Piaggio Aero: sindacati e lavoratori presidio in Prefettura

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - Incontreranno il prefetto Fiamma Spena i sindacati e le rsu di Piaggio Aero in presidio questa mattina con i lavoratori davanti al palazzo del Governo per chiedere certezze sul pagamento degli stipendi ma non solo: "Abbiamo appena saputo - ha detto Antonio Caminito, Fiom Cgil - che il tribunale di Savona ha sbloccato lo stipendio di novembre. A questo punto chiediamo al commissario di farsi sbloccare anche tutta la tredicesima e non di pagarne solo un dodicesimo come ha annunciato ieri a Genova". Importante resta la convocazione di un incontro al Mise che i sindacati chiedono sia fatto prima di Natale: "Per noi è fondamentale incontrare il ministro Di Maio - dice Alessandro Vella, segretario Fim Cisl - e sapere che fine hanno fanno i 766 milioni di di finanziamento per i droni che...

Gallerie

Piaggio Aero: sindacati e lavoratori presidio in Prefettura

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - Incontreranno il prefetto Fiamma Spena i sindacati e le rsu di Piaggio Aero in presidio questa mattina con i lavoratori davanti al palazzo del Governo per chiedere certezze sul pagamento degli stipendi ma non solo: "Abbiamo appena saputo - ha detto Antonio Caminito, Fiom Cgil - che il tribunale di Savona ha sbloccato lo stipendio di novembre. A questo punto chiediamo al commissario di farsi sbloccare anche tutta la tredicesima e non di pagarne solo un dodicesimo come ha annunciato ieri a Genova". Importante resta la convocazione di un incontro al Mise che i sindacati chiedono sia fatto prima di Natale: "Per noi è fondamentale incontrare il ministro Di Maio - dice Alessandro Vella, segretario Fim Cisl - e sapere che fine hanno fanno i 766 milioni di di finanziamento per i droni che sono fermi da otto mesi in commissione". Per la Fiom genovese quello che serve per garantire il futuro è "un vero piano industriale perché i droni da soli non garantiscono il lavoro per tutti. E dovrebbero anche spiegarci come hanno fatto a lasciarsi scappare i proprietari di Abu Dhabi e chi li sostituirà".

Golf: nuovo riconoscimento Molinari,membro onorario Eurotour

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - La vittoria show nell'Open Championship a Carnoustie (Scozia) ha permesso a Francesco Molinari di conquistare non solo il 1/o major in carriera, ma anche di diventare membro onorario dell'European Tour. Il board del massimo circuito continentale, dopo aver decretato l'azzurro come miglior player del 2018, gli ha riservato un altro riconoscimento. "E' un momento incredibile per me - le parole del campione italiano -, l'ennesimo sogno che si realizza. Quando smetterò riuscirò davvero a capire l'importanza di questi premi". Nell'anno dei record il piemontese, in corsa per aggiudicarsi il premio "World Sport Star of the Year" della BBC, si gode il suo periodo d'oro. Nuovo Honorary Life Membership dell'European Tour, la figura di "Chicco" Molinari si aggiunge a quella dei mostri sacri del golf ad aver ricevuto un riconoscimento così prestigioso. (ANSA).

Matera 2019: Gigi Proietti conduttore diretta inaugurazione

(ANSA) - POTENZA, 12 DIC - Sarà Gigi Proietti a guidare la diretta televisiva della Rai - che durerà quasi un'ora - durante la quale, il 19 gennaio 2019, Matera inaugurerà l'anno da Capitale europea della Cultura: lo ha annunciato a Tito (Potenza) - partecipando ad un'iniziativa promossa dall'Eni - il presidente della fondazione Matera-Basilicata 2019, Salvatore Adduce. Confermando anche la presenza a Matera, il 19 gennaio, del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, Adduce ha ricordato alcune delle iniziative programmate per il 2019. La prima riguarda il "passaporto" - che è già in vendita on line - per assistere a tutte le manifestazioni in programma a Matera nel 2019. Il "documento" costa 12 euro per i lucani e 19 per coloro che vivono altrove: "L'intento, insieme al carattere complessivo di 'Matera 2019' - ha spiegato Adduce - è quello di portare a Matera degli 'abitanti culturali'". Ciascun visitatore, comunque, potrà portare a Matera - per lasciarvelo - un oggetto a cui è legato: alla fine del 2019 sarà allestita una mostra con tutti gli oggetti "lasciati" a Matera. La mostra - ha detto Adduce - "si prolungherà nel 2020".

