Trump e Macron a cena, vince eleganza Melania e Brigitte

(ANSA) - NEW YORK, 23 APR - "Veramente fantastico": cosi, di ritorno alla Casa Bianca, il presidente americano Donald Trump ha risposto ai giornalisti che gli chiedevano come fosse andata la cena con il leader francese Emmanuel Macron svoltasi a Mont Vernon, la storica dimora di George Washington sulle rive del Potomac, in Virginia. Cena alla quale erano presenti anche la first lady Melania e la premiere dame Brigitte e che ha chiuso la prima giornata della visita di stato del presidente francese negli Stati Uniti. La prima da quando il tycoon si e' insediato alla Casa Bianca. Tra le due coppie e' sembrato subito scattare un gran feeling. Sia tra Donald ed Emmanuel, seppur molto diverso tra loro, ma soprattutto tra le due prime donne che con la loro eleganza in questa prima giornata hanno senza dubbio...

Gallerie

Trump e Macron a cena, vince eleganza Melania e Brigitte

(ANSA) - NEW YORK, 23 APR - "Veramente fantastico": cosi, di ritorno alla Casa Bianca, il presidente americano Donald Trump ha risposto ai giornalisti che gli chiedevano come fosse andata la cena con il leader francese Emmanuel Macron svoltasi a Mont Vernon, la storica dimora di George Washington sulle rive del Potomac, in Virginia. Cena alla quale erano presenti anche la first lady Melania e la premiere dame Brigitte e che ha chiuso la prima giornata della visita di stato del presidente francese negli Stati Uniti. La prima da quando il tycoon si e' insediato alla Casa Bianca. Tra le due coppie e' sembrato subito scattare un gran feeling. Sia tra Donald ed Emmanuel, seppur molto diverso tra loro, ma soprattutto tra le due prime donne che con la loro eleganza in questa prima giornata hanno senza dubbio rubato la scena ai mariti. A tavola, informano alla Casa Bianca, le due coppie presidenziali hanno gustato degli agnolotti di ricotta al limone e, come portata principale, sogliola di Dover con asparagi. Per finire, souffle' di cioccolato e gelato all'amarena. (ANSA).

Toronto: sale a 10 il numero delle vittime

(ANSA) - NEW YORK, 23 APR - Sale a dieci il numero delle persone uccise dall'uomo che a Toronto ha travolto con un furgone noleggiato la folla sul marciapiede. Lo ha detto la polizia durante un briefing con la stampa per aggiornate sugli sviluppi della situazione. Almeno quattro dei feriti verserebbero in gravi condizioni. (ANSA). CU/ S0B QBXB

Gb: cresce attesa media per Royal Baby, folla di reporter

(ANSA) - LONDRA, 23 APR - Cresce l'attesa dei media per l'annuncio della nascita del nuovo Royal Baby dei duchi di Cambridge, William e Kate, prevista oggi da un momento all'altro. Una folla di reporter di testate britanniche e internazionali si è assiepata da stamattina di fronte all'ingresso della Lindo Wing del St Mary's Hospital di Londra, nella zona di Paddington, come sottolinea anche Kensington Palace (residenza ufficiale dei duchi) in un tweet di questi ultimi minuti: "I media del mondo si sono radunati dinanzi alla Lindo Wing del St Mary's Hospital prima della nascita", vi si legge. Trattandosi ormai del terzo figlio della coppia, sembra viceversa meno numerosa la presenza della gente comune in strada rispetto a quanto accaduto per Charlotte e soprattutto per il primogenito George quasi 5 anni fa. Non mancano comunque diverse decine di curiosi e di ammiratori della famiglia reale. (ANSA).

Nashville, killer potrebbe avere 2 armi

(ANSA) - WASHINGTON, 22 APR - Prosegue la caccia a Travis Reinking, 29 anni di Morton (Illinois), l'autore della sparatoria in un locale di Nashville nella quale sono morte quattro persone ed altre tre sono rimaste ferite. Secondo la polizia il giovane potrebbe essere in fuga con due armi, dopo che un avventore, James Shaw, 29 anni, gli aveva tolto coraggiosamente il fucile Ar-15 evitando un bilancio più pesante di vittime.

Nicaragua: almeno 25 morti, Ortega pronto a trattare

Il presidente del Nicaragua Daniel Ortega ha detto che il suo governo è pronto ad avviare negoziati sulla riforma del sistema pensionistico nazionale che ha scatenato violenti scontri nel Paese provocando la morte, secondo le ultime stime, di almeno 25 persone, incluso un giornalista, da mercoledì scorso. L'ultimo bilancio delle vittime lo ha fornito il gruppo Cenidh che si batte per i diritti umani in Nicaragua. In un intervento trasmesso dalle tv nazionali, Ortega ha detto ieri di essere aperto ai negoziati in modo che "non ci sia più terrore per le famiglie nicaraguensi", sottolineando però che il dialogo avverrà solo con i rappresentanti del mondo imprenditoriale e non con altri settori della società. Ortega ha inoltre cercato indirettamente di giustificare il pesante intervento della polizia affermando che i dimostranti - gran parte dei quali sono studenti universitari - vengono manipolati da una non meglio specificata "minoranza" di interessi politici e sono stati infiltrati da gruppi criminali.

Kamikaze in centro elettorale a Kabul, almeno 9 morti

Un kamikaze si è fatto esplodere in un centro elettorale allestito in una scuola a Kabul uccidendo 9 persone e ferendone altre 56. Lo riferisce il portavoce del ministero dell'Interno. L'attentato è avvenuto nella scuola Asif Mael tra le persone in fila per registrarsi in vista delle elezioni del 20 ottobre. Dalla scuola, hanno riferito testimoni oculari, sono state viste uscire numerose allieve in lacrime. Una di esse ha postato su un social network la foto di quattro cadaveri a terra vicino ad alcune auto danneggiate. (ANSA).

Nicaragua: almeno 25 morti, Ortega pronto a trattare

Il presidente del Nicaragua Daniel Ortega ha detto che il suo governo è pronto ad avviare negoziati sulla riforma del sistema pensionistico nazionale che ha scatenato violenti scontri nel Paese provocando la morte, secondo le ultime stime, di almeno 25 persone, incluso un giornalista, da mercoledì scorso. L'ultimo bilancio delle vittime lo ha fornito il gruppo Cenidh che si batte per i diritti umani in Nicaragua. In un intervento trasmesso dalle tv nazionali, Ortega ha detto ieri di essere aperto ai negoziati in modo che "non ci sia più terrore per le famiglie nicaraguensi", sottolineando però che il dialogo avverrà solo con i rappresentanti del mondo imprenditoriale e non con altri settori della società. Ortega ha inoltre cercato indirettamente di giustificare il pesante intervento della polizia affermando che i dimostranti - gran parte dei quali sono studenti universitari - vengono manipolati da una non meglio specificata "minoranza" di interessi politici e sono stati infiltrati da gruppi criminali

India: pena morte a stupratori bimbe esaminata dal Congresso

(ANSA-AP) - NEW DELHI, 21 APR - Il governo indiano ha deciso di imporre la pena capitale ai condannati per stupro di bambine sotto i 12 anni di età: la misura, che passerà ora all'esame del presidente della Repubblica Ram Nath Kovind, dovrà anche essere approvata dal Congresso entro sei mesi prima di diventare legge. La decisione del governo segue la protesta popolare dopo lo stupro e l'uccisione di una bimba di 8 anni nello Stato di Jammu-Kashmir ed il presunto stupro di una bambina da parte di un parlamentare del Partito al potere nell'Uttar Pradesh.

Nicaragua: sale ad almeno 5 bilancio vittime scontri

E' salito ad almeno cinque il bilancio delle vittime degli scontri in Nicaragua fra polizia e manifestanti che si oppongono alla riforma pensionistica lanciata dal governo di Daniel Ortega: secondo quanto riporta il quotidiano britannico The Guardian, ieri sera si contavano tra cinque e dieci morti rispetto ai tre riportati ieri. Le violenze sono iniziate in risposta alla decisione del Fronte nazionale sandinista per la liberazione (Fsln) di avviare la riforma del sistema previdenziale nazionale per far fronte alla crisi finanziaria dell'ente pensionistico del Paese (Inss). La riforma, che è entrata in vigore mercoledì scorso, prevede una tassa del 5% sulle pensioni ed un aumento dei contributi per lavoratori e datori di lavoro. Ai 3 morti annunciati ieri - un agente della polizia, un impiegato commerciale e un 17enne che secondo il governo era un militante sandinista - si sono aggiunti 2 studenti universitari. Ma alcune fonti parlano di 10 vittime.

Governo: Casellati lascia il Senato per salire al Colle

(ANSA) - ROMA, 20 APR - La presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha lasciato Palazzo Madama dall'ingresso principale per recarsi, a bordo di un auto, al Quirinale dove incontrerà il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, dopo il giro di consultazioni per la formazione del Governo. (ANSA).