli occhi al cielo e chiedermi cosa potrebbe essere la vita... questo vale per me oggi come nei primi anni '90. Quando stavo crescendo in condizioni di povertà e disoccupazione, la musica mi ha salvato… un po' come "Top of the Pops" in TV ha svoltato il giovedì sera, ti immergevi in un mondo fantastico. È quello che penso dovrebbe fare la musica. Voglio che la mia musica elevi ed aiuti in qualche modo". Il nuovo singolo è accompagnato dal videoclip ufficiale che vede la partecipazione di Milly Alcock, che recentemente ha interpretato il ruolo della principessa Rhaenyra Targaryen nella serie di successo HBO ed è stata nominata ai Critics Choice Awards, nonché vincitrice ai Golden Globes 2023 per "House of the Dragon". Alla regia Colin Solal Cardo, vincitore di numerosi UK Music Video Awards. Dall'evocativo titolo dell'album, alla copertina, ai testi stessi, il nuovo disco "COUNCIL SKIES" vede Noel Gallagher rivendicare il suo passato e rendere omaggio a Manchester, la sua città di origine. L'album più vario e completo fino ad oggi - il quarto in studio del progetto solista di Noel - è un disco che rompe gli schemi ed è caratterizzato da grande profondità emotiva e libertà creativa. "COUNCIL SKIES" è stato registrato presso i Lone Star Sound Recording Studios di Noel a Londra, mentre gli archi sono stati magistralmente incisi presso i leggendari Abbey Road Studios. Prodotto da Noel con il collaboratore di lunga data Paul "Strangeboy" Stacey, l'album contiene anche la partecipazione di Johnny Marr degli Smiths in tre tracce, incluso il recente singolo "Pretty Boy". Il titolo "COUNCIL SKIES" deriva dal libro del venerato illustratore ed amico di Noel, ovvero l'artista Pete McKee. La copertina dell'album, invece, è stata scattata dal famoso fotografo di Manchester Kevin Cummins. Al centro dell'immagine si nota la strumentazione live dei NOEL GALLAGHER's HIGH FLYING BIRDS, posizionata proprio nel punto del Maine Road Football Stadium - ovvero la casa del Manchester City FC, tanto amato da Noel - che proprio quest'anno celebra 100 anni dalla sua costruzione. Nell'artwork Cummins esprime perfettamente i temi del disco e cattura i luoghi che richiamano le origini di Noel, culminando con un'immagine sorprendente della stazione ferroviaria Piccadilly di Manchester che segna il momento in cui Noel ha lasciato la sua città natale per trasferirsi a Londra. L'album è disponibile ora per il pre-order e sarà reperibile in digitale (anche nella versione Dolby Atmos) e nei formati CD, LP 180 gr contenente un'esclusiva versione acustica di "Pretty Boy" e LP Picture Disc. Saranno inoltre pubblicate in edizione deluxe limitata i formati Triplo LP e Doppio CD contenente i remix di Robert Smith dei The Cure e dei Pet Shop Boys e una splendida versione di "Live Forever - Radio 2 Session". (ANSA).

Supercoppa: Pioli "derby partita a sé, vogliamo giocarcelo"

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - "E' un match importante. Abbiamo la possibilità di vincere un altro trofeo, vorrebbe dire dare continuità al percorso che abbiamo iniziato. Sappiamo che l'ultima settimana non è stata delle migliori, ma domani è una partita a sé, come del resto lo sono tutti i derby. C'è un trofeo in palio e questo aumenta il livello della partita". Lo dice l'allenatore del Milan, Stefano Pioli, in conferenza, alla vigilia della Supercoppa Italiana a Riyad. "Siamo qui con merito - ribadisce il tecnico dei rossoneri - abbiamo vinto lo scudetto con merito e vogliamo giocarcela. Un obiettivo lo abbiamo perso, la Coppa Italia, e questo è un altro obiettivo". "Il Milan non ha più fame? Il calcio è un ambiente pieno di luoghi comuni. Come fa ad avere la pancia piena una squadra così giovane, nella quale la maggior parte dei componenti hanno vinto un solo trofeo?". Lo dice l'allenatore del Milan, Stefano Pioli, alla vigilia del derby contro l'Inter che vale la Supercoppa italiana, nella finale di Riyad. Una partita fondamentale, non solo per il trofeo in palio, ma perché i rossoneri sono reduci da due prestazioni deludenti in campionato e l'eliminazione dalla Coppa Italia. "Credo che tutto quello che ci gira intorno è sempre esagerato, sia in positivo che in negativo. Conta solo una cosa - spiega Pioli - la qualità del gioco. Se abbassiamo la qualità diventa più difficile vincere le partite, tutto qua". (ANSA).

