Papa: Dio chiede amare nemici, spezzare spirale vendetta

(ANSA) - 'AWĀLĪ, 05 NOV - Amare i nemici e spezzare "la spirale della vendetta": è l'invito del Papa nell'omelia della messa al Bahrein National Stadium. Dio "chiede ai suoi il coraggio di rischiare in qualcosa che sembra apparentemente perdente. Chiede di rimanere sempre, fedelmente, nell'amore, nonostante tutto, anche dinanzi al male e al nemico. La semplice reazione umana ci inchioda all' 'occhio per occhio, dente per dente', ma ciò significa farsi giustizia con le stesse armi del male ricevuto". Invece bisogna "vivere concretamente e coraggiosamente la fraternità", "spezzando la spirale della vendetta, disarmando la violenza, smilitarizzando il cuore". (ANSA).







Gallerie

Tajani,respingiamo con fermezza assalto istituzioni Brasile

(ANSA) - ROMA, 09 GEN - "Il governo italiano, Palazzo Chigi e il ministero degli Esteri stanno seguendo con grande preoccupazione quello che è accaduto e sta accadendo in queste ore in Brasile. Non ci sono parole che possono condannare quanto avvenuto. L'assalto alle istituzioni democratiche non può che essere respinto con grande fermezza". Lo ha dichiarato il vicepremier e ministro degli Esteri Antonio Tajani in un'intervista al Tg1 rilanciata dal ministro sul suo profilo Twitter. "I risultati elettorali si accettano sempre e comunque, questa è la democrazia", ha aggiunto il ministro. "E' inaccettabile che gruppi di facinorosi assaltino i palazzi delle istituzioni. Ho tenuto aggiornata la presidente del Consiglio e abbiamo espresso una posizione di ferma condanna per ciò che è accaduto. Siamo dalla parte della democrazia, della libertà, delle istituzioni. Non è questo il modo di manifestare dissenso, perché in democrazia sio rispetta sempre e comunque il risultato delle elezioni, e il governo italiano sta dalla parte della democrazia", ha spiegato Tajani. (ANSA).

Pd: Orlando, se vince Schlein nessuna scissione

(ANSA) - ROMA, 09 GEN - "Si è scelto di sovrapporre il processo costituente al congresso sui nomi. E, come temevo, il processo più mediatico, la competizione per la leadership, s'è mangiato l'altro. Serviva un processo anche con iniziative decentrate, coinvolgendo la società civile" per "verificare nel rapporto con la società italiana quanto ancora sia vivo e quanto vada aggiornato il progetto del Pd". Così in una intervista a Repubblica l'ex ministro e deputato Andrea Orlando. "Nessun processo sommario al Lingotto, ma il 2008 non è il 2022: è inconfutabile - dice ancora - Il Lingotto precedeva la crisi finanziaria dello scorso decennio e la prima vera crepa nel processo di globalizzazione". Serve un Pd più a sinistra? "Vogliamo metterlo in sintonia con un senso comune sempre più preoccupato per la crescita delle diseguaglianze. Sono stato processato quando ho criticato l'impostazione fortemente liberista: mi hanno accusato di voler tornare alla vecchia sinistra. Ma non c'è nostalgia: di fronte allo shock della permacrisi, urge una riflessione sul ruolo del pubblico". Se vince Schlein ci sarà la scissione? "Ogni scissione va esclusa ma nulla è scontato, non solo perché il Pd attraversa una crisi, ma perché nel mondo nulla è come prima. Se i candidati non si fanno carico di un messaggio al Paese, il rischio è che si generi un vuoto in cui si può aggravare la crisi del Pd". Bisogna aprire al voto online? "Dobbiamo lavorare perché la partecipazione sia la più alta possibile: bene ogni strumento che lo consenta". Voterà per Schlein? "E' interessante il suo sforzo di mettere al centro dell'identità del partito il tema della lotta alle diseguaglianze, dei salari, della precarietà, dei cambiamenti climatici". (ANSA).

