L'appello di Macron, riaccendiamo il sogno del Mediterraneo

(ANSA) - PARIGI, 24 GIU - Il Mediterraneo "non sono soltanto progetti" da costruire insieme tra le due rive del Mare Nostrum, ma "è anzitutto un mito e un sogno": il presidente francese, Emmanuel Macron, chiudendo il vertice delle 'Due Rive' a Marsiglia, ha lanciato un forte appello a riaccendere il "sogno" Mediterraneo basandolo su una "storia" e delle "mitologie comuni". Per Macron oggi più che mai bisogna "inventare una nuova pagina". Tra l'altro, il presidente francese ha detto che "non ci possono essere Paesi del sud dell'Europa che cominciano ad aver paura e si ripiegano su loro stessi" e ha sottolineato l'esigenza di "instaurare un nuovo dialogo con l'Africa". Rivolgendosi alla folta platea di ministri e società civile riuniti al Palais du Pharo, tra cui il ministro degli Esteri italiano Enzo...

Gallerie

L'appello di Macron, riaccendiamo il sogno del Mediterraneo

(ANSA) - PARIGI, 24 GIU - Il Mediterraneo "non sono soltanto progetti" da costruire insieme tra le due rive del Mare Nostrum, ma "è anzitutto un mito e un sogno": il presidente francese, Emmanuel Macron, chiudendo il vertice delle 'Due Rive' a Marsiglia, ha lanciato un forte appello a riaccendere il "sogno" Mediterraneo basandolo su una "storia" e delle "mitologie comuni". Per Macron oggi più che mai bisogna "inventare una nuova pagina". Tra l'altro, il presidente francese ha detto che "non ci possono essere Paesi del sud dell'Europa che cominciano ad aver paura e si ripiegano su loro stessi" e ha sottolineato l'esigenza di "instaurare un nuovo dialogo con l'Africa". Rivolgendosi alla folta platea di ministri e società civile riuniti al Palais du Pharo, tra cui il ministro degli Esteri italiano Enzo Moavero Milanesi, ha quindi spiegato che oggi quando si guarda il Mediterraneo "possiamo solo essere preoccupati: dalla questione ecologica a quella dei migranti, il sintomo di una ineguaglianza non sopportabile tra le due sponde del Mediterraneo, fino alla lama dell'Islam politico o dei nazionalismi e delle paure". Per Macron, anche se il sogno mediterraneo può tramutarsi in "incubo", non bisogna tuttavia demordere. Riaccendendo il mito del 'Mare Nostrum' oltre che progetti concreti come fatto in questi giorni a Marsiglia. Per Macron, fondamentale è anche il "dialogo tra città mediterranee" per supplire "a quei momenti di difficoltà" tra governi. (ANSA).

Gdf: Tria, con lotta evasione aiuto concreto a manovra

(ANSA) - ROMA, 24 GIU - "Il contributo che la Guardia di Finanza ha dato colpendo i grandi evasori ed elusori, ha dato anche un concreto aiuto alle manovre di finanza pubblica". Lo ha sottolineato il ministro dell'Economia Giovanni Tria alla chiusura dell'anno accademico della scuola di polizia della Guardia di Finanza. "Il mondo sta cambiando, cambiano i mercati e le imprese noi dobbiamo essere attrezzati per capirlo e colpire l'illecito", - ha aggiunto il ministro, sottolineando che sono stati fatti "passi avanti" nella lotta "all'evasione internazionale" e "sull'antiriciclaggio". (ANSA).

Praga, folla in piazza contro il premier

(ANSA) - PRAGA, 23 GIU - Centinaia di migliaia di persone - 250mila secondo gli organizzatori - hanno manifestato oggi a Praga per chiedere le dimissioni del premier ceco Andrej Babis, accusato di frode, e a favore dell'indipendenza della giustizia. I dimostranti hanno sfilato con le bandiere dell'Ue e della Repubblica ceca e con striscioni contro Babis e contro il presidente Milos Zeman. (ANSA).

Papa: ribaltare logica 'ciascuno per sé'

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 23 GIU - Ribaltare la logica del "ciascuno per sé": lo ha detto il Papa all'Angelus commentando il Vangelo di oggi sulla moltiplicazione dei pani e dei pesci. "Gesù invita i suoi discepoli a compiere una vera conversione dalla logica del 'ciascuno per sé' a quella della condivisione - ha detto il Papa -, incominciando da quel poco che la Provvidenza ci mette a disposizione". Ricordando la festa odierna del Corpus Domini, Bergoglio ha aggiunto: "Espressione della fede eucaristica del popolo santo di Dio, sono le processioni con il Santissimo Sacramento, che in questa Solennità si svolgono dappertutto nella Chiesa Cattolica. Anch'io questa sera, nel quartiere romano di Casal Bertone, celebrerò la Messa, a cui seguirà la processione. Invito tutti a partecipare, anche spiritualmente, mediante la radio e la televisione". Infine il Papa ha invitato i cristiani a "non abituarsi" alla Comunione ma a viverla "ogni volta come se fosse la Prima Comunione".