De Lucia, intercettazioni uno dei pilastri dell'inchiesta

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - Per porre fine alla fuga del boss le intercettazioni "sono state uno dei pilastri dell'inchiesta. Stiamo parlando di uno strumento indispensabile e irrinunciabile per il contrasto alla criminalità organizzata di stampo mafioso. Senza le intercettazioni le indagini non si possono fare oppure non portano a nessun risultato. Questo è un discorso importante che deve essere chiaro una volta per tutte". Così il procuratore di Palermo, Maurizio De Lucia, intervistato da Repubblica, con riferimento all'operazione che ha portato all'arresto di Matteo Messina Denaro. In merito all'organizzazione mafiosa De Lucia spiega: "Cosa Nostra tende a ricostruire i suoi vertici. Adesso dovrà sostituire Matteo Messina Denaro come punto di riferimento per i grandi affari. C'è già chi è pronto a prendere il suo posto". Da qui il monito del procuratore: "Se qualcuno pensa che la partita contro la mafia sia vinta, si sbaglia di grosso. Ora si sposta sulla caccia alla rete di protezioni e connivenze che hanno permesso a Messina Denaro di restare latitante per trent'anni", sottolinea il magistrato, 61 anni, da settembre al vertice dell'ufficio inquirente che ha coordinato le indagini sulla cattura del padrino. "A differenza delle camorre - prosegue -, la mafia ha una struttura con una testa sola. Un'organizzazione che, da sempre, si è data queste regole può continuare a vivere, nell'ordinaria amministrazione, senza una struttura centralizzata. Ma al tempo stesso, questa struttura centralizzata rimane fondamentale per poter continuare a prosperare e fare affari", dice il Procuratore. Dunque dovrà essere scelto un nuovo padrino? "L'obiettivo è sempre lo stesso: individuare nuovi capi e strutture dirigenti". (ANSA).

LE FOTO

Garda in bicicletta, entro il 2024 pronto il nuovo tratto: dal Ponale alla spiaggia dello Sperone

Nuovo passo per la ciclovia del Garda, l'anello di 166 chilometri lungo le sponde del lago: consegnati i lavori del tratto di 1 chilometro che va dall’imbocco del sottopassaggio del sentiero del Ponale fino alla spiaggia denominata dello “Sperone”, in corrispondenza dell’inizio della Galleria di Orione, attraverso i Comuni di Riva del Garda e Ledro. LE FOTO

LE FOTO

Tamponamento a catena a Nave San Rocco, 5 feriti lievi

Cinque feriti, per fortuna non gravi, in un tamponamento a catena che questa mattina verso le 8 ha coinvolto tre mezzi sulla SP 235 , a Nave San Rocco. La macchina dei soccorsi si è messa in moto immediatamente ed ha visto accorrere i vigili del fuoco volontari di Nave S. Rocco e in supporto quelli di Zambana, tre ambulanze (Croce Rossa, Croce Bianca e Trentino Emergenza), i carabinieri di Mezzolombardo e il Servizio gestione strade della Provincia. Tre feriti sono stati portati all'ospedale di Trento, due a Cles. LE FOTO (vvff)

