Dottori speciali curano i Teddy Bears, così i più piccoli superano la paura dell'ospedale

Bolzano, da oggi (15.4.2019) e fino a mercoledì 17 aprile un folto gruppo di “TeddyDocs” sono a disposizione delle classi scolastiche e dei bambini interessati, di età compresa fra i 3 ed i 7 anni, che avranno la possibilità di portare il loro pupazzo preferito all' "Ospedale dei Teddy Bear". Ogni giocattolo "malato" o "ferito" verrà esaminato, curato e infine "guarito". Bimbi ed orsacchiotti verranno dimessi con tanto di certificato medico, anamnesi e cure a base di frutta, yogurt, biscotti e tante coccole. Il progetto è sostenuto e patrocinato dall’Azienda sanitaria dell’Alto Adige, dall’Assessorato alla Salute, dall'AMSA – Austrian Medical Students’ Association, dalla Croce Bianca, dall'Avis, dalla Città di Bolzano, dalla Scuola Superiore di Sanità Claudiana, dall’Associazione...

Gallerie

L'INIZIATIVA

Dottori speciali curano i Teddy Bears, così i più piccoli superano la paura dell'ospedale

Bolzano, da oggi (15.4.2019) e fino a mercoledì 17 aprile un folto gruppo di “TeddyDocs” sono a disposizione delle classi scolastiche e dei bambini interessati, di età compresa fra i 3 ed i 7 anni, che avranno la possibilità di portare il loro pupazzo preferito all' "Ospedale dei Teddy Bear". Ogni giocattolo "malato" o "ferito" verrà esaminato, curato e infine "guarito". Bimbi ed orsacchiotti verranno dimessi con tanto di certificato medico, anamnesi e cure a base di frutta, yogurt, biscotti e tante coccole. Il progetto è sostenuto e patrocinato dall’Azienda sanitaria dell’Alto Adige, dall’Assessorato alla Salute, dall'AMSA – Austrian Medical Students’ Association, dalla Croce Bianca, dall'Avis, dalla Città di Bolzano, dalla Scuola Superiore di Sanità Claudiana, dall’Associazione Comedicus, dall’Unità cinofila di Bolzano e da numerose e note aziende altoatesine. L’iniziativa “Teddybärkrankenhaus”, che vede le sue origini nell’Europa del nord, consiste in una simulazione ospedaliera adatta a bambini e bambine delle scuole per l’infanzia e delle prime classi della scuola primaria. L'obiettivo del progetto è quello far superare ai più piccoli la paura dell’ospedale e delle visite mediche, dando loro l'opportunità di affrontarla in modo giocoso (foto DLife)

IL NUOVO STADIO

Bolzano, posata la prima pietra, in due anni il Druso sarà da serie B

Presentati i lavori di ristrutturazione dello Stadio Druso di Bolzano. Un intervento di riqualificazione e ampliamento dell'impianto per elevarlo agli standard della serie B calcistica italiana, con la capienza che passerà dagli attuali 3.000 a 5.500 posti a sedere. Le due tribune saranno allungate e portate fino a bordo campo dove spariranno le corsie per l'atletica. Potenzialmente il Druso, con l'aggiunta delle curve (tribune fisse o mobili), potrebbe arrivare ad una capienza di 10.000 posti a sedere. Due anni la durata dei lavori senza alcuna interruzione dell'attività calcistica, se non la prossima estate a campionato comunque fermo per rifare completamente il manto erboso, con tanto di impianto di riscaldamento del terreno. Oltre 15 milioni di Euro la spesa complessiva prevista per un' opera in gran parte finanziata dalla Provincia (foto Matteo Groppo)

LE IMMAGINI

Rovereto, è subito Sgarbi - show: "Ecco come sarà il mio Mart"

Il critico d'arte e neopresidente del Museo, affiancato dal governatore Fugatti e dall'assessore alla cultura Bisesti, ha illustrato in una conferenza stampa propositi e obbiettivi della sua gestione. All'evento anche il direttore del "Trentino" Paolo Mantovan (foto di Matteo Festi). LEGGI L'ARTICOLO: "Voglio un museo gratis e per tutti. Ci porterò Canova e Caravaggio" - GUARDA IL VIDEO: "Serve un rapporto più stretto con la città"

 

Leonardo: apre a Torino la mostra 'Disegnare il futuro'

Torino partecipa alle celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, che cadono proprio oggi, con l'inaugurazione di una grande mostra ai Musei Reali, aperta fino al 14 luglio. Esposti due tra i simboli dell'arte e del pensiero scientifico del maestro, il celebre Autoritratto e il Codice sul volo degli uccelli donato da Teodoro Sabachnikoff al Re Umberto I nel 1893. La mostra, che si intitola 'Leonardo Da Vinci. Disegnare il futuro', "focalizza l'attenzione sul disegno di Leonardo mettendo in dialogo i suoi lavori con analoghe esperienze di altri grandi del tempo, ma anche contemporanei come i 3 artisti che accompagnano l'Autoritratto nell'ultima sala della mostra, Luigi Ontani, Alberto Savinio e Salvo", spiega Pietro Folena, presidente dell'associazione Metamorfosi che ha allestito la mostra. (ANSA).

