LA TRAGEDIA

Ritrovato il corpo senza vita di Claudio De Nigro, il sommozzatore disperso nella Rienza

Dopo alcuni falsi allarmi nella mattinata, il corpo è stato individuato alle 13.15 sotto la parete di Castel Rodengo

Il falso allarme - Nessun corpo, proseguono le ricerche - I soccorritori: Le ricerche sono riprese questa mattina

L'allarme: Sommozzatore scomparso durante un'esercitazione

Le foto: Incessanti le ricerche - Il video: Duecento uomini impegnati per ritrovare Claudio

 



BOLZANO. Sono terminate nel primo pomeriggio di oggi le ricerche del corpo di Claudio De Nigro, il sommozzatore disperso da ieri sera (17 giugno) nelle acque della Rienza dopo un'esercitazione. 

Il corpo senza vita del 55enne è stato trovato oggi (18 giugno) verso le ore 13.15 sotto la parete di Castel Rodengo ed è stato recuperato con l’ausilio dell’elicottero alle ore 14:25.

Quasi 20 ore di ricerche per ritrovare il corpo di Claudio

Sono iniziate nella serata di ieri, per concludersi nel primo pomeriggio odierno, le ricerche per ritrovare il corpo di Claudio De Nigro, il 55enne della squadra del soccorso acquatico della Val d'Isarco, non più riemerso dalle acque della Rienza al termine di un'esercitazione. Oltre 200 le persone che si sono adoperate nelle operazioni, con 10 corpi dei vigili del fuoco volontari, squadre di soccorso fluviale del distretto di Bolzano, Val d'Isarco, Val Pusteria, la squadra di Soccorso Acquatico della Val d'Isarco, la guardia di finanza, il soccorso alpino dell'Alto Adige e il soccorso alpino del Cnas (video Fabio De Villa)

Molte squadre dei vigili del fuoco volontari impegnate nelle ricerche insieme alle squadre di soccorso fluviale del distretto di Bolzano, Val d'isarco, Val Pusteria, la squadra di soccorso acquatico della Val d'isarco, la guardia di finanza, il soccorso alpino dell'Alto Adige e il soccorso alpino del CNSAS.

Claudio De Nigro, di Sarnes, frazione di Bressanone, lascia moglie e due figli. 

















Cronaca







Dillo al Trentino