Gallerie

IMMAGINI

Concorso di foto natalizie, ecco le premiate

Oltre 500 le immagini inviate per la prima edizione del concorso #trentonatalecontest 2018 promosso da Comune ed Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, sul social Instagram. Sezione "Trento e il Natale": 1° classificato: “Corradophoto173” con l'Albero di Natale di piazza Duomo. 2° classificato “Silvio_Malvestio”, con uno scatto originale di piazza Fiera. 3° Andreas Tamanini di Mattarello che ha ripreso la città dall’alto. 4° “Vlavvy”, con Buonconsiglio ed atmosfera natalizia. 5° Lorenzo Roberti “robertilorenzo”, marchigiano ma da un anno e mezzo residente a Trento, con le la foto delle proiezioni di piazza Duomo. Per la Sezione “Un selfie a Trento” sono stati premiati: Alessia Dallabrida; Miruna Dumachi “mirunaakamiru” (presente), originaria della Romania ma residente a Mezzocorona da oltre 10 anni e “Theginger.gi”; le 3 fotografie selezionate sono state premiate con una Magnum di Trento Doc ed una MuseumPass.

Sci: Shiffrin slalom d'oro, 4/o di fila

(ANSA) - AARE, 16 FEB - Oro in slalom speciale alla americana Mikaela Shiffrin in 1.57.05: a 23 anni è il suo quarto titolo mondiale consecutivo in questa disciplina, come mai nessuno prima. Argento alla svedese Anna Swenn Larsson in 1.57.63 e prima medaglia ad Aare per il suo Paese, e bronzo alla ceca Petra Vlhova in 1.58.08 che conquista così la sua terza medaglia a questi Mondiali. Con l'oro in speciale e superg e l'argento in gigante, Shiffrin è l'atleta più' vincente di Aare 2019. Prima azzurra Chiara Costazza 20/a. (ANSA).

LE FOTO

Levico, scatta l'allarme per la mongolfiera che "cade" nel lago

Vigili del fuoco volontari di Levico e Caldonazzo allertati per la discesa del pallone aerostatico verso il lago, ma l'allarme è rientrato perché si è trattato di un "touch and go", una ripartenza immediata. La mongolfiera è stata poi fotografata anche in via Paludi, a Pergine, vicino all'ex Number One (foto di Luca Margoni, Nicole Motter, Gigi Iorio e Mario D'Alterio dalla pagina Facebook di  "Sei di Pergine se..." e VVF Levico Terme da Twitter)

Uomo spara in azienda Illinois, 5 morti

(ANSA) - NEW YORK, 16 FEB - Entra nella fabbrica dove lavorava e fa una strage, uccidendo cinque dei suoi colleghi e ferendo cinque agenti della polizia. I motivi che hanno spinto Gary Martin, 45 anni, al gesto folle non sono noti: forse la frustrazione per il lavoro, forse stava per essere licenziato. Le indagini sono in corso e ci vorrà del tempo prima di capire il perché il killer abbia agito. Era il primo pomeriggio quando Martin è entrato in azienda, la Hernry Pratt Company, ad Aurora in Illinois. Ha estratto una pistola e aperto il fuoco. L'allarme è scattato subito e la polizia, nell'arco di pochi minuti è giunta sul posto: Martin ha sparato anche agli agenti, ferendone cinque. Poi è stato catturato. Ora è morto, complicando le indagini sui motivi del suo gesto folle. A riconoscerlo è stato John Probst, un altro dipendente di Herny Pratt, una delle maggiori aziende americane che producono valvole. "Sparava a tutti" dice Probst. (ANSA).

Addio Bruno Ganz, l'Hitler di La caduta

(ANSA) - BERLINO, 16 FEB - L'attore svizzero Bruno Ganz è morto a Zurigo a 77 anni. Con Ganz se ne va un grandissimo attore di cinema e teatro, molto amato dal pubblico internazionale e riconosciuto dalla critica di settore. Indimenticabile la sua interpretazione del dittatore Adolf Hitler ne "La caduta", 2004. Sotto la regia di Wim Wenders si ricordano "L'amico americano" 1977 e "Il cielo sopra Berlino" 1987. Ha lavorato inoltre sui set di registi come Eric Rohmer, Volker Schloendorff e Werner Herzog. Ganz va ricordato anche come interprete teatrale (con lavori fra l'altro di Goethe e Brecht). Era figlio di un operaio svizzero e di una mamma italiana

Fugge da Nigeria, fonda in Italia fattoria e museo contadino

"L'Italia per me è un paese di opportunità, se hai un'idea". Jeffery Eromosele Osoiwanlan, 33 anni, nigeriano con lo status di rifugiato politico, è arrivato in Italia su un barcone nel 2015, sfuggendo ai terroristi di Boko Haram. A Montecarotto ha trovato un tetto, la famiglia Gasparini che l'ha accolto, ed ha realizzato con loro il suo sogno: trasformare una casa colonica abbandonata in fattoria didattica modello economicamente autosufficiente. La sua "Fattoria di campagna", premiata da Coldiretti con l'Oscar Green, è un'arca di Noè, con animali da cortile e razze esotiche provenienti da tutto il mondo, dallo struzzo al cinghiale. Oggi Jeffery ha inaugurato qui un nuovo museo della civiltà contadina per "spiegare ai bambini e alle scuole come si viveva in queste campagne tanti anni fa. Perché se non sai da dove vieni non puoi sapere dove vuoi andare. In Nigeria ho studiato scienze politiche però quando sono arrivato in Italia ho messo in piedi questo progetto che è la mia passione". (ANSA).