LE FOTO

Madonna a Ostuni canta Bella ciao, cibo locale e tamburello

C'erano vino rosso, orecchiette e 'friselle' sulla tavola alla quale la star Madonna ha cenato a Ostuni (Brindisi) in compagnia dei figli, del fidanzato e di un gruppo di amici con i quali ha cantato 'Bella ciao' suonando il tamburello con i 'Terraross'. Proseguono i festeggiamenti pugliesi per il suo 63esimo compleanno, per il quale la pop star ha deciso di tornare in Puglia, una terra che dimostra di amare condividendo puntualmente su Instagram i suoi momenti nel 'tacco' d'Italia. Come colonna sonora per il racconto della sua serata a Ostuni sui social ha scelto 'Nel blu dipinto di blu' di Domenico Modugno. Madonna è arrivata nella 'città bianca' con il suo fidanzato, il 26enne ballerino Ahlamalik Williams, figli e staff. Durante la cena sono arrivati i 'Terraross', che amano definirsi 'suonatori e menestrelli della bassa Murgia', con i quali ha cantato e ballato sulle note di 'Bella ciao'. "Siamo grati alla regina Madonna - scrivono su Instagram i 'Terraross' - per averci dato la possibilità di entrare a far parte della sua sfera familiare con la nostra musica semplice e sincera". La serata è finita con Madonna sorridente ma stanca, al punto che ha dovuto farsi portare a cavalluccio dal figlio Rocco e dal fidanzato, nelle strade di Ostuni. Poi, il rientro nel resort di lusso a Savelletri dove risiede da qualche giorno e dove il 16 agosto ha festeggiato il suo compleanno. Il giorno successivo, invece, è stata nel centro storico di Lecce, che ha visitato a piedi, tra lo stupore di residenti e turisti (foto Ansa)







Gallerie

Mostra retrospettiva sul genio di Gianni Versace

(ANSA) - ROMA, 02 DIC - C'è anche Napoli in Gianni Versace Retrospective la mostra che si inaugura al Museo Groninger di Groningen, nei Paesi Bassi. L'esibizione è realizzata in collaborazione con - tra gli altri - il collezionista Antonio Caravano e la curatrice della collezione Sabina Albano. La scelta della data non è casuale: è il giorno del suo compleanno. Inoltre quest'anno cade il venticinquennale dalla sua morte. Da sabato 3 dicembre, la mostra sarà aperta al pubblico e sarà visitabile fino al 7 maggio 2023: la rassegna porterà i visitatori all'interno dell'eccentrico mondo dello stilista italiano di abiti stravaganti e sfilate sontuose in cui abbigliamento, musica pop e design si fondono in modo spettacolare. "Il mio desiderio è quello di valorizzare costantemente il linguaggio della moda che interpreta il tempo - dice la Albano - È una linea temporale che va dal passato al presente, quasi reperti archeologici con cui decifrare i nostri mondi". Gianni Versace Retrospective è la più grande mostra mai realizzata del lavoro del designer italiano: mostra abiti, accessori, tessuti, disegni, interior design e filmati di spettacoli leggendari che risalgono ai giorni di gloria dello stilista italiano tra il 1989 e il 1997, tutti a testimonianza della sua straordinaria creatività. Gianni Versace ha unito la moda con la musica, la fotografia e il graphic design e ha aperto la strada alla trasformazione di sfilate di moda e campagne pubblicitarie in opere d'arte. È riuscito a riunire le arti come nessuno aveva fatto prima. Tutti gli oggetti in mostra sono pezzi originali, provenienti da collezioni private internazionali. Sabina Albano continua così il suo viaggio-omaggio nel mondo dello stilista, cominciato 5 anni fa al Mann di Napoli con la mostra "Dialoghi / Dissing - Gianni Versace Magna Grecia Tribute" da lei curata che in poco più di 2 mesi ha raccolto più di 100 mila visitatori. Dal 19 al 22 gennaio 2023 realizzerà nel Palazzo Biscari di Catania 'One Night with Gianni / Gianni Versace Baroque tribute'. Il progetto sottolineerà la forte attualità degli stili di Versace (ANSA).

