Gallerie

LE IMMAGINI

Arrestato Assange: portato via di peso dall'ambasciata ecuadoriana. Proteste in tutto il mondo

Il fondatore di WikiLeaks Julian Julian Assange è stato arrestato all'ambasciata dell'Ecuador a Londra dopo che Quito ha revocato la concessione dell'asilo al giornalista australiano. E' stato sollevato e portato via di peso da sette agenti in borghese della polizia di Londra: è quanto si vede in un video trasmesso da Sky News. Al momento del suo arresto Assange aveva in mano un libro di Gore Vidal. Assange stato riconosciuto colpevole immediatamente di fronte alla Westminster Magistrates' Court di Londra di aver violato i termini della cauzione nel 2012 per non essersi presentato allora dal giudice ed essersi invece rifugiato nell'ambasciata dell'Ecuador. Per questo reato rischia una pena fino a 12 mesi di carcere nel Regno Unito (la sentenza precisa sarà definita più avanti) in attesa che le autorità britanniche decidano anche sulla richiesta di estradizione presentata dagli Usa. Il fondatore di Wikileaks è accusato dagli Usa di cospirazione con Chelsea Manning nel 2010 finalizzata alla pirateria informatica: lo ha reso noto il dipartimento di giustizia americano. Se condannato, rischia sino ad un massimo di 5 anni. Il dipartimento di giustizia americano ha confermato che l'arresto del fondatore di Wikileaks Julian Assange è stato eseguito sulla base del trattato di estradizione tra Usa e Gran Bretagna. Moltissime le proteste, in campo politico e giornalistico, in tutto il mondo per l'arresto. A Londra, davanti a Westminster, ha manifestato anche la stilista Vivienne Westwood (foto Ansa - Epa - Ruptly Tv / Facebook )

Beni artistici: recuperati quadri rubati a Castello Agliè

(ANSA) - TORINO, 11 APR - Ritornano al castello di Agliè (Torino) tre dipinti settecenteschi rubati il 24 ottobre 1980 insieme ad altre 29 opere. I quadri sono stati recuperati dai carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale, che li hanno individuati a seguito di controlli periodici effettuati sui siti web delle case d'asta e dedicati al commercio di beni d'arte. Si tratta di tre dipinti degli artisti Angelo Maria e Giovanni Crivelli, padre e figlio, attivi per i Savoia a Stupinigi e autori di scene di caccia e di cortile per la committenza piemontese, ligure ed emiliana. Rubate nel 1980 e vendute sul mercato nero, le opere vennero acquistate da un collezionista emiliano a pochi mesi dal loro furto e custodite in un'abitazione privata sino al 2017, quando sono comparse sul mercato presso una nota case d'aste lombarda. I carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale hanno comparato le immagini e la descrizione complessiva delle opere con la Banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti, il più completo archivio di opere d'arte rubate esistente al mondo. Sino ad oggi, dei 32 quadri trafugati quarant'anni fa ne sono stati recuperati 22.(ANSA).

Tennis: Open Bnl. Malagò, quando uniti siamo imbattibili

(ANSA) - ROMA, 11 APR - "Ancora una volta oggi si sta dimostrando che quando siamo tutti uniti e quando remiamo tutti nella stessa direzione siamo quasi imbattibili, di questo sono particolarmente orgoglioso perché è un elemento che sta contraddistinguendo lo sport italiano più di altri settori". Lo ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malagò,, intervenendo alla presentazione della 76esima edizione degli Internazionali Bnl d'Italia di tennis alla sala dei Galeoni a Palazzo Chigi. "Se questa manifestazione gode di così alto successo - ha aggiunto Malagò - questo è dovuto al prestigio e alla credibilità del nostro sistema sportivo e della cornice del Foro Italico". "Un appuntamento annuale cresciuto anno dopo anno - ha concluso il capo dello sport italiano - sembrava quasi impossibile migliorarci ma questo è avvenuto costantemente. È un merito di tutti, della la federazione che ha creduto moltissimo in questo percorso e da quando sono presidente del Coni abbiamo dimostrato un'eccellente partnership su organizzazione sportiva e servizi collaterali. Anche grazie al lavoro di Sergio Palmieri e Diego Nepi (direttori del torneo, ndr)".(ANSA).

Sudan, migliaia in festa per addio Bashir

KHARTOUM, 11 APR - Decine di migliaia di sudanesi sono confluiti cantando e ballando nel centro della capitale del Sudan, Khartoum, per festeggiare la deposizione di Omar al-Bashir. Gli organizzatori della protesta però rifiutano che i militari insedino uno dei loro uomini al posto del presidente: e temendo un perpetuarsi del regime di Bashir, hanno esortato i contestatori a mantenere il loro principale sit-in davanti al quartier generale delle forze armate per tenere alta la pressione.

F1 Cina: Vettel,vedo Mercedes più vicine rispetto Bahrain

(ANSA) - ROMA, 11 APR - ''E' la terza gara in Cina e andiamo in condizioni diverse, vediamo cosa accadrà, mi aspetto che le Mercedes siano più vicine rispetto al Bahrain''. Queste le prime impressioni di Sebastian Vettel in vista del Gran Premio di Cina a Shanghai. ''Credo - aggiunge il tedesco della Ferrari ai microfoni di Sky - che ci sarà una battaglia molto ravvicina tra noi e la Mercedes e spero che ci sia tanto rosso e giallo sul podio''.(ANSA).

TRAFFICO

MeBo, incidente nella galleria Castel Firmiano: traffico in tilt

Traffico di fatto bloccato questa mattina sulla MeBo in direzione Bolzano a seguito di un incidente verificatosi all'interno della galleria Castel Firmiano. Il tamponamento, che non ha provocato conseguenze particolari a mezzi e persone coinvolte, ha però creato una lunga colonna di vetture. In molti hanno così deciso di lasciare la MeBo all'uscita di Appiano, ma anche in statale, verso il capoluogo, si sono creati notevoli ingorghi.