Gallerie

Tour de France: in Danimarca Groenewegen vince 3a tappa

(ANSA) - ROMA, 03 LUG - Dylan Groenewegen ha vinto al fotofinish la 3/a tappa del 109/o Tour de France di ciclismo, da Vejle a Soenderborg, nel sud della Danimarca, lunga 182 chilometri. Il belga Wout Van Aert, secondo sul traguardo, ha conservato la maglia gialla di leader della classifica generale. Una caduta a circa 10 chilometri dall'arrivo ha coinvolto - senza conseguenze, se non il alcuni secondi di ritardo - due big come il colombiano Nairo Quintana e Damiano Caruso. (ANSA).

le foto

Valanga in Marmolada, la macchina dei soccorsi: elicotteri

Elicotteri da Trento, Bolzano e Belluno. E' imponente la macchina dei soccorsi che si è messa in moto per la valanga di ghiaccio che si è staccata sulla Marmolada oggi (3 luglio) nel primo pomeriggio, coinvolgendo due cordate di escursionisti. Gli elicotteri sorvolano la zona per individuare persone rimaste travolte e soccorrere i feriti. LE FOTO (Sostenitori Gruppo Elicotteri Provincia di Trento)

Gina Lollobrigida, i 95 anni della Bersagliera

(ANSA) - ROMA, 03 LUG - Gina Lollobrigida compie 95 anni. Di una signora non si dovrebbe mai rivelare l'età, ma per un mito, per una diva che ha avuto sempre il coraggio di dire le cose senza veli e di vivere almeno quattro vite, questo compleanno ha un valore diverso. È come una nuova medaglia appuntata sul petto. Luigia Lollobrigida nasce a Subiaco il 4 luglio 1927, è figlia di agiati borghesi ridotti quasi alla povertà dai bombardamenti alleati sulla sua regione. Ha piglio, carattere, volontà di riscatto e così coglie quasi per caso l'opportunità di un concorso di bellezza per farsi notare e spiccare il volo verso l'edizione 1947 di Miss Italia a Stresa dove arriva seconda ma conquista pubblico e giudici. Gina Lollobrigida diventa famosa prima all'estero che in Italia ed è per molti decenni l'unica diva italiana (insieme ad Alida Valli) amata dai registi americani. Tornata in Italia lavora con Pietro Germi ("La città si difende") e con Carlo Lizzani ("Achtung banditi"). Il primo successo personale e' però fuori dai confini: il francese "Fanfan la Tulipe" con Gerard Philipe nel 1952. Recita per Rene Clair, Alessandro Blasetti, Mario Monicelli e Steno, Mario Soldati e finalmente diventa diva in patria con il trionfale "Pane amore e fantasia" di Luigi Comencini (1953). Intanto Gina coglie decine di successi all'estero. La sua carriera sul set è meno lunga della sua vita artistica solo perché all'inizio degli anni '70 decide che la sua passione la porta altrove: lascia il cinema (a cui tornerà solo vent'anni dopo) per diventare fotografa. Ma la sua sete di vita la porterà ancora altrove: si cimenta come scultrice e con le sue mostre fa il giro del mondo. Ben più tormentata la vita personale: si è sposata una sola volta (nel 1949 col medico sloveno Milko Skofic da cui ebbe un figlio e da cui divorzio' nel 1971), passati i 90 anni ha rivelato di essere stata stuprata giovanissima spiegando che questo dolore aveva segnato tutta la sua vita. Nel 2006 ha annunciato di voler sposare lo spagnolo Javier Rigau ben più giovane di lei, ma poi il matrimonio fu negato da entrambi e comunque annullato dalla Sacra Rota. Ancora oggi battaglia in tribunale col figlio Andrea Milko. (ANSA).

Golf: Superlega; Grace vince a Portland, successo vale 4 mln

(ANSA) - ROMA, 03 LUG - Anche la seconda tappa della Superlega araba va a un sudafricano. Dopo il successo di Charl Schwartzel a Londra, è arrivato quello di Branden Grace a Portland. Il 34enne di Pretoria, con un round finale chiuso in 65 (-7) su un totale di 203 (69 69 65, -13) colpi, ha superato la concorrenza del messicano Carlos Ortiz, secondo con 205 (-11) davanti agli americani Patrick Reed e Dustin Johnson, entrambi 3/i con 207 (-9). Il successo in Oregon ha fruttato a Grace 4 milioni di dollari, praticamente un terzo di quanto ha guadagnato in tutta la sua carriera sul PGA Tour (12.226.197). Il titolo, nella gara a squadre, lo ha invece conquistato - con un totale di "-23" - il team "4 ages GC" capitanato da Dustin Johnson, ex numero 1 mondiale, con Patrick Reed, Pat Perez e Talor Gooch. Un exploit che ha consentito loro d'incassare 750.000 dollari ciascuno, con la compagine di Grace (per lui altri 375.000 dollari in aggiunta ai 4.000.000 ricevuti per l'exploit nella gara individuale) che s'è invece classificata al secondo posto. Intanto la LIV Golf ha annunciato anche l'ingaggio di Paul Casey. Il britannico, numero 26 al mondo, sarà tra i protagonisti del terzo evento del 2022 della Superlega araba, che si giocherà dal 29 al 31 luglio al Trump National Golf Club, in New Jersey. (ANSA).