Serena Rossi, primo podcast tra mitologia e supereroi

(ANSA) - ROMA, 01 DIC - "Ho fatto fiction, teatro cinema, doppiaggio, ma confesso mai un Podcast, che tra l'altro amo spesso ascoltare durante le pause sul set o quando sono in treno, è stato un regalo meraviglioso. Inoltre il tema della mitologia è a me molto caro amavo studiarlo a scuola da piccolina, ma soprattutto ascoltare le storie che mi raccontava mio padre". Serena Rossi, l'attrice napoletana reduce dal successo della seconda stagione di Mina settembre su Rai1, sbarca con il suo primo primo podcast di Chora Media per ragazzi e ragazze "Super" (indicativamente dagli 8 ai 14 anni ma basta ascoltarla con la sua voce coinvolgente - si sente che ha fatto doppiaggio e radio - (c'è da scommettere catturerà un pubblico ad ampio raggio di tutte le fasce di età), realizzato per la Direzione Musei del Ministero della Cultura con il supporto di Cinecittà: "l'idea - spiega interpellata dall'ANSA - è fare un viaggio appassionante tra i supereroi moderni e le supereroine di ieri e di oggi lungo la linea rossa che lega la mitologia classica con gli eroi moderni". Appena parte il podcast si presenta: "da migliaia di anni, noi esseri umani ci emozioniamo, sogniamo e cerchiamo ispirazione nelle storie e nelle gesta di donne e uomini speciali. Un tempo le chiamavamo divinità, oggi li chiamiamo supereroi e supereroine. Hanno cambiato nome, ma in fondo sono rimasti come un tempo: sono figure dotate di forza sovrumana e poteri speciali, ma scosse da desideri e paure come ognuno di noi. Puntata dopo puntata, grazie alla splendida voce di Serena - molto amata dai anche più giovani dopo aver doppiato personaggi iconici di Walt Disney: dalla principessa Anna della saga di "Frozen", a Cenerentola in "Into the Woods" e voce cantata di Emily Blunt ne "Il ritorno di Mary Poppins". Ma i giovanissimi sono pronti a confrontarsi con i Pdcast "credo di si ascoltano musica, non guardano solo tv o smathphone, o serie marvel sono curisoi, poi ho un pubblico giovanissimo che mi ha molto segioto per Mina e sono francamnte rimasta sorpresa". Nella prima puntata scopriremo che Iron Man, ha moltissimi punti di contatto con Ulisse, umano come lui. Ad accomunarli l'ingegno, l'intelligenza e l'astuzia. Ulisse Costrirà il Cavallo di Troia e vi ricorda qualcosa chiede Serena? Chiede l'attrice napoletana ai suoi ascoltatori. Sulla morte di Ulisse - ricorda loro - ci sono varie versioni c'è chi dice sia morto di vecchiaia chi tornando a viaggiare, comunque sia andata, Rossi narra L'odissea che lo ha celebrato, i luoghi in Italia che lo omaggiano. E ancora "Sapevate Wonder Woman altro non è che un'Amazzone contemporanea. E ancora Superman, un essere onnipotente che deve il suo potere al sole è molto simile al Dio Apollo o Aquaman, un Poseidone moderno". Serena Rossi ha fatto ascoltare il podcast a suo Figlio? "è piccolino una parte di Spiderman ovviamente, ma credo sia adatto a tutti". In ognuna della dodici puntate, rilasciate a cadenza quotidiana il giovedì 1 al 12 dicembre su tutte le piattaforme gratuite di Podcast, un racconto inedito che unisce passato e presente con parallelismi avvincenti tra i miti antichi e i beniamini più moderni per permettere ai più piccoli, e non solo, di scoprire o riscoprire la mitologia divertendosi. L'attrice sta girando una nuovissima serie a Napoli ma non può rivelare assultamente "nulla mi farebbero pagare una penale altissima, mi cacciano". Su una eventuale nuova stagione di Mina Settembre non si sbottona anche se Rai Fiction dopo gli ottimi ascolti in un comunicato avevava annunciato senza dare date o altro che tornerà. E invece la Sposa che tanti fan invocano? "Sono morti tutti - risponde con ironia - tranne la protagonista, no non ci sarà - conferma - direi anche no la ''vedova" e poi riflette, non è obbligatorio fare una seconda stagione anche se va bene". Ma la rivedremo presto? "su Sky in una commedia moderna divertente con Fabio Balsamo: interpreto una regista teatrale a di 40 anni cui l'Angelo Gabriele annuncia che avrà un figlio e lei dice che non è il momento. Al centro ci sono i temi della maternità e dell'autodeterminazione femminile, che vengono trattati con una delicata leggerezza mai banale". Invece progetti come conduzione in Tv? "Nulla, nenache progetti futuri". "Ho deciso di rallentare su tutto, di scegliere con calma i senza forzarmi, senza ansia di fare quello che ritengo sia adatto a me". Un ruolo che le manca? "Più tardi, essendo napoletana, quando avrò l'età giusta 'Filumena Marturano". Infine quale Podcast ascolta? "quelli che mi incuriosiscono, come al cinema, non scelgo il regista o l'attore, alle volte è quello giusto mi commuovo, altre può anche essere successo di aver sbagliato pellicola. Ma con i Podcast non è accaduto" (ANSA).