Il Mattino, traccia porta a Domenico Starnone per Ferrante

(ANSA) - NAPOLI, 11 DIC - Chi è la misteriosa Elena Ferrante? Una nuova traccia porta a Domenico Starnone, lo scrittore napoletano autore del romanzo "Via Gemito". A evidenziarla è il quotidiano Il Mattino, con una serie di articoli a firma di Vittorio Del Tufo. È una traccia familiare e interna al Rione Luzzatti, il quartiere popolare della periferia orientale di Napoli dove è ambientata la storia di Lina e Lenuccia, le due bambine protagoniste del romanzo della Ferrante e della serie tv in onda in questi giorni su Rai Uno con la regia di Saverio Costanzo. Come ha raccontato al Mattino la cugina dello scrittore, Nunzia Mattiacci, "Domenico da ragazzino frequentava il rione. Veniva spessissimo a trovare i parenti, che abitavano qui... ricordo che aveva sempre con sé un quaderno sul quale disegnava e prendeva appunti di ogni tipo. Eravamo ragazzini, ma non avevamo dubbi sul fatto che da grande sarebbe diventato uno scrittore". Il racconto è stato confermato da altri familiari dello scrittore napoletano, già da tempo considerato - in tandem con la moglie Anita Raja, traduttrice per la e/o, la casa editrice che pubblica la Ferrante - come il "mister x" che si nasconde dietro i libri della scrittrice misteriosa, i cui libri sono conosciuti e venduti in tutto il mondo. Anche i nomi che compaiono nel libro (e nella serie tv) non sarebbero nomi di fantasia. "Sono nomi di famiglia - la famiglia Mattiacci, innanzitutto, ma anche altre famiglie del rione - che lo scrittore avrebbe utilizzato per comporre il suo mosaico fino a far vita a quello straordinario affresco che è L'amica geniale". Dunque Starnone, che da ragazzo frequentava il Rione Luzzatti, avrebbe utilizzato i nomi di famiglia (dei cugini, in particolare) "attribuendo però a ciascun personaggio tratti un po' dell'uno che dell'altro, e divertendosi a mescolare le carte". (ANSA).

Brexit: Juncker, accordo raggiunto è l'unico possibile

(ANSA) - STRASBURGO, 11 DIC - Al Consiglio europeo "avremo un ospite a sorpresa: la Brexit. Sono sorpreso perché ci eravamo messi d'accordo con il governo britannico e a quanto pare ci sono problemi quando ci si avvicina alla meta". Così il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker riferendo alla Plenaria del Parlamento Ue sul prossimo Consiglio europeo. "Incontrerò la premier britannica May questa sera, l'accordo che abbiamo raggiunto è il migliore possibile, l'unico possibile, non c'è margine di manovra per nuovo negoziato", ha aggiunto. (ANSA).

Calcio: Iniesta in visita al Barça, "Messi n.1 della storia"

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - Visita a sorpresa di Andres Iniesta alla 'Ciutat Esportiva Joan Gamper' di Barcellona che è stata la sua casa per 22 anni. Il fuoriclasse spagnolo, che gioca oggi tra le fila dei giapponesi del Vissel Kobe, ha voluto salutare i suoi ex compagni, emozionati come si vede nel video postato dal club sui social, accompagnando il suo ritorno via twitter con un nostalgico e romantico: "Tornare è sempre speciale". Intervenuto poi ad un evento pubblicitario 'Don Andres' ha parlato un po' di tutto, dal caso Dembelè ("E' un giocatore molto valido per il Barça, deve correggere alcuni errori ma non uccidetelo"), al Pallone d'Oro appena assegnato: "Messi al quinto posto non è un insulto, ma resta il miglior giocatore della storia, è un giocatore che ha tutto: testa, dribbling, destro, sinistro, non ho visto mai nessuno fare quello che fa lui e ogni anno migliora. Arrivare una volta quinto non è un insulto e comunque sarebbe brutto dire che è ingiusto che abbia vinto Modric, perchè ha avuto una grande stagione". Dopo la pressione vissuta in Spagna e in Europa il futuro di Iniesta adesso si chiama Giappone, un Paese - dice l'ex numero 8 blaugrana - "che ha sorpreso in tutto, il modo di essere, quello che trasmette e, soprattutto, la pace, le persone sono calme e non si stressano". (ANSA).