Ucraina: Papa, 'no a mondo diviso tra potenze in conflitto'

(ANSA) - CITTÀ DEL VATICANO, 03 LUG - "La crisi ucraina avrebbe dovuto essere, ma se lo si vuole può ancora diventare, una sfida per statisti saggi capaci di costruire nel dialogo un mondo migliore per le nuove generazioni". Lo ha detto il Papa all'Angelus. "Con l'aiuto di Dio questo è sempre possibile ma bisogna passare dalle strategie di potere politico, economico e militare a un progetto di pace globale. No ad un mondo diviso tra potenze in conflitto, sì a un mondo unito tra popoli e civiltà che si rispettano", ha sottolineato il Papa. "Continuiamo a pregare per la pace in Ucraina e nel mondo intero. Faccio appello ai capi delle nazioni e delle organizzazioni internazionali perché reagiscano alla tendenza ad accentuare la conflittualità e la contrapposizione. Il mondo ha bisogno di pace: non una pace basata sull'equilibrio degli armamenti, sulla paura reciproca, no, questo non va. Questo vuol dire far tornare indietro la storia di settanta anni", ha aggiunto Papa Francesco. (ANSA).

Addio a Peter Brook, leggenda del teatro

(ANSA) - ROMA, 03 LUG - "Lo spirito, questa materia immateriale impossibile da giustificare e da mostrare, è l'unica giustificazione per l'evento teatrale", ha sempre affermato Peter Brook, una delle più grandi figure della scena teatrale internazionale, e oggi scompare a 97 anni (era nato il 21 marzo 1925), con tutta la ricchezza del suo lavoro, la più mitica. Basterebbe ricordare il suo 'Marat-Sade' di Weiss a metà anni '60 e poi il colossale 'Mahabarata', spettacolo per Avignone del 1985 poi divenuto anche film e recentemente graphic novel. "La corda tesa è l'immagine che meglio rappresenta la mia idea di teatro", dichiarava, aggiungendo "non voglio insegnare nulla, non sono un maestro, non ho teorie". Per lui l'importante è sempre stata l'impressione, far scattare la fantasia, che più è libera, più è essenziale e forte il punto di partenza. Brook si è sempre impegnato per riuscire a far scomparire in scena ogni artificio, per far si' che il diaframma tra la vita e l'arte venisse superato, praticamente annullando il concetto di finzione davanti alla rivelazione di una verità esistenziale profonda. Così con lui il teatro diventava esperienza intima collettiva di vita, perchè "quando un gruppo di persone è riunito per un evento molto intenso, che deve esprimere tutto ciò che in poesia un grande autore può dare, lo spirito diventa tangibile come è tangibile che quest'impressione non si può avere in solitudine e il suo senso per tutti è che la vita può essere vissuta". Il teatro è stato nella vita di Brook sin da quand'era ragazzo, se firma la sua prima regia a 18 anni e quindi si fa notare come interprete delle opere di Shakespeare, tanto da diventare, prima, direttore del London's Royal Opera House e, nel 1962, della Royal Shakespeare Company, dove affianca ai classici una serie di opere moderne e lavori sperimentali ispirate in particolare al 'teatro della crudelta'' di Artaud, come un celeberrimo 'Marat-Sade' di Peter Weiss e 'Us' lavoro che faceva riferimento alla violenza della guerra in Vietnam. (ANSA).

LE FOTO

Muore cadendo dalla highline alla Sega di Ala, le foto del recupero

E' un 36enne di origini afgane residente a Bologna, Mustafa Kia, la vittima del lancio nel vuoto finito in tragedia ieri (2 luglio) sui Denti alla Sega di Ala. L'uomo si è lanciato da una highline, una apposita fettuccia assicurata e tesa tra due sostegni a una quota di circa 1.400 metri. LE FOTO del recupero da parte dei vigili del fuoco (foto Stefano Gaiga)









Cronaca









Dillo al Trentino