Musica: Metallica annunciano nuovo album e tour Usa-Europa

(ANSA) - NEW YORK, 29 NOV - La leggendaria band heavy metal americana Metallica ha annunciato l'uscita di un nuovo album in studio il prossimo aprile e un tour in Europa e Nord America nel 2023 e 2024. L'album '72 Seasons' uscirà il 14 aprile 2023 e sarà immediatamente seguito da concerti ad Amsterdam e a Parigi, secondo i comunicati stampa dei Metallica e del colosso della biglietteria e dell'intrattenimento Live Nation. Da agosto a novembre 2023 seguiranno concerti negli Stati Uniti e in Canada, per poi tornare in Europa da maggio 2024, e di nuovo ritornare in Nord America fino a settembre 2024. Il quartetto californiano - i cui membri fondatori James Hetfield, 59 anni, Lars Ulrich, 58 anni, suonano e si esibiscono da 40 anni - hanno promesso due concerti in ciascuno dei palchi su cui si esibiranno, con uno spettacolo diverso ogni giorno. Il loro dodicesimo album in studio - il primo dal 2016 - contiene 12 tracce, una delle quali, 'Lux Aeterna', è stata pubblicata nelle scorse ore. (ANSA).

Dua Lipa riceve la cittadinanza albanese

(ANSA) - ROMA, 28 NOV - Il presidente dell'Albania Bajram Begaj ha concesso la cittadinanza alla pop star britannica di origine albanese Dua Lipa per quello che ha definito "il ruolo dell'artista nel diffondere la fama degli albanesi a livello internazionale attraverso la sua musica". Lo scrive il Guardian. Begaj ha sottolineato che a Lipa è stata concessa la cittadinanza in vista del 110° anniversario dell'indipendenza dell'Albania dall'impero ottomano. "Sarò anch'io un albanese con i documenti", ha detto Lipa prima di pronunciare il giuramento di cittadinanza al municipio di Tirana. Lipa è nata a Londra nel 1995 da genitori albanesi immigrati dal Kosovo Anesa e Dukagjin Lipa. Ha iniziato a cantare a cinque anni ed è stata musicalmente influenzata da suo padre, ex cantante e chitarrista di un gruppo rock. La cantante ha cominciato a pubblicare le sue canzoni su YouTube quando aveva 14 anni. Il suo album di debutto è stato pubblicato nel 2017. Nel 2019 ha vinto il Grammy Award come miglior nuovo artista. Insieme a suo padre ha fondato la Sunny Hill Foundation nel 2016 per raccogliere fondi con concerti annuali tenuti in Kosovo per aiutare le persone in difficoltà finanziarie. "È una grande gioia, indescrivibile", ha detto Lipa. L'artista si è quindi fatta scattare una fototessera, prendere le impronte digitali e quindi ha firmato un modulo di richiesta di carta d'identità e passaporto. (ANSA).

