DEMOGRAFIA

A Trento popolazione sempre più anziana: 21 donne e un solo uomo sopra i cento. Gli stranieri sfiorano il 12%. Civili 8 matrimoni su 10

Lo studio del Comune. A fine 2020 erano 119.061 i residenti (+217), in aumento i nuclei unifamiliari (foto Pat)

TRENTO. Al 31 dicembre 2020 la popolazione di Trento era formata da 119.061 residenti, di cui 61.677 donne e 57.384 uomini, con un aumento di 217 unità rispetto all'anno precedente. Il dato è contenuto nella pubblicazione '#TrentoInCifre', curata dall' ufficio Studi e statistica del Comune, in cui si conferma l'invecchiamento della popolazione, che ha un'età media di 44,9 anni e un indice di vecchiaia di 174, ovvero ogni 100 giovani in età tra i 0 e i 14 anni ci sono 174 persone sopra i 65 anni.

Sul territorio cittadino ci sono 21 persone ultracentenarie, tutte, ad eccezione di uno, donne. Sul territorio di Trento ci sono 54.460 famiglie, in aumento di 444 rispetto al 2019. Il numero di componenti medi si abbassa, per la prima volta dopo oltre 10 anni, a 2,1. Si conferma il trend in aumento delle famiglie composte da una sola persona, che costituiscono il 41% del totale dei nuclei. Le donne sono in numero maggiore degli uomini (57% dei nuclei monofamiliari), sono principalmente collocate nelle fasce d'età più elevate e, spesso, sono anche vedove; mentre la maggior parte di famiglie unipersonali maschili sono costituite da uomini giovani e celibi.

I residenti con cittadinanza straniera presenti in anagrafe sono 14.143, in leggero aumento rispetto al 2019 (+ 81) e costituiscono l'11,9% del totale. L'età media degli stranieri è di 34,3. Le tre cittadinanze maggiormente rappresentate sono la rumena (2.271 persone), la pakistana (1.395) e l'albanese (1.169).

Otto matrimoni su dieci si svolgono con rito civile. Il dato per l'anno 2020 è il minore registrato nell'ultimo decennio, ma il calo potrebbe essere influenzato anche dalle restrizioni dovute all'emergenza legata al Covid, sottolinea lo studio.