Gina Lollobrigida, addio alla 'Bersagliera' del cinema

(ANSA) - ROMA, 16 GEN - Generazioni di spettatori l'hanno conosciuta e amata come 'La Bersagliera': Gina Lollobrigida, morta oggi all'età di 95 anni, è stata una diva che ha avuto sempre il coraggio di dire le cose senza veli e di vivere almeno quattro vite, collezionando sette David di Donatello, due Nastri d'Argento nonché i titoli di grand'ufficiale della Repubblica italiana e cavaliere della Legion d'onore francese. Luigia Lollobrigida nasce a Subiaco nel 1927 e, contrariamente all'immagine popolare che si è incollata addosso, è figlia di agiati borghesi (il padre è un facoltoso produttore di mobili) ridotti quasi alla povertà dai bombardamenti alleati sulla sua regione. Trasferitasi a Roma ancora occupata dai nazisti, la famiglia si arrabatta in ristrettezze economiche tanto che la giovane Gina si paga parte degli studi all'istituto di Belle Arti vendendo disegni e caricature o comparendo in qualche fotoromanzo col nome d'arte di Diana Loris. Ha piglio, carattere, volontà di riscatto e così coglie quasi per caso l'opportunità di un concorso di bellezza per farsi notare e spiccare il volo verso l'edizione 1947 di Miss Italia a Stresa dove arriva seconda ma conquista pubblico e giudici. È ormai leggenda che a quelle finali dovette lasciare il passo solo a Lucia Bosè, sbaragliando invece rivali come Gianna María Canale, Silvana Mangano, Eleonora Rossi Drago. Esordisce a teatro ad appena 17 anni e poi cerca fortuna come comparsa a Cinecittà, forte di una piccola notorietà nel mondo dei fotoromanzi. Contrariamente a quel che si pensa di lei, la più celebre "maggiorata" del cinema italiano insieme a Sophia Loren (di sette anni più giovane), Gina Lollobrigida diventa famosa prima all'estero che in Italia ed è per molti decenni l'unica diva italiana (insieme ad Alida Valli) amata dai registi americani. Il primo ad accorgersene è il magnate con passioni artistiche Howard Hughes che nel 1950 la porta a Los Angeles con la promessa di un ricco contratto in esclusiva. Gina però ha il carattere di un "cavallo di razza" e capisce in fretta che quella gabbia dorata non fa per lei. Richiude in fretta le valigie, torna a Roma, subisce la vendetta di Hughes che non la farà lavorare in America fino al 1956 e abbraccia il nuovo cinema italiano del neorealismo: lavora con Pietro Germi ("La città si difende") e con Carlo Lizzani ("Achtung banditi") alla metà esatta del secolo scorso ritagliandosi ruoli di vigorosa passionalità popolana in cui affina una recitazione da autodidatta imprimendole la sua personalità. Il primo successo personale è però fuori dai confini: il francese "Fanfan la Tulipe" con Gerard Philipe nel 1952. Recita per René Clair, Alessandro Blasetti, Mario Monicelli e Steno, Mario Soldati e finalmente diventa diva in patria con il trionfale "Pane amore e fantasia" di Luigi Comencini (1953) - per il quale sarà poi l'indimenticabile fata Turchina delle sue Avventure di Pinocchio per la tv - compreso un fortunato seguito sempre in coppia con Vittorio De Sica. Il terzo episodio della serie (a firma Dino Risi) segnerà invece l'inizio della rivalità (molto più presunta che reale anche se una sola volta e in tarda età hanno recitato insieme) con Sophia Loren. La Lollo (ormai tutti la chiamano così) rifiuta la parte e Sophia la rimpiazza, come accadrà del resto più volte nel decennio successivo. Intanto Gina coglie decine di successi all'estero: lavora con John Huston e Robert Siodmak, recita con Burt Lancaster e Frank Sinatra, è una magnifica Esmeralda in coppia con Anthony Quinn ne "Il gobbo di Notre Dame", passa da Errol Flynn a Yul Brynner, accetta la sfida di doppiarsi in francese e cantare da soprano (ne "La donna più bella del mondo" in coppia con Vittorio Gasmann per cui vince il suo primo di 6 David di Donatello). La sua carriera sul set è meno lunga della sua vita artistica solo perché all'inizio degli anni '70 decide che la sua passione la porta altrove: lascia il cinema (a cui tornerà solo vent'anni dopo) per diventare fotografa, cogliendo spettacolari successi nell'arte del ritratto immortalando divi e uomini politici (tra cui Fidel Castro), compagne d'avventura della sua vita precedente e grandi artisti. Ma la sua sete di vita la porterà ancora altrove: si cimenta come scultrice e con le sue mostre fa il giro del mondo. Ben più tormentata la vita personale: si è sposata una sola volta (nel 1949 col medico sloveno Milko Skofic da cui ebbe un figlio e da cui divorziò nel 1971), passati i 90 anni, ha rivelato di essere stata stuprata giovanissima spiegando che questo dolore aveva segnato tutta la sua vita, non ha mai ammesso o smentito episodi amorosi legati ai grandi attori con cui ha lavorato e che per lei avevano perso la testa. Nel 2006 ha annunciato di voler sposare lo spagnolo Javier Rigau ben più giovane di lei, ma poi il matrimonio fu negato da entrambi e comunque annullato dalla Sacra Rota. Ancora oggi battaglia in tribunale col figlio Andrea Milko Skofic che accusa un collaboratore della madre di averla raggirata sottraendole buona parte della sua fortuna. Fino alla caduta accidentale in casa dello scorso settembre, con la frattura del femore che l'ha costretta a un intervento, giudicato perfettamente riuscito, ha vissuto da sola nella grande villa sull'Appia Antica, senza aver nulla della diva sul viale del tramonto, tanto da accettare la candidatura alle ultime elezioni, al collegio uninominale del Senato a Latina, e in altre circoscrizioni nel plurinominale proporzionale, per la lista 'Italia sovrana e popolare'. Non era la prima volta: nel 1999 il suo nome compariva nella lista dei Democratici per le Europee. La sua vitalità ironica e la sua schiettezza nel guardare alla vita ne consegnano intatta l'immagine per tutte le generazioni che l'hanno vista icona del cinema, sex symbol italiano e ricordata nel mondo dalla stella sulla Hall of Fame di Hollywood. (ANSA).

Calcio: è ufficiale, la Salernitana ha esonerato Nicola

(ANSA) - ROMA, 16 GEN - E' arrivata l'ufficialità. Con una nota, la Salernitana ha annunciato l'esonero di Davide Nicola. "La Società - è scritto nel comunicato - ringrazia il tecnico per la passione e la dedizione al lavoro dimostrata, per l'impegno profuso nel raggiungere lo storico traguardo della salvezza in Serie A e gli augura le migliori fortune professionali per il prosieguo della sua carriera". (ANSA).









Montagna









Dillo al Trentino