Papa: il chiacchiericcio è un'arma letale, divide ed uccide

(ANSA) - CITTÀ DEL VATICANO, 08 GEN - Il Papa sottolinea che non si può essere discepoli di Gesù e allo stesso tempo sparlare e dividere. "Pensiamo: io sono discepolo dell'amore di Gesù o un discepolo del chiacchiericcio che divide, divide. Il chiacchiericcio - ha sottolineato Papa Francesco all'Angelus - è un'arma letale, uccide, uccide l'amore, uccide la società, uccide la fratellanza. Chiediamoci: io sono una persona che divide o una persona che condivide?". (ANSA).

Ucraina: mons. Shevchuk, nostro Natale tra lacrime e sangue

(ANSA) - ROMA, 07 GEN - "Quest'anno, quando nel cielo ucraino il nemico con i suoi missili e le sue bombe sta cercando di oscurare il bagliore della stella di Natale, dovremmo prestare attenzione non al calendario, non ai fenomeni astronomici, ma al fatto che Cristo è venuto oggi per essere nato nel corpo dell'Ucraina martoriata, crocifissa e ferita. Forse suona paradossale, ma la nostra vittoria in questa guerra non avverrà con la forza dei potenti di questo mondo, ma con la potenza del Figlio di Dio appena nato". E' quanto afferma il Capo della Chiesa greco-cattolica ucraina, Sviatoslav Shevchuk, nel messaggio di Natale che i cattolici di rito bizantino celebrano oggi. "Celebrare il Natale significa non avere paura della gioia celeste in mezzo a un mare di lacrime e di sangue. Far entrare la gioia del Natale nei nostri cuori è garanzia della nostra stabilità e invincibilità, della nostra capacità di superare tutte le sfide della vita", prosegue mons. Shevchuk. "Ora, durante la guerra, dobbiamo celebrare il Natale nel modo più che mai solenne e aperto, cantando con gioia sia in casa e nelle chiese parrocchiali sia per le strade dei nostri paesi e villaggi", è l'appello dell'arcivescovo maggiore di Kiev. (ANSA).

Usa: Camera, McCarthy eletto speaker dopo 15 votazioni

(ANSA) - WASHINGTON, 07 GEN - Kevin McCarthy è stato eletto speaker della Camera americana alla 15esima votazione. Il repubblicano ha ottenuto i 216 voti necessari a guidare la House alla fine di una serata drammatica, caratterizzata da momenti di tensione, dopo l'astensione di cinque dei 21 ribelli del partito che, a differenza delle votazioni precedenti, non hanno votato altri candidati. (ANSA).

Papa: amore Dio non si spezza neanche davanti tradimenti

(ANSA) - ROMA, 06 GEN - Fare spazio a Dio che è l'amore vero "che non passa, che non tramonta, che non si spezza neanche dinanzi alle fragilità, ai fallimenti e ai tradimenti". Lo dice il Papa nell'omelia. "Il cammino della fede inizia" quando "smettiamo di conservarci in uno spazio neutrale e decidiamo di abitare gli spazi scomodi della vita" fatti anche "di sofferenze che scavano nella carne". "In questi momenti si levano dal nostro cuore quelle domande insopprimibili, che ci aprono alla ricerca di Dio" e tra queste: "Dov'è quell'amore che non passa, che non tramonta, che non si spezza neanche dinanzi alle fragilità, ai fallimenti e ai tradimenti?". "Come i Magi, prostriamoci, arrendiamoci a Dio nello stupore dell'adorazione. Adoriamo Dio e non il nostro io; adoriamo Dio e non i falsi idoli che ci seducono col fascino del prestigio e del potere, con il fascino delle false notizie. Adoriamo Dio per non inchinarci davanti alle cose che passano e alle logiche seducenti ma vuote del male". Lo ha detto il Papa nell'omelia della messa per l'Epifania. (ANSA).

