unione civile

Il sì (in pantalone bianco) di Paola Turci e Francesca Pascale

A Montalcino l’unione tra la cantante e l’ex compagna di Silvio Berlusconi. Luxuria: “L’amore trionfa, chi è se stesso ha già vinto”



MONTALCINO. Entrambe in pantaloni e bianco, una in tuta con spalline sottili e corpetto ricamato, l’altra in blazer. Per entrambe un minibouquet appuntato. 

Paola Turci e Francesca Pascale ieri (sabato 2 luglio) hanno detto sì a Montalcino (Siena): il rito per l'unione civile è stato celebrato a Palazzo dei Priori, sede storico del Comune della cittadina del Senese famosa per il suo pregiato Brunello. 

A celebrare l’unione tra la cantante romana e l'ex compagna (per dieci anni) di Silvio Berlusconi è stato il sindaco Silvio Franceschelli. Una ventina di minuti la durata della cerimonia, molto intima: circa 25 gli invitati compresi i 4 testimoni, nessun vip. Ma ad attenderle una folla di curiosi.
Subito dopo la cerimonia hanno postato sui loro profili la stessa foto che le ritrae sorridenti, felici, occhi negli occhi, mentre a bordo della Jaguar bianca si allontanano verso il vicino Castello di Velona  dove hanno festeggiato. ''Il giorno più bello della mia vita'', scrive nella stories Francesca Pascale, mentre Paola Turci si limita a scrivere ''We said yes!''. In sottofondo le note di Bob Marley, ''Is this love'', scelte anche come base della cerimonia celebrata in comune.

Alla festa tutti rigorosamente no vip, mentre nel corso della giornata su twitter, dove la foto diventa subito virale, avevano ricevuto anche gli auguri di amiche e amici celebri. ''Auguro a questo amore così grande, a cui ho avuto la fortuna di assistere dall'inizio, lunga vita...L'amore non ha sesso nè colore...sono due persone meravigliose. Tanta felicità'', ha scritto ad esempio Simona Ventura. Vladimir Luxuria da parte sua sottolinea: ''Mi piacerebbe dire che si sposano, in realtà si 'uniscono' perché in Italia ci sono le unioni civili e non ancora il matrimonio egualitario. Al di là di tutto l'amore trionfa sempre perché chi è se stesso ha già vinto''.

















Cronaca







Dillo al Trentino