Gallerie

Olimpiadi'26: Malagò, Torino può ripensarci, c'è tempo

(ANSA) - ROMA, 19 SET - Con una candidatura a due ''è' sicuro che l'Italia ha meno possibilità di vincere, non avendo le garanzie del Governo''. Così il presidente del Coni Giovanni Malagò ai microfoni di Radio Anch'io su Radio lasciando ancora aperto uno spiraglio per un ripensamento di Torino a rientrare nel tridente per organizzare le Olimpiadi invernali del 2026: ''Siamo ancora in tempo - afferma Malagò - non credo che Losanna non ci prenda in considerazione, oggettivamente è assolutamente aperta''.

Champions: Milojevic (S.Rossa), tenuto testa al Napoli

(ANSA) - BELGRADO, 19 SET - L'allenatore della Stella Rossa di Belgrado, Vladan Milojevic, si e' mostrato del tutto soddisfatto della partita di esordio della sua squadra in Champions League pareggiata in casa 0-0 contro il piu' quotato Napoli. "Tornare dopo tanti anni, a un cosi' alto livello, contro un tale avversario, e' stato fantastico", ha detto Milojevic in conferenza stampa. "La partita e' stata difficile, tutte saranno difficili nel nostro gruppo, il Napoli ha giocatori bravissimi, un tecnico straorinario. Noi abbiamo giocato secondo i nostri piani, e penso che abbiamo fatto abbastanza bene". All'inizio, ha osservato il tecnico, la squadra ha fatto fatica a ritrovarsi, ma di sicuro vi saranno miglioramenti. "Mi congratulo con tutti, anche con i tifosi che hanno creato un'atmosfera fantastica, abbiamo dato una buona immagine di Belgrado, e noi ci prepareremo subito per il prossimo incontro". Alla domanda se la Stella Rossa puo' stare tranquilla e se sara' in grado di opporre la stessa resistenza a Liverpool e Paris Saint-Germain, Milojevic ha risposto: "State tranquilli, siamo una squadra scomoda". (ANSA).

Papa: in Piazza San Pietro per l'udienza generale

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 19 SET - Papa Francesco, a bordo della 'papamobile' aperta, è entrato in Piazza San Pietro, dove stamane tiene l'udienza generale. Sono circa 13 mila, secondo i dati della Prefettura della Casa Pontificia, i pellegrini presenti, provenienti come sempre da tutto il mondo. Tra i gruppi più numerosi, quelli dei partecipanti al Congresso internazionale del laicato carmelitano (270 persone), dell'Unione Italiana ciechi e ipovedenti, i Castellammare di Stabia (200), della parrocchia pugliese di Maria Santissima Assunta in Turi (200), del Pellegrinaggio militare dalla Slovacchia (250), degli studenti della Loyola University di Chicago che fanno il Rome Campus (245), del Mallinckrodt Gymnasium di Dortmund (200). Il Papa percorre con la 'jeep' tutti i settori della piazza per salutare e benedire la folla dei fedeli, fermandosi di tanto in tanto per accarezzare e baciare i bambini che gli vengono avvicinati dagli agenti della sicurezza. Si è fermato anche per benedire due anziani coniugi che recavano un cartello per le loro "bodas de oro" (nozze d'oro).

Champions: tifosi Roma a Fiumicino, "mister, annamo a vince"

"Daje Mister, forza! Annamo a vince sta partita!". Con simili incoraggiamenti in romanesco, l'allenatore della Roma, Eusebio Di Francesco, è stato accolto da un gruppo di tifosi all'aeroporto di Fiumicino, da dove la squadra giallorossa è partita per Madrid, dove domani affronterà il Real Madrid in Champions League. Giunti nello scalo romano in pullman da Trigoria, poco dopo le 15, per imbarcarsi su un charter Alitalia, i calciatori hanno trovato alcuni tifosi ad attenderli all'ingresso del terminal 1, compresi anche operatori aeroportuali di chiara fede giallorossa che, oltre agli autografi, hanno chiesto di posare per davanti ai loro smartphone e tablet. Tra i più gettonati Di Francesco, Daniele De Rossi, cappelletto con visiera girato all'indietro, che è stato letteralmente accerchiato da alcuni suoi fan, poi a seguire Alessandro Florenzi, Aleksandar Kolarov, Steven N'Zonzi. Scortata dalla polizia di frontiera, la squadra, dopo aver superato i controlli di sicurezza, ha quindi raggiunto l'uscita di imbarco del volo AZ 8950 decollato intorno alle 16.