FOTO

Gli studenti del Mattei di Bressanone regalano una "bibliocabina" all'Ipia Ercoli di Camerino

Camerino, in provincia di Macerata, è stata una delle località più colpite dal terremoto nel Centro Italia del 2016, e in questi anni è stata sostenuta anche dalla provincia di Bolzano nella realizzazione di alcune opere, come ad esempio lo studentato della locale università. Nei giorni scorsi alcuni ragazzi delle seconde classi dei corsi per operatori elettrici e meccanici della scuola professionale provinciale per l’industria e l’artigianato Enrico Mattei di Bressanone si sono recati nelle Marche per concretizzare una iniziativa di solidarietà: la realizzazione di una bibliocabina, in collaborazione con i colleghi dell’Istituto professionale per l’industria e l’artigianato "Gilberto Ercoli" di Camerino. Il progetto nasce per realizzare un punto di aggregazione in una zona fortemente colpita dal terremoto ed è stato sostenuto e valorizzato dall’associazione di solidarietà sociale e culturale “amore per amore di Camerino”. Per gli studenti delle due scuole coinvolte si è trattata di una occasione di gemellaggio, suggellata da un’opera in grado di coinvolgere tutta la popolazione. I ragazzi del "Mattei" di Bressanone, accompagnati dal dirigente scolastico Alberto Conci e dai professori Giovanni Spaccavento e Florent Kabilo, si sono attivati per allestire gli scaffali interni e predisporre le luci dell’ex cabina telefonica, dove troveranno spazio libri e si potrà realizzare il progetto bookcrossing, una iniziativa di distribuzione gratuita di libri in favore della popolazione locale. "I ragazzi – ha sottolineato Alberto Conci - si sono dimostrati molto motivati e si sono impegnati con forte dedizione, certi di dare un piccolo, ma prezioso e concreto contributo ad un progetto ambizioso e solidale" (foto Asp Provincia di Bolzano)







Gallerie

le foto

Francesco, l'abbraccio dopo una notte trascorsa da solo nel bosco a nove anni

Francesco, visibilmente spaventato per la notte trascorsa in mezzo al bosco, è stato avvicinato con molta cautela dai tre soccorritori dell'elicottero Drago 149 dei Vigili del fuoco di Venezia. "Andiamo a fare un giro in elicottero?" gli ha chiesto uno dei tre. Il bambino ha accettato subito, vincendo le paure. E' stato imbragato e insieme ad un vigile del fuoco che lo ha abbracciato con il verricello è stato portato in volo sino al campo base, dove lo aspettavano i genitori. (foto vigili del fuoco)

le foto

Cedro abbattuto sul Doss Trento, Ianeselli: "Un cero per San Vigilio"

Gli uomini del Servizio lavori pubblici comunali stanno operando con tre squadre al taglio del grande cedro spezzato dalla saetta ieri sera sul Doss Trento. Il vicesindaco Roberto Stanchina, presente al momento della caduta del fulmine ed ancora scosso da quanto accaduto, ha ribadito al telefono: "Credetemi, si è trattato di un vero e proprio miracolo!". E come ha aggiunto sui social il sindaco Franco Ianeselli, "non sono credente ma in questa occasione un cero a San Vigilio andrebbe acceso!". C.L.

le nomine

"Valzer" nel clero trentino: ecco chi va dove

Ecco chi sono i preti che sono coinvolti delle ultime nomine dell’arcivescovo di Trento Lauro Tisi. Tra le più rilevanti, quella del nuovo vicario generale: sarà don Claudio Ferrari, attuale parroco di Gardolo. Il vicario uscente don Marco Saiani, dopo sei anni in Curia, tornerà a fare il parroco con destinazione Rovereto, nelle comunità di S. Maria, Lizzanella e nell’Unità Pastorale di Vallarsa.

le foto

Non "chicchi" ma "palle" di grandine in val di Non

"La grandinata che ha colpito tutti noi in Val di Non è stata terribile ,oltre che paurosa .Ha distrutto le nostre fatiche ,i nostri orti ,i nostri fiori e frutti, palla di grandine di 5 cm a Ronzone, nel mio orto": le parole sono dal profilo Fb di Bosco dei Larici ma sono diverse le testimonianze della violenza della grandinata nella zona nonesa. La foto con il metro è di Luigi tramite Meteo Rosspach

Le foto

Pizza a 65 euro? Bagno di folla anti-Briatore a Napoli

Bagno di folla, alla storica pizzeria Sorbillo ai Tribunali, per la risposta dei pizzaioli napoletani a quella che definiscono la "provocazione" di Flavio Briatore (chr fa pagare fino a 65 euro la pizza nel suo locale): "Dice che se la pizza costa poco non è buona? Ecco, noi la facciamo così e gli ingredienti sono questi: assaggiatela e ditemi com'è", lancia la sfida Gino Sorbillo, attorniato da giornalisti, fotografi e le solite centinaia di persone che ogni giorno fanno la fila davanti al suo locale nel centro storico di Napoli. Per i quali, oggi, c'è una sorpresa: pizza gratis e prezzi ulteriormente scontati per chi, dopo la kermesse, troverà un tavolo all'interno. "E' una polemica stupida", taglia corto Sorbillo. "La pizza nasce come piatto popolare e deve restarlo. A noi piace lavorare con il popolo e accontentare tutti, bambini, disoccupati, professionisti e pensionati. Davanti a una pizza sono tutti uguali e tutti devono potersela permettere".

LE FOTO

E' la 18enne Michelle la miss delle Feste Vigiliane

Michelle De Pinto, 18 anni di Arco, è la Madrina delle Feste Vigiliane 2022. E' stata eletta ieri sera in piazza Fiera: sarà la madrina degli eventi più importanti che si terranno in città il 24, 25 e 26 giugno ed è qualificata di diritto per le Finali regionali di Miss Italia. Seconda classificata Martina Fisichella, 18 anni di Trento; terza Angelica Pedrazza (19), quarta la 18enne Isabel Vincenzi, nata a Barcellona e residente a Predaia, quinta la perginese Francesca Stenghel, 18 anni. Seste a pari merito, Amal Kamal ed Eleonora Dallago. LE FOTO (di C.Libera)









Cronaca

le foto

Cedro abbattuto sul Doss Trento, Ianeselli: "Un cero per San Vigilio"

Gli uomini del Servizio lavori pubblici comunali stanno operando con tre squadre al taglio del grande cedro spezzato dalla saetta ieri sera sul Doss Trento. Il vicesindaco Roberto Stanchina, presente al momento della caduta del fulmine ed ancora scosso da quanto accaduto, ha ribadito al telefono: "Credetemi, si è trattato di un vero e proprio miracolo!". E come ha aggiunto sui social il sindaco Franco Ianeselli, "non sono credente ma in questa occasione un cero a San Vigilio andrebbe acceso!". C.L.









Dillo al Trentino