Il caso

Omicidio di Giulia Cecchettin: Filippo Turetta è stato arrestato in Germania

Il ragazzo era scomparso sabato scorso assieme alla ex fidanzata Giulia Cecchettin, il cui corpo è stato ritrovato ieri in un canalone vicino al lago di Barcis, in provincia di Pordenone

IL RITROVAMENTO. Ieri il corpo di Giulia Cecchettin è stato ritrovato vicino al Lago di Barcis
LA SCOMPARSA. Tracce della Fiat Punto nera in Alto Adige e in Austria



VENEZIA. Filippo Turetta è stato fermato questa mattina in Germania. Il ventiduenne è l’ex fidanzato di Giulia Cecchettin, il cui corpo è stato ritrovato in un canalone vicino al lago di Barcis, in provincia di Pordenone.

La dichiarazione è arrivata dall’avvocato del giovane, Emanuele Compagno, che ne ha avuto conferma poco fa, ed ha informato i genitori.

Gli investigatori, invece, hanno dichiarato che Giulia era già morta quando è stata lanciata nella scarpata della Val Caltea, a Barcis, dopo essere stata scaricata dall'auto di Filippo. Ne sono convinti sulla scorta di quanto ha riferito loro il medico legale Antonello Cirnelli che ha svolto l'ispezione esterna della salma per conto della Procura di Pordenone. Le coltellate alla testa e al collo erano svariate e molto profonde, inferte con grande violenza. Appare dunque impossibile che la ragazza fosse ancora viva, molte ore dopo,quando l'ex fidanzato ha scaricato il corpo in un canalone, a centinaia di chilometri dal luogo dell'aggressione.













Scuola & Ricerca

In primo piano

Viabilità

Quanta neve sullo Stelvio: si complica la riapertura anche per la prossima settimana

Nuovamente a rischio slittamento l’accesso al traffico. Si lavora per sgomberare la neve e installare la segnaletica, c’è da valutare la situazione atmosferica per i prossimi giorni

IL GIRO La tappa per il Giro d’Italia era già saltata per la neve

GIUGNO Il mese di giugno è stato caratterizzato proprio dalla quantità di precipitazioni e neve abbondanti – il video 

LA SITUAZIONE Riaperto invece il 14 giugno Passo Rombo