Giochi '26: Malagò,in Italia non si riesce neanche a partire

"Io ho sempre sostenuto una tesi, visto che manca un anno al voto e otto alle Olimpiadi: cercate di rimanere uniti, compatti, poi una volta che parte la nave e vinciamo la candidatura, chissà quante altre cose possono modificarsi, ma non litighiamo adesso. Perché invece è accaduto? Non credo di dire una cosa sconosciuta all'opinione pubblica, credo ci sia di mezzo la politica a tutti i livelli: locale, regionale, nazionale. Questo è poco ma sicuro". Lo dice il presidente del Coni, Giovanni Malagò, commentando l'attuale situazione che si è venuta a creare attorno alla candidatura dell'Italia per i Giochi del 2026. "Negli ultimi 50 anni - ha aggiunto - tutto il mondo sportivo che conta ha avuto una parte in causa nelle vicende olimpiche o perché ha ottenuto l'assegnazione dei Giochi o perché si è candidato....

Gallerie

Giochi '26: Malagò,in Italia non si riesce neanche a partire

"Io ho sempre sostenuto una tesi, visto che manca un anno al voto e otto alle Olimpiadi: cercate di rimanere uniti, compatti, poi una volta che parte la nave e vinciamo la candidatura, chissà quante altre cose possono modificarsi, ma non litighiamo adesso. Perché invece è accaduto? Non credo di dire una cosa sconosciuta all'opinione pubblica, credo ci sia di mezzo la politica a tutti i livelli: locale, regionale, nazionale. Questo è poco ma sicuro". Lo dice il presidente del Coni, Giovanni Malagò, commentando l'attuale situazione che si è venuta a creare attorno alla candidatura dell'Italia per i Giochi del 2026. "Negli ultimi 50 anni - ha aggiunto - tutto il mondo sportivo che conta ha avuto una parte in causa nelle vicende olimpiche o perché ha ottenuto l'assegnazione dei Giochi o perché si è candidato. Noi siamo gli unici che negli ultimi tempi, malgrado intenzione, presupposti e consentitemi di dire anche una fortissima credibilità internazionale sul comitato olimpico, non riusciamo neanche a partire".

L'ADDIO

Goran e la sua chitarra, assieme fino all'ultimo

Si sono tenuti questo pomeriggio i funerali di Goran Kuzminac, spentosi dopo una lunga malattia all'età di 65 anni. La musica ha accompagnato anche l'ultimo viaggio del cantautore serbo e trentino d'adozione. Tra i suoi più grandi successi “Ehi, ci stai” e “Stasera l’aria è fresca”. Tra le collaborazioni illustri, tra tour e studio, quelle con Venditti, De Gregori, Dalla, Ron e Ivan Graziani (foto Romano Magrone/Agenzia Panato) 

Nautica: al via il 58/mo Salone di Genova

(ANSA) - GENOVA, 20 SET - Al via il 58/0 Salone Nautico Internazionale di Genova. La presidente di Ucina Confindustria Nautica, Carla Demaria, ha accolto all'inaugurazione il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, e le altre autorità, tra cui il Sottosegretario agli Affari Esteri Manlio Di Stefano, il presidente della Regione Giovanni Tori, il sindaco Marco Bucci, il presidente di Ice Agenzia Michele Scannavini. Durante la cerimonia inaugurale è entrata in porto la fregata lanciamissili Virginio Fasan (F 591) della Marina Militare Italiana in segno di omaggio per salutare l'alzabandiera. "La presenza della fregata Virginio Fasan è un grande onore per tutti noi - ha detto Demaria -. Ringraziamo la Marina Militare per questa opportunità è l'ennesimo segnale di attenzione per Genova". L'inaugurazione è slittata per attendere il ministro che ha incontrato gli sfollati per il crollo di ponte Morandi. All'edizione sono presenti 948 espositori. Il Salone, che si chiude il 25 settembre, punta a superare i 150mila visitatori.

Salisburgo, al via vertice Ue

(ANSA) - SALISBURGO, 20 SET - Prende il via a Salisburgo il vertice straordinario europeo, dedicato oggi alla sicurezza e alla Brexit in formato a 27. In agenda formalmente non c'è l'immigrazione, ma Frontex sarà tra i temi del dossier sicurezza e dunque i 27 continueranno di fatto a parlare di tutela delle frontiere e migrati. Tema che ha occupato la maggior parte della lunga cena di lavoro di ieri dei capi di stato e di governo, durata oltre quattro ore. Tra le proposte emerse quella che i paesi Ue che non accolgono i migranti possano dare un contributo economico.

