L'abbraccio luminoso della musica, l'esibizione della Filarmonica TRT con i tre "moschettieri" di Bolzano e Trento

Tre minuti di pura bellezza. Torino deserta, trenta differenti location del capoluogo piemontese che portano all’intera città l’abbraccio luminoso della musica con "Shéhérazade", un poema musicale del compositore russo Rimkij-Korsakov, dalla forte valenza simbolica che racconta in note come il timore dell'oscurità si dissolva ogni volta con l'arrivo del nuovo giorno. Il video vede all’opera trenta componenti della Filarmonica Teatro Regio di Torino, tra cui tre musicisti della nostra regione, esibirsi “en plein air”: un concerto simbolo della generosità di un settore profondamente colpito dalla crisi, che però vuole fare comunque la sua parte. Il messaggio è forte e chiaro: si riparte, ma dobbiamo farlo in perfetto unisono, come in una grande orchestra, come i musicisti protagonisti di #TOuverture. I tre "moschettieri" della nostra regione sono il primo oboe Luigi Finetto, bolzanino, il primo fagotto Nicolò Pallanch e il timpanista Ranieri Paluselli, entrambi trentini. 

Video

locale

L'abbraccio luminoso della musica, l'esibizione della Filarmonica TRT con i tre "moschettieri" di Bolzano e Trento

Tre minuti di pura bellezza. Torino deserta, trenta differenti location del capoluogo piemontese che portano all’intera città l’abbraccio luminoso della musica con "Shéhérazade", un poema musicale del compositore russo Rimkij-Korsakov, dalla forte valenza simbolica che racconta in note come il timore dell'oscurità si dissolva ogni volta con l'arrivo del nuovo giorno. Il video vede all’opera trenta componenti della Filarmonica Teatro Regio di Torino, tra cui tre musicisti della nostra regione, esibirsi “en plein air”: un concerto simbolo della generosità di un settore profondamente colpito dalla crisi, che però vuole fare comunque la sua parte. Il messaggio è forte e chiaro: si riparte, ma dobbiamo farlo in perfetto unisono, come in una grande orchestra, come i musicisti protagonisti di #TOuverture. I tre "moschettieri" della nostra regione sono il primo oboe Luigi Finetto, bolzanino, il primo fagotto Nicolò Pallanch e il timpanista Ranieri Paluselli, entrambi trentini. 

locale

L'ultimo abbraccio di Mezzocorona a Elisa Lotto

Si sono svolti quest'oggi a Mezzocorona i funerali di Elisa Lotto, scomparsa a soli 40 anni. Un malore improvviso non le ha lasciato scampo. Un durissimo colpo prima di tutto per la sua famiglia, per suo marito Andrea Weber, per i suoi figli Nicola ed Evelyn, per i familiari ed amici. Ma anche per tutta la comunità del comune rotaliano, perché Elisa era persona che nella sua breve vita ha saputo farsi voler bene da tutti per il suo carattere solare e socievole (video Marco Weber). LE IMMAGINI

locale

"Tenetevi la Settimana della Moda, il 5G, l'aperitivo", lo spot della Valsugana indispettisce milanesi e non solo...e sparisce da Youtube

Uno spot che per descrivere le bellezze del posto usa paragoni, in senso negativo, con la vita in città, ed in particolar modo con la città di Milano. ''Tenetevi il miniappartamento in centro, tenetevi il traffico, tenetevi il cibo da asporto, tenetevi le metropolitane, la Smart, tenetevi 'aperitivo'? Tenetevi i lettini abbronzanti, tenetevi la Settimana della Moda, i palazzi, il 5G, tenetevi gli assembramenti, il distanziamento sociale, i Drive-in, i tutorial, la cyclette, insomma: tenetevi tutto o tenete a voi stessi''. Questo il testo recitato nel video lanciato da Visit Valsugana, che non ha mancato di sollevare polemiche, attacchi come quello de La Stampa (il video "suona offensivo e discriminatorio nei confronti dei turisti"), diventando un vero e proprio caso. Il frastuono è stato tanto che lo spot è sparito dal canale Youtube di Visit Valsugana. Ma i turisti se ne dimenticheranno?

locale

Affrontare le difficoltà con il sorriso, ecco la coreografia delle ragazze dell'associazione Chorėgraphique

Le ragazze dell'associazione Chorėgraphique di Trento ci raccontano con questo video come l'arte e lo sport non si fermino nonostante questo periodo difficile, anzi ci diano la forza e la positività per affrontarlo e superarlo con il sorriso. Il video è stato interamente coreografato e realizzato da 7 allieve di 11-12 anni ed è candidato per il concorso Dance Video Contest, Sprint Edition 3.0