Tumori: la leadership di ACC e dell'Italia in Europa



(ANSA) - ROMA, 21 SET - Riferimento nel nostro Paese e driver delle strategie che modelleranno la ricerca in Europa: a vent'anni esatti dalla sua costituzione, Alleanza Contro il Cancro, la rete del Ministero della Salute presieduta dal professor Ruggero De Maria, conferma - con il riconoscimento di una leadership consolidatasi a livello continentale - la crescita dell'ultimo quinquennio.
    Ne è testimonianza la presenza di ACC ai tavoli tecnici del Mission Board for Cancer della UE, il prestigioso organismo presieduto da Walter Ricciardi chiamato a decidere le strategie comunitarie contro il cancro.
    "Una grande responsabilità dentro una sfida molto impegnativa che coinvolge l'intera comunità scientifica del Paese - ha detto all'apertura dei lavori dell'Annual Meeting in corso alla Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs, Giovanni Leonardi, segretario generale del Ministero della Salute - nella quale ACC è chiamata a contribuire. Abbiamo scommesso molto come Paese su questo task e siamo chiamati a dimostrare che la fiducia accordata all'Italia è ben riposta".
    Leonardi si è inoltre soffermato sulla riforma degli Irccs contenuta nella legge 129 recentemente approvata di cui è atteso il decreto legislativo entro dicembre, un riordino che indica "il nuovo percorso per la costituzione delle reti, i criteri della governance, il loro ruolo nel panorama nazionale e internazionale con - ha aggiunto il segretario generale - una grande opportunità di collaborazione con SSN, già attiva pur in presenza di alcune rigidità normative. La sistematizzazione di legge consentirà alle reti di procedere più speditamente".
    (ANSA).
   















Cronaca

il dopo voto

Resa dei conti nel centrodestra trentino, FdI attacca Tonina (e Fugatti)

Cia: «Voleva candidarsi contro la nostra coalizione, chiarisca. Il governatore si confronti con noi». A Milano la Lega conferma la fiducia a Salvini (foto Ansa)

I COLLEGI UNINOMINALI: Centrodestra a Roma con de Bertoldi, Biancofiore, Testor e Cattoi. Patton strappa Trento

IL PROPOZIONALE: Dentro Ferrari, Ambrosi e Steger in Parlamento. Fuori Binelli

TERZO POLO. Mario Raffaelli non ce la fa nel Lazio

 









Dillo al Trentino