Alla colonia estiva Aerat di Cesenatico arriva il governatore

La colonia marina Aerat di Cesenatico ha ospitato, con i suoi soggiorni estivi, generazioni di bambini trentini, e continua a farlo, estate dopo estate. Ieri la visita del presidente Fugatti - accolto dal presidente dell’Aerat Edo Grassi e dai suoi collaboratori - rientrando dal Meeting dell’amicizia fra i popoli di Rimini. Quest’estate la colonia ha ospitato 1240 bambini e ragazzi divisi in quattro turni.

Gallerie

FOTO

Alla colonia estiva Aerat di Cesenatico arriva il governatore

La colonia marina Aerat di Cesenatico ha ospitato, con i suoi soggiorni estivi, generazioni di bambini trentini, e continua a farlo, estate dopo estate. Ieri la visita del presidente Fugatti - accolto dal presidente dell’Aerat Edo Grassi e dai suoi collaboratori - rientrando dal Meeting dell’amicizia fra i popoli di Rimini. Quest’estate la colonia ha ospitato 1240 bambini e ragazzi divisi in quattro turni.

LE FOTO

Jovanotti va a funghi prima del concerto a Plan de Corones

Per ricaricare le pile in vista del Jova Beach Party a Plan de Corones, l'unico appuntamento "da spiaggia" in alta quota, Jovanotti è arrivato in anticipo in Val Pusteria. Eccolo immortalato dalla moglie Francesca Valiani mentre va a funghi con i suoi collaboratori e mentre annuncia ospiti e sorprese durante la giornata-evento, compresa la presenza dello chef Norbert Niederkofler. E poi lo scatto in camera mentre non si perde - nemmeno lui - la Maratona di Enrico Mentana sulla crisi di governo

LE FOTO

Trento, schiantato l'albero del parco

"Il mio albero stanotte è andato": lo scrive su Facebook Giorgio Vianini, "l'uomo" del Sociale conosciuto da tutti come il "toncato" alle Feste Vigiliane, che abita in via Caio Valerio Mariano. La maestosa pianta è stata abbattuta dalla furia del vento nel piccolo parco di quella zona lungo l'Adige (foto di Claudio Libera)

LE IMMAGINI

Lampedusa, paura per i profughi, che si buttano in mare. Poi il via libera: tutti a terra

C’ha pensato la magistratura a sbloccare il caso Open Arms. Dopo 19 giorni vissuti in condizioni disastrose sul ponte della nave spagnola, ferma a 800 metri dalla costa di Cala Francese a Lampedusa, per tutti i naufraghi arriva lo sbarco sulla terraferma. A stabilirlo è stato il procuratore capo di Agrigento, Luigi Patronaggio, lo stesso pm che aveva sbloccato il «caso Diciotti». La decisione della magistratura è stata l'epilogo di una giornata drammatica. Diciassette naufraghi, in quattro diversi momenti, si sono tuffati dalla nave tentando di raggiungere a nuoto la riva e senza l'intervento della guardia costiera sarebbero probabilmente annegati per le onde alte e il mare agitato (foto Ansa)