Atalanta piega lo Spezia e continua corsa per l'Europa

(ANSA) - LA SPEZIA, 08 MAG - L'Atalanta risponde alla Lazio andando a vincere al Picco, 3-1 sullo Spezia. Partita non senza difficoltà per gli uomini di Gian Piero Gasperini, che nel secondo tempo trovano il gol del sorpasso quando i padroni di casa sembravano aver imbrigliato Muriel e compagni. Il colombiano graziato dall'arbitro Maresca per un colpo rifilato ad Amian in occasione di un fallo di reazione. Per la prima mezz'ora c'è praticamente solo l'Atalanta in campo, che sfugge al pressing dei padroni di casa con una ragnatela di passaggi e gioca sempre nella metà campo avversaria. Dopo un illusorio palo di Bastoni, al sedicesimo il vantaggio nerazzurro con Muriel, che conclude un'azione insistita al limite dell'area con un dribbling su Kiwior e tiro imparabile. La partita riprende con lo stesso canovaccio, ma alla mezz'ora Maggiore, che già aveva imbeccato Bastoni, trova un lancio perfetto per Verde che parte al di qua della linea di metà campo, beffa la difesa altissima di Gasperini, evita Musso e mette in porta per il pareggio. La partita cambia trama, la squadra di Thiago Motta prende coraggio e traghetta l'1-1 fino all'intervallo. Al rientro in campo entrambe devono cambiare un centrale di difesa. Hristov nello Spezia e Palomino nell'Atalanta hanno ricevuto due colpi duri nel corso del primo tempo. Motta perderà anche Bastoni e Agudelo per infortunio, passando al 4-2-3-1 con Manaj. Gasperini richiama invece Malinovsky e Freuler, entrambi ammoniti, per Hateboer e Boga. Il match però è ora equilibrato. Al quarto d'ora Muriel prova prima a trovare l'incrocio e poi a farsi buttare fuori. Brutto il fallo di reazione su Amian, Maresca è ad un passo ma lo grazia letteralmente sventolandogli solo il giallo. Per rompere l'equilibrio servono i centrali di difesa, che svettano su un calcio di punizione dalla trequarti: Demiral per Djimsiti che accorre di testa e fa 1-2. Lo Spezia ora sente la stanchezza, ma ha la forza di trovare l'ultima occasione a cinque dalla fine, con Gyasi che manda fuori dal cuore dell'area. A chiudere la partita ci pensa Pasalic a due minuti dal novantesimo, dopo che anche Boga aveva provato ad entrare nel tabellino centrando solo la traversa. Bergamaschi in piena corsa Europa. Liguri che a due giornate dalla fine del campionato rischiano ancora di essere risucchiati nella lotta per non retrocedere. (ANSA).







Gallerie

Napoli vuole intitolare una piazza in memoria di Bud Spencer

(ANSA) - NAPOLI, 17 GIU - "Il prossimo 27 giugno ricorreranno sei anni dalla morte di Carlo Pedersoli, in arte Bud Spencer, attore, sceneggiatore, produttore nonché icona italiana nel mondo e l'amministrazione comunale di Napoli non può esimersi dal conferimento di un doveroso tributo attraverso l'intitolazione di una piazza". A lanciare la proposta è il consigliere del Comune di Napoli Gennaro Demetrio Paipais che aggiunge: "Carlo Pedersoli è stato una leggenda per una intera generazione, ha dato lustro alla nostra città in tutto il mondo e nel corso delle interviste anteponeva la napoletanità all'italianità". "Accolgo con grande piacere la richiesta del collega Paipais a sei anni ormai dalla morte del noto attore Bud Spencer", dice il presidente della commissione Urbanistica del Comune di Napoli, Massimo Pepe che annuncia la calendarizzazione una riunione dell'apposita commissione consiliare per valutare la proposta. "Bud Spencer - dice ancora Pepe - lo ricordiamo come attore ma è stato anche un campione italiano di nuoto, uno sceneggiatore e un produttore televisivo di successo. Ricordarlo è il minimo che possiamo fare per un cittadino napoletano che ha dato tanto al nostro Paese ed alla nostra città in questo senso andrà il lavoro che faremo in commissione urbanistica con delega alla toponomastica", conclude Pepe. (ANSA).

Maxi rissa: perquisizioni in via Bolla, si cercano armi

(ANSA) - MILANO, 17 GIU - Dalle 7 di stamani è in corso, a Milano, un'operazione di polizia giudiziaria in via Bolla, con un'ingente schieramento di forze dell'odine e la presenza di un elicottero. Si tratta, secondo quanto diffuso dalla Questura del capoluogo, di perquisizioni svolte per trovare armi come spranghe e bastoni e ulteriori indizi in merito alla maxi rissa avvenuta il 10 giugno scorso e alla partecipazione alcuni soggetti che sarebbero stati identificati. (ANSA).

Mondiali: svelati nomi delle città dove si giocherà nel 2026

(ANSA) - ROMA, 17 GIU - La Fifa ha svelato l'elenco delle 16 città che ospiteranno le partite della fase finale dei Mondiali 2026. I Mondiali in programma fra quattro anni saranno i primi a 48 squadre e andranno in scena fra il Canada, il Messico e Stati Uniti. Queste le città sedi delle partite: Atlanta, Boston, Dallas, Guadalajara, Houston, Kansas City, Stadio di Los Angeles/SoFi, Città del Messico, Miami, Monterrey, New York, Filadelfia, Zona della Baia di San Francisco, Seattle, Toronto e Vancouver. "Ci congratuliamo con le 16 città ospitanti della Coppa del Mondo Fifa per il loro eccezionale impegno e per la loro passione. Oggi è un giorno storico, per tutti in quelle città e stati, per la Fifa, per il Canada, gli Stati Uniti e il Messico che daranno vita al più grande spettacolo della terra. Non vediamo l'ora di lavorare insieme a loro per offrire quella che sarà una Coppa del Mondo Fifa senza precedenti e una svolta nel tentativo di rendere il calcio davvero globale", ha affermato il presidente della Fifa, Gianni Infantino. (ANSA).

Golden State campioni Nba, Curry Mvp 'un titolo diverso'

(ANSA) - ROMA, 17 GIU - Un plebiscito ha incoronato Steph Curry Mvp delle finali Nba e e non poteva essere diversamente, dinanzi alla grandezza e alla serie clamorosa giocata dalla stessa dei Golden State Warriors, immenso protagonista anche in gara-6 contro i Boston Celtics, nel match che ha chiuso i conti in favore della squadra di San Francisco. "Ho avuto la fortuna e l'occasione di essere di nuovo qui: ho sempre saputo che alla fine di tutto, l'unica cosa che conta è quello che facciamo in campo - inizia così l'intervista sul palco a Curry a fine gara, subito dopo aver ricevuto il premio di MVP - Tre anni fa eravamo la peggior squadra NBA? Beh, sappiamo quanto è lunga la strada per arrivare al titolo. Abbiamo affrontato tante grandi squadre, tutte le persone presenti su questo palco hanno recitato la loro parte per arrivare fino a qui - dal front office alla proprietà - e adesso mi ritrovo qui con due trofei e per me fa tutta la differenza del mondo. Abbiamo lavorato 12 anni per arrivare a questo livello di consapevolezza, abbiamo creato il giusto mix e soprattutto, quando sei alle Finals, è fondamentale conoscere quale sia il modo per vincere. Questo è un titolo diverso dagli altri". (ANSA).









Cronaca









Dillo al Trentino