Robert Irwin morso in faccia proprio come papà Steve

Robert Irwin, fotografo e documentarista, mentre stava girando un video maneggiando un pitone, è stato morso al volto dal serpente. La stessa scena aveva visto protagonista anche il padre di Robert, Steve Irwin, noto come Crocodile Hunter, morto a causa della puntura di una razza velenosa. Robert ha postato i due video, mostrando la straordinaria somiglianza col genitore.

Video

locale

Robert Irwin morso in faccia proprio come papà Steve

Robert Irwin, fotografo e documentarista, mentre stava girando un video maneggiando un pitone, è stato morso al volto dal serpente. La stessa scena aveva visto protagonista anche il padre di Robert, Steve Irwin, noto come Crocodile Hunter, morto a causa della puntura di una razza velenosa. Robert ha postato i due video, mostrando la straordinaria somiglianza col genitore.

locale

Sporminore, l'orso spunta dai meleti e passeggia per il giardino di casa

Mentre si discute sui numerosi avvistamenti dell’orso in Trentino, e in particolare in val di Non, ieri (23 giugno) si è registrato un nuovo caso, che racconta più di altri la confidenza che hanno ormai i plantigradi con i luoghi antropizzati. Nel tardo pomeriggio, infatti, un orso ha passeggiato tra i meleti di Sporminore, raggiungendo anche il giardino di un’abitazione. La visita nel giardino è stata immortalata dai proprietari dell’abitazione, che (tra le grida di stupore dei presenti) hanno girato un video 

locale

Fiamme al "Brione Green Resort" di Riva il giorno prima della riapertura

Incendio al "Brione Green Resort" di viale Rovereto 75 a Riva del Garda. Le fiamme sono partite dall'appartamento del proprietario, Carlo Modena, già presidente dell'Azienda Autonoma di Soggiorno e del Palazzo dei Congressi di Riva. Danni anche nelle stanze del'albergo, che avrebbe aperto domani mattina dopo i mesi di lockdown per Covid - 19. Non ci sono persone ferite, solo danni strutturali, sul posto vigili del fuoco di Riva Arco, polizia di Stato e carabinieri

locale

L'abbraccio luminoso della musica, l'esibizione della Filarmonica TRT con i tre "moschettieri" di Bolzano e Trento

Tre minuti di pura bellezza. Torino deserta, trenta differenti location del capoluogo piemontese che portano all’intera città l’abbraccio luminoso della musica con "Shéhérazade", un poema musicale del compositore russo Rimkij-Korsakov, dalla forte valenza simbolica che racconta in note come il timore dell'oscurità si dissolva ogni volta con l'arrivo del nuovo giorno. Il video vede all’opera trenta componenti della Filarmonica Teatro Regio di Torino, tra cui tre musicisti della nostra regione, esibirsi “en plein air”: un concerto simbolo della generosità di un settore profondamente colpito dalla crisi, che però vuole fare comunque la sua parte. Il messaggio è forte e chiaro: si riparte, ma dobbiamo farlo in perfetto unisono, come in una grande orchestra, come i musicisti protagonisti di #TOuverture. I tre "moschettieri" della nostra regione sono il primo oboe Luigi Finetto, bolzanino, il primo fagotto Nicolò Pallanch e il timpanista Ranieri Paluselli, entrambi trentini.