Dal virus al rock le buone pagine “senza tempo” per stare in casa 

Suggerimenti. Sono naturalmente ancora chiuse le librerie ma noi vi proponiamo un altro viaggio, utile sicuramente a fine emergenza, fra volumi interessanti, avvincenti o rilassanti, da segnare sul taccuino 


carlo martinelli


Uno ripete: ma che scrivi di libri, che le librerie son chiuse, che non possono esserci le classifiche dei più venduti, che leggiamo quello che abbiamo in casa. E invece no. Si scrive dei libri freschi di stampa ma anche dei classici o di quelli frettolosamente dimenticati, a futura memoria, tenendo desta la curiosità e la voglia di storie. E quando riapriranno le librerie sotto casa, da loro dovremo andare con la lista nel frattempo compilata: avranno bisogno di gente, fiducia e incassi. Lasciamo perdere il comodo acquisto online, per favore. Piuttosto, prenotiamo in libreria, ritireremo poi. E dunque, riecco i consigli di lettura al tempo della pandemia.

SPILLOVER di David Quammen (Adelphi, 608 pagine, 14 euro).

«Dove accadrà il prossimo grande evento inevitabile causato da un virus? Nella foresta pluviale o in un mercato cittadