l’emergenza

Covid, in un ospedale dell’Alta Austria morti "parcheggiati" in corridoio

Il drammatico racconto di un'infermiera. Incidenza settimanale a 1.455 casi (foto tema Ansa)

VIENNA. La quarta ondata di coronavirus ha colpito in pieno l'Alta Austria, che ha un'incidenza settimanale di 1.455 casi di contagio (per ogni 100mila abitanti). In un ospedale nella notte tra domenica e lunedì si sono registrati talmente tanti decessi che le salme sono state 'parcheggiate' in corridoio. Lo racconta all'agenzia Apa un'infermiera che ha voluto mantenere l'anonimato.

La sanitaria evidenzia la forte pressione, anche psicologica sul personale infermieristico. "Di solito quando un paziente muore, viene pettinato e i parenti possono salutarlo in modo dignitoso. Un morto per Covid viene infilato nudo in una sacco di plastica e la cosa finisce lì", aggiunge.

L'infermiera racconta anche di un caso di triage. "E' arrivata una donna anziana con un tasso di saturazione del sangue sotto il 50%. Normalmente sarebbe stata portata in terapia intensiva, lei no. Per fortuna è sopravvissuta", racconta l'infermiera.