Disperso nel Torinese trovato morto, in zona forti temporali

(ANSA) - TORINO, 22 GIU - È stato trovato morto il 65enne disperso da ieri nei boschi a monte della frazione Vignassa, comune di Villarfocchiardo (Torino). Le unità cinofile del soccorso alpino hanno segnalato il corpo lungo il torrente a monte della borgata, in una zona interessata nelle scorse ore da forti temporali. Residente a Villardora (To), la vittima si era avventurata nei boschi intorno alle 15 di ieri alla ricerca dei propri occhiali smarriti il giorno precedente durante un'escursione alla ricerca di funghi. La salma affidata ai carabinieri che dovranno ora accertare le cause dell'incidente. Alle ricerche hanno preso parte i vigili del fuoco, il soccorso alpino della guardia di finanza, i carabinieri e la croce rossa. (ANSA).

Mattarella,reazione Csm primo passo per recupero credibilità

(ANSA) - ROMA, 21 GIU - "La reazione del Consiglio ha rappresentato il primo passo per il recupero della autorevolezza e della credibilità cui ho fatto cenno e che occorre sapere restituire alla Magistratura italiana. Di essa i cittadini ricordano i grandi meriti e i pesanti sacrifici anche attraverso l'esempio di tanti suoi appartenenti e hanno il diritto di pretendere che quei meriti e quei sacrifici non siano offuscati". Lo ha ricordato il presidente Sergio Mattarella intervenendo stamattina al plenum del Csm. (ANSA).

Georgia: presidente, Russia dietro scontri a Tbilisi

MOSCA, 21 GIU - La presidente georgiana Salomé Zurabishvili ha accusato la Russia "nemica e occupante" e una non meglio specificata "quinta colonna filorussa" di essere dietro i disordini scoppiati ieri sera a Tbilisi. Lo riportano i media locali. "La Russia - ha dichiarato Zurabishvili - è nostra nemica e occupante. La quinta colonna che essa gestisce potrebbe essere più pericolosa dell'aperta aggressione". Secondo Zurabishvili, "solo la Russia trae beneficio da una divisione nel Paese" e "questa oggi è l'arma più potente". (ANSA)

Crolla palazzina a Gorizia: tre morti, probabile fuga di gas

Tre persone sono morte a Gorizia per il crollo di una palazzina di due piani, probabilmente a causa di una fuga di gas. In un primo momento è stata rinvenuta tra le macerie la coppia dispersa. Poi è stato trovato il corpo di una terza vittima, probabilmente il disabile che si cercava. "Mancavano pochi minuti alle 4 e ho sentito un boato e poi suonare gli allarmi delle auto. Mia moglie ed io ci siamo svegliati di soprassalto, ci siamo affacciati, ma siccome era ancora buio, non abbiamo capito cosa stava accadendo. Poi abbiamo sentito le sirene dei soccorsi". Così un residente in viale XX Settembre, a Gorizia, che abita a pochi metri dalla palazzina crollata questa notte. Sul posto continuano ad arrivare cittadini, anche alcuni familiari di persone che abitano nelle vicinanze e che seguono da lontano i lavori dei soccorsi. L'area è transennata. (ANSA).

Landini, non stiamo uscendo da crisi, sta peggiorando

(ANSA) - ROMA, 20 GIU - "Non stiamo uscendo dalla crisi economica, la situazione sta peggiorando". Lo ha detto il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini in un Forum con l'ANSA spiegando che negli ultimi 10 anni si è perso il 30-35% della "capacità produttiva". "Non si può raccontare un mondo che non c'è - ha detto. "Il Governo non sta agendo bene - ha aggiunto rispondendo a una domanda sui tavoli di crisi industriale aperti al Mise - si arriva dopo, quando i processi sono in atto. Siamo preoccupati per quello che sta avvenendo".Serve un piano straordinario per il Sud perché mancano le infrastrutture mentre l'Italia potrebbe diventare il polo logistico nel Mediterraneo. Ci vuole "un'idea di sviluppo". Useremo la manifestazione di Reggio Calabria - dice - per dire che siamo contro l'idea di un'autonomia differenziata. Il Paese è fin troppo diviso, noi lo vogliamo unire. "Non possiamo permetterci di perdere nemmeno un altro posto di lavoro", ha detto riferendosi ai vari tavoli di crisi occupazionale e industriale.(ANSA).