Morto Balestra, dolore figlie e nipote, suo Blu lascia segno

(ANSA) - ROMA, 27 NOV - "Addolorate per questa terribile scomparsa, resta il ricordo di un uomo straordinario. Unico per la sua passione e curiosità che gli hanno permesso di essere protagonista dell'alta moda italiana nel modo". Così Fabiana, Federica e Sofia Balestra, rispettivamente figlie e nipote del maestro della haute couture scomparso il 26 novembre a 98 anni, in un comunicato dove viene precisato che i funerali si terranno a Santa Maria in Montesanto, la Chiesa degli Artisti a piazza del Popolo, martedì 29 novembre, alle ore 12. "Nato a Trieste il 3 maggio 1924 - prosegue la nota - Renato Balestra attraversò la storia del nostro paese tra i grandi nomi dell'alta moda italiana. Cominciò la sua carriera negli Anni Cinquanta e presto si distinse per il suo stile unico, che negli anni gli permise di emergere generando un profondo impatto sulla haute couture italiana nel mondo. L'innegabile talento per il disegno ne fece 'il pittore della moda' capace d'integrare diverse tecniche artistiche per esaltare la bellezza delle sue creazioni. Il suo iconico Blu Balestra è un segno indelebile nella memoria collettiva. Dagli anni Settanta, la sua fama di stilista venne associata ai 'ricami pittura', all'utilizzo originale di diversi tessuti e alla trasparenze, che rappresentano lo spirito innovativo e la libertà d'espressione in un contesto di modernità, forza e sensualità . Il successo di Renato Balestra in Europa, Stati Uniti, Asia e Medio Oriente ha sempre portato Roma nel mondo e invitato il mondo a Roma". (ANSA).

Bradley Cooper nel sequel di Bullit

(ANSA) - ROMA, 25 NOV - Uno dei film più iconici per gli appassionati di motori, con le auto che per 11 minuti rubano la scena ai protagonisti, è Bullit del 1968, interpretato da uno straordinario Steve McQueen. La notizia, diffusa da autoweek.com, annuncia il ritorno all'azione del tenente Frank Bullit, che avrà il volto dall'attore-regista Bradley Cooper. Il progetto, che vede tra i produttori Steven Spielberg e lo stesso Cooper, sarà un sequel della pellicola originaria. Al momento non si hanno notizie sull'eventuale comparsa in qualche scena del nipote di Steve McQueen, omonimo dell'attore scomparso. Per conoscere il frutto di questo binomio dai nomi altisonanti bisognerà aspettare che Cooper concluda il suo lavoro attuale, che ha il titolo di Maestro, ed è previsto su Netflix per il prossimo anno. Solo in seguito potremmo vedere Frank Bullit con un nuovo volto. La speranza di ogni estimatore del film originale è che anche nel sequel ci sia una scena di inseguimento degna della pellicola del 1968. Al tempo, la Ford Mustang Fastback guidata da Steve McQueen inseguiva la Dodge Charger. Si tratta di due vetture ancora in produzione, seppur con tutti gli aggiornamenti dovuti ad oltre 50 anni di evoluzione automobilistica. (ANSA).