Champions: quanti meme irridenti, Spagna non fa sconti a CR7

(ANSA) - ROMA, 20 SET - Campeggia sulla home page di tutti i siti spagnoli la notizia dell'espulsione di Cristiano Ronaldo al 29' della sua prima apparizione in Champions con la maglia della Juventus. Stampa concorde nell'affermare che il rosso diretto per il fallo su Murillo è meritato perché il portoghese, uscito incredulo ed in lacrime, avrebbe tirato i capelli dell'avversario già a terra. Il più severo è 'Mundo Deportivo' (non a caso di Barcellona), secondo il quale CR7 si sarebbe macchiato di una ventina di aggressioni (c'è tanto di elenco con nomi e date), sia con la maglia del Real Madrid che in Nazionale. E ricorda che quello di ieri sera è l'11/o rosso in carriera del cinque volte Pallone d'Oro (dopo i 4 con il Manchester United ed i 6 con il Real), 6 per rosso diretto e 5 per doppia ammonizione. Più ironico 'Marca' che pubblica una galleria di meme apparsi sui social dopo il fattaccio, molti con l'immagine di Ronaldo in lacrime: si va dal "quando hanno fischiato un rigore alla Juve... ma ti hanno espulso da 5 minuti e non lo puoi tirare" a "quando non hai letto la clausola in piccolo sul contratto che diceva 'da questo momento gli arbitri non sono più tuoi amici visto che lasci il Real' ", passando per un Omer Simpson che espone il cartello 'la fine è vicina' sormontato dalla scritta "rosso a Cristiano Ronaldo per fallo senza palla" o un Ronaldo piangente che grida "Florentino, dove sei?". 'As' riporta invece le immagini del contatto tra Ronaldo ed il difensore colombiano, sostenendo che lo juventino avrebbe tirato i capelli di Murillo - almeno secondo l'interpretazione che ne ha dato l'arbitro tedesco Brych, richiamato dal quarto uomo Fritz - anche se il portoghese sembra poggiargli solo una mano sulla testa, senza commettere un gesto violento. (ANSA).

LE FOTO

E' morta Inge Feltrinelli, aveva 87 anni

ROMA, 20 SET - E' morta Inge Feltrinelli. Fotoreporter e poi editrice che voleva cambiare il mondo con i libri: ha avuto una vita straordinaria in cui c'è la storia del Novecento italiano ed europeo. Nata in Germania il 24 novembre 1930, figlia di ebrei tedeschi, Inge Schoenthal Feltrinelli, naturalizzata italiana, era "un vero vulcano di idee, curiosità, gentilezza" come l'aveva definita Amos Oz.(ANSA).

LE IMMAGINI

"Intrecciante", la squadra interculturale debutta in campionato

L’asd Intrecciante è un piccolo esempio pratico di inclusione e dialogo interculturale. Intreccia le storie di un gruppo di 30 ragazzi/e provenienti da differenti realtà della città di Trento: operatori del mondo dell’accoglienza, giovani richiedenti asilo ospitati nelle residenze della città, studenti universitari, alcuni rappresentanti del mondo del calcio locale; tutti coinvolti attivamente nel processo decisionale che ha condotto alla nascita di questa associazione unica nel panorama sportivo trentino. Intrecciante è testimonial diretta di come lo sport possa rappresentare un potente strumento di incontro e socializzazione fra giovani di differenti background e provenienze, a partire proprio dal suo Direttivo che vede convivere al suo interno tutte queste diversità. Grazie al progetto “GOAL! Fare rete contro il razzismo”, finanziato da Fondazione Caritro e coordinato da Uisp - Comitato del Trentino in collaborazione con Atas Onlus e Kaleidoscopio Scs, i ragazzi di questa associazione sportiva dilettantistica avranno la possibilità di partecipare al prossimo campionato amatori di calcio a 11 Figc e di realizzare un terzo tempo a fine partita, coinvolgendo la squadra avversaria e la comunità locale (foto Facebook /Intrecciante e agenzia Panato)

Moto: Aragon, Rossi, voglio lottare per il podio

ROMA, 19 SET - "Un altro intenso gran premio ci sta aspettando. Il circuito di Aragon non è uno dei nostri preferiti, ma faremo tutto il possibile e come sempre cercheremo di fare del nostro meglio": parola di Valentino Rossi che in vista del gran premio di Aragon non nasconde le sue ambizioni e dice chiaramente di puntare al podio. "Recentemente abbiamo fatto un test - le parole di Rossi al sito della Yamaha - e useremo tutti i dati disponibili per migliorare le nostre prestazioni durante il fine settimana. Vogliamo lottare per il podio, e sarà importante lavorare bene sin dal primo giorno, perché vogliamo essere di nuovo sul podio".

Tv: Cristina Parodi, racconto Italia positiva e coraggiosa

(ANSA) - MILANO, 19 SET - "Questo è il racconto di un'Italia bellissima che è capace di affrontare e risolvere le difficoltà con tanto cuore e coraggio". Così Cristina Parodi ha presentato il programma che condurrà da domenica 23 settembre alle 17:35 su Raiuno, 'La prima volta'. Prodotto nel centro di produzione di Torino, in collaborazione con Fremantle, per la regia di Fabrizio Guttuso, il contenitore si articola in tre storie per ogni puntata, tra piccole sfide, imprese da portare a termine, traguardi da raggiungere. "Con questo programma si completa il rinnovamento della domenica di Rai1, con una prima metà un po' pop e la seconda più riflessiva - ha detto il direttore di rete Angelo Teodoli -. È un programma su cui abbiamo investito molto ed è nella linea di avvicinarsi alla gente in modo positivo". (ANSA).