scuola

Docenti, in arrivo cinque concorsi nella scuola secondaria

La Flc Cgil dopo l’incontro in assessorato: «Primi importanti segnali di un piano di assunzioni di medio periodo»



TRENTO. "Da qui al prossimo autunno, dall’assessorato all’istruzione di via Gilli fanno sapere dell'intenzione di bandire cinque procedure concorsuali che richiederanno uno sforzo da parte del Servizio reclutamento possibile grazie alla previsione di nuovo personale che andrà a completare le file di un organico che più volte abbiamo segnalato come sottodimensionato e che in futuro dovrebbe rendere il ritmo dei concorsi più costante e frequente". Lo scrive il segretario generale di Flc Cgil del Trentino Raffaele Meo che  dopo l'incontro avuto oggi (16 gennaio) al Servizio reclutamento del personale della scuola parla di «primi importanti segnali di un piano assunzionale di medio periodo».

"Le procedure concorsuali interesseranno i docenti abilitati sulle classi di concorso A22, A11, A12, quindi l'area Lettere nella scuola secondaria sia di primo sia di secondo grado, più una ancora da definire tra A28, Matematica e Scienze nella secondaria di primo grado, e A45, Scienze economico aziendali nella secondaria di secondo grado", continua Meo.

Il Servizio reclutamento del personale della scuola - a quanto riferisce la nota di Flc Cgil - ha fornito anche i numeri dei candidati che hanno presentato domanda per il concorso sulla scuola primaria e sul sostegno in atto. Per quanto riguarda la scuola primaria si parla di 180 domande presentate su posto comune, 30 su sostegno, 12 su Montessori, 14 su tedesco e 36 su inglese. Le domande su posti di sostegno nella scuola secondaria di primo grado sono 35 e sulla secondaria di secondo grado 27. Le domande presentate dovranno ora passare al vaglio del Servizio reclutamento che stabilirà le eventuali esclusioni.













Scuola & Ricerca

In primo piano

il caso

Il ministro Nordio: «Chico Forti, lavoriamo per il suo ritorno in Italia il prima possibile»

Il Guardasigilli: «Atteso traguardo di consentirgli di scontare la pena nel suo Paese e vicino suoi affetti» (nella foto Chico con lo zio Gianni Forti)

IL PRECEDENTE Nordio: "Gli Usa non dimenticano il caso Baraldini"
COMPLEANNO Chico Forti, 64 anni festeggiati in carcere: "Grazie a chi mi è vicino" 
IL FRATELLO DELLA VITTIMA Bradley Pike: "E' innocente"

CASO IN TV La storia di Chico in onda negli Usa sulla Cbs