Ucraina: Della Vedova, da Berlusconi parole pericolose

"Questa è la destra italiana, queste le loro idee"

ROMA


(ANSA) - ROMA, 23 SET - "Berlusconi ieri ha detto una cosa assurda e pericolosissima per il nostro Paese, che Putin è stato spinto a fare la guerra contro l'Ucraina e che voleva solo mettere un governo di persone perbene, rimuovendo Zelensky con l'esercito. E' inaccettabile, grottesco e pericolosissimo per il nostro Paese". A dirlo è il segretario di +Europa, Benedetto Della Vedova, a Coffee Break su La7. "Meloni - aggiunge - è cresciuta nei consensi facendo propaganda per uscire dall'euro, parla della lobby Lgbt, di Gender, di famiglia tradizionale; Salvini, invece, a tre giorni dalle elezioni, non tre ore dopo l'invasione, ha cambiato idea sulla guerra in Ucraina. Questa è la destra italiana, queste sono le loro idee. Ed è per questo che +Europa è rimasta nel centrosinistra e rappresenta il voto liberale per battere le destra e mantenere l'Italia nel solco di Draghi: non vogliamo cedere alcun voto nella parte decisiva di questa legge elettorale, che è quella maggioritaria, ovvero 225 seggi che si assegnano nei collegi uninominali, dove si decide chi avrà la maggioranza in Parlamento". (ANSA).

















Cronaca

il dopo voto

Resa dei conti nel centrodestra trentino, FdI attacca Tonina (e Fugatti)

Cia: «Voleva candidarsi contro la nostra coalizione, chiarisca. Il governatore si confronti con noi». A Milano la Lega conferma la fiducia a Salvini (foto Ansa)

I COLLEGI UNINOMINALI: Centrodestra a Roma con de Bertoldi, Biancofiore, Testor e Cattoi. Patton strappa Trento

IL PROPOZIONALE: Dentro Ferrari, Ambrosi e Steger in Parlamento. Fuori Binelli

TERZO POLO. Mario Raffaelli non ce la fa nel Lazio

 







Dillo al Trentino