Musica:Baglioni a Pescara per prima delle 3 date in Abruzzo

(ANSA) - PESCARA, 24 NOV - Claudio Baglioni torna a suonare in Abruzzo, dopo le date invernali di Pescara, Avezzano e Sulmona (L'Aquila) e dopo il concerto di chiusura della Perdonanza celestiniana nel capoluogo. Il cantautore romano è atteso ancora a Pescara giovedì 1° dicembre sul paco del teatro Massimo nell'ambito del suo tour "Dodici note bis", accompagnato dal solo pianoforte. Un concerto che si propone appassionante per un artista capace di mettere insieme musica e poesia, vincitore del Premio Tenco 2022. Uno strumento "diviso in tre", con tre tastiere, una delle quali è un pianoforte digitale-acustico, le altre due sono tastiere che si avvalgono di un'effettistica. "Cerco di portare da solo - spiega - un'orchestrazione fatta quasi di stati d'animo, di riverberazioni, di aggiunte, lontane però anche presenti all'orecchio degli ascoltatori." "Quando vado in scena - prosegue - mi metto nella condizione di creare un po' di meraviglia di stupore. Intendo questo lungo giro di concerti come un modo per rianimare le nostre vite con la musica dopo il lungo, difficile, doloroso silenzio imposto dalla pandemia. Ai miei occhi è come se i teatri, coi loro balconi, le loro logge, i loro palchi, diventassero delle corti in cui radunare e far incontrare le persone, sorprendendole… a mani nude". Il tour è partito da Napoli a inizio novembre. A febbraio 2023 il tour toccherà di nuovo il teatro dei Marsi di Avezzano (venerdì 3) e il teatro Caniglia di Sulmona (martedì 7). (ANSA).

Il ritorno di Achille Lauro, esce il nuovo singolo Che sarà

(ANSA) - ROMA, 23 NOV - Achille Lauro torna sulla scena con un nuovo singolo, Che sarà, disponibile da venerdì 25 novembre su tutte le piattaforme digitali e in radio: una ballad intima in cui l'artista si interroga su un futuro comune a tutti, prodotta da Gow Tribe e Gregorio Calculli per Elektra Recoirds / Warner Music Italy. "Immagina com'è essere soli al mondo. E a noi sta notte ci fa ridere. E moriremo un giorno. Noi". "Carissimi giornalisti, è sempre un piacere scrivervi", dice Achille Lauro. "Spero di trovarvi bene. Non ci sentiamo da un po' di tempo. Sono stati mesi impegnativi con il tour e con infinite session creative delle quali non posso fare a meno. Oggi vorrei farvi qualche domanda. Come vi chiamate? Qual è la vostra data di nascita, dove siete nati? Di che gruppo sanguigno siete? Vi siete mai sentiti felici, amati? Vi siete mai chiesti per quanto tempo saremo qui o perché siamo qui? Avete paura di morire? Avete mai pensato di voler vivere per sempre? A cosa vi aggrappate per non cadere giù? Vi siete mai chiesti che sarà? Ecco, questo è quello che mi sono chiesto quando ho scritto questo brano. So che voi conoscete la nostalgia per qualcosa che non tornerà. L'adolescenza e la piena maturità. La consapevolezza di quello che il passato e il futuro hanno già scritto per noi. Ed è per questo che so che mi capite. Vi affido questa carta straccia. Abbiatene cura. Ne rideremo un giorno". Il 24 novembre alle 21, in diretta sul profilo Instagram dell'artista, la prima assoluta digital del nuovo brano. (ANSA).

Disney: Chapek lascia, Iger torna direttore generale

(ANSA) - ROMA, 21 NOV - Bob Iger, che aveva lasciato il posto di direttore generale della Disney a Bob Chapek nel 2020 dopo 15 anni in questa posizione, riprende tale funzione con effetto immediato. Lo ha annunciato la società. Iger, 71 anni, ha accettato di tornare a guidare il Regno incantato per due anni con l'obiettivo di stabilire una strategia per una "crescita rinnovata", ha specificato la Disney. Punterà anche a lavorare con il consiglio di amministrazione per trovare un successore. La società fondata nel 1923 non ha specificato i motivi dell'uscita di Chapek, indicando solo che ha lasciato il suo posto. "Ringraziamo Bob Chapek per il suo servizio alla Disney nel corso della sua lunga carriera, inclusa la guida dell'azienda attraverso le sfide senza precedenti della pandemia", ha dichiarato la presidente del cda Susan Arnold in un comunicato stampa. "Il consiglio ha ritenuto che mentre la Disney si addentra in un periodo sempre più complesso di trasformazione del settore, Bob Iger si trova in una posizione particolarmente positiva per guidare l'azienda in questo momento cruciale", ha aggiunto. (ANSA).









Cronaca









Dillo al Trentino