Usa: Camera aggiorna seduta oggi alle 18 per voto speaker

(ANSA) - WASHINGTON, 05 GEN - La Camera ha aggiornato la seduta a venerdì, a mezzogiorno (le 18 in Italia), per eleggere lo speaker dopo le 11 fumate nere che hanno visto la sconfitta del repubblicano Kevin McCarthy, affondato da una ventina di estremisti ribelli del suo partito. La mozione è stata proposta e approvata dal Grand Old Party con 219 voti su 221 (due non hanno votato), contrari tutti i 212 dem. Segno che proseguono le trattative con i ribelli. La votazione è diventata la più lunga in 164 anni. (ANSA).

Usa: ciclone bomba in California, 185mila utenti senza luce

(ANSA) - ROMA, 05 GEN - Oltre 185.000 tra case, uffici e attività commerciali sono senza corrente elettrica in California a causa del 'ciclone bomba' che ha colpito lo Stato: lo riporta il San Francisco Chronicle, secondo cui le autorità hanno ordinato la chiusura delle scuole in più di 20 distretti. Il servizio meteorologico nazionale ha emesso un bollettino speciale per San Francisco, Daly City e Tamalpais Valley, con l'avviso di venti fino a 88 chilometri orari. Il governatore Gavin Newsom ha già dichiarato lo stato di emergenza per facilitare i soccorsi e la direttrice dell'ufficio del governatore per i servizi di emergenza, Nancy Ward, ha messo in guardia contro da inondazioni, smottamenti e interruzioni di corrente elettrica. "Prevediamo che questa possa essere una delle tempeste più impegnative che si siano abbattute sulla California negli ultimi cinque anni", ha affermato secondo quanto riporta il New York Times. A San Francisco, le autorità locali hanno distribuito sacchi di sabbia residenti, mentre a East Oakland - dove circa 300 residenti sono stati temporaneamente alloggiati in motel dopo la tempesta dello scorso fine settimana - la Croce Rossa sta allestendo un rifugio da 75 posti letto in un centro comunitario locale. Nel nord della California, intanto, diversi parchi nazionali sono stati chiusi. (ANSA).

Appennino senza neve: a Ussita si pensa a stato di emergenza

(ANSA) - USSITA, 04 GEN - L'inverno caldo rischia di mettere in ginocchio anche gli operatori turistici della montagna marchigiana e in generale dell'Appennino centrale. L'assenza di precipitazioni nevose impone la chiusura degli impianti sciistici e "se la neve non arriverà entro pochi giorni avremo la stagione completamente compromessa con gravi perdite economiche", dice all'ANSA Francesco Cangiotti, l'amministratore della Società funivie Bolognolaski che gestisce anche gli impianti di Frontignano di Ussita (Macerata), recuperati di recente dai danni causati dal sisma. "Le temperature restano per tutto l'arco della giornata sopra lo zero termico e questo - spiega ancora Cangiotti - non consente di attivare l'innevamento programmato, nonostante quest'anno abbiamo acquistato un nuovo cannone spara neve. Se continuerà a non nevicare saremo costretti a chiedere lo stato di emergenza e quindi degli aiuti economici". (ANSA).

Papa: la fragilità ci rende umani, è un tesoro prezioso

(ANSA) - CITTA DEL VATICANO, 04 GEN - Il Papa nell'udienza generale ha proseguito e concluso il ciclo di catechesi sul discernimento e ha sottolineato l'importanza di essere accompagnati nel cammino di fede. "Guai alle persone che non si sentono fragili, sono dure, dittatoriali", "la fragilità ci rende umani", ha sottolineato il Pontefice. Il Papa ha aggiunto: "Non a caso, la prima delle tre tentazioni di Gesù nel deserto, quella legata alla fame, cerca di rubarci la fragilità, presentandocela come un male di cui sbarazzarsi, un impedimento a essere come Dio. E invece è il nostro tesoro più prezioso: infatti Dio, per renderci simili a Lui, ha voluto condividere fino in fondo proprio la nostra fragilità". (ANSA).









Montagna









Dillo al Trentino