Blitz contro i Casamonica, 23 arresti

ROMA, 15 APR - Nuovo blitz dei carabinieri contro presunti appartenenti al clan Casamonica. I militari del Comando provinciale di Roma hanno eseguito 23 misure cautelari, emesse dal gip di Roma su richiesta della procura di Roma, nei confronti di appartenenti alle famiglie Casamonica, Spada e Di Silvio, tra cui 7 donne. Gli indagati sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di estorsione, usura, intestazione fittizia di beni, spaccio di stupefacenti. Reati in buona parte commessi con l'aggravante del metodo mafioso. Le indagini che hanno portato alla nuova operazione sono la prosecuzione dell'operazione 'Gramigna' che la scorsa estate fece scattare misure nei confronti di altri 37 appartenenti al clan. "Grazie alle forze dell'ordine e agli inquirenti, nessuna tregua ai criminali" commenta il ministro dell'Interno Matteo Salvini. L'operazione è scattata all'alba e ha visto all'opera circa 150 militari. E' un'operazione "di ripristino della legalità" dice il sindaco di Roma Virginia Raggi, "la reazione dello Stato c'è". (ANSA).

Golf: numeri e record, le imprese di Woods

Il Masters Tournament per dimostrare a chi ancora non credeva in un suo ritorno tra i grandi. Il trionfo ad Augusta per tornare a dare l'assalto a record e classifica mondiale. Tiger Woods adesso può davvero sognare e polverizzare ogni primato. Con la vittoria in Georgia (Stati Uniti) ha conquistato la quinta Green Jacket in carriera avvicinando il record (sei) di Jack Nicklaus. Non solo. Sono ora quindici i Major nel palmares del californiano contro i diciotto dell' "Orso d'oro del golf", Nicklaus. Ma c'è di più. I trionfi sul PGA Tour del nuovo numero sei mondiale sono ora ottantuno contro gli ottantadue del recordman Sam Snead. Come se già non bastasse, Woods è tornato nella Top 10 mondiale otto anni dopo l'ultima volta. Non accadeva dal 2011. Mentre era dal 2008 che non riusciva a imporsi in un torneo del Grande Slam. L'ultima prodezza risaliva infatti agli Us Open di Torrey Pines (California). Ad Augusta Woods ha vinto per la prima volta un Major senza partire da leader nell'ultimo giro. Dando seguito alla tradizione favorevole col Masters dove s'è sempre affermato quando s'è trovato sul punteggio di -11 colpi dopo 54 buche. (ANSA).

Migranti: Salvini, sono indagato

(ANSA) - MILANO, 15 APR - Il ministro dell'Interno Matteo Salvini è stato nuovamente iscritto nel registro degli indagati per il reato di "sequestro di persona commesso in Siracusa dal 24 al 30 gennaio 2019". Lo ha detto lo stesso Salvini a Monza spiegando che il procuratore Carmelo Zuccaro ha presentato una "contestuale richiesta di archiviazione".

Golf, anche Obama celebra Tiger Woods

ROMA, 15 APR - Da Barack Obama a Kobe Bryant a LeBron James e Serena Williams. Un autentico plebiscito ha celebrato il quindicesimo successo Major in carriera di Tiger Woods, arrivato 11 anni dopo l'ultima impresa targata Us Open 2008. "Congratulazioni, Tigre. Tornare a vincere il Masters Tournament dopo tutti gli alti e bassi che hai avuto è una testimonianza di eccellenza, grinta e determinazione". Obama su twitter ha omaggiato così il campionissimo californiano che, ad Augusta, ha conquistato la 5/a "Green Jacket" avvicinando il record di Jack Nicklaus (6). Per James, il "Prescelto", Tiger è "fonte d'ispirazione". Braccia al cielo, invece, per Bryant. Mentre per Stephen Curry quella di "Big Cat" è una delle "più grandi rimonte nella storia dello sport. Congratulazioni, fammi indossare una di quelle giacche verdi almeno una volta". "Letteralmente in lacrime", Serena Williams: "Woods è grande come nessun altro. Passare tutto quel che ha passato e tornare a vincere un torneo così importante non è da tutti. Wow".

LE IMMAGINI

Nelle acque dell'Adige, tra Sinigo e Bolzano, spunta anche una cassaforte

Nella mattinata di sabato, una trentina di volontari hanno ripulito il tratto di fiume tra Sinigo e Bolzano, trovando davvero di tutto. «Un divano intero, gettato letteralmente nel fiume – racconta Juris Panzani, responsabile di zona della Fipsas bolzanina, che ha partecipato in prima persona alla raccolta – l’intero arredo di un camper, compreso il water, tanti pneumatici, e perfino una cassaforte, bottino di un furto compiuto tempo fa a Brunico di cui gli stessi banditi hanno voluto disfarsi, gettandola nell’Adige. Quando abbiamo capito di cosa si trattava, abbiamo chiesto l’intervento della Polizia». Una vera e propria discarica, insomma, nella quale tante, troppe persone gettano tutto ciò che non possono o non vogliono tenere in casa. Alla fine, in una mattinata, sono stati raccolti circa 600/700 chili di rifiuti, che nei prossimi giorni saranno portati in discarica dagli addetti dell'Agenzia Protezione Civile. All’iniziativa hanno preso parte volontari della Fipsas di Bolzano, dell’Associazione pescatori di Bolzano, dell’Associazione pescatori di Appiano e l’associazione di rafting e canottaggio DRD4 di Merano, con il suo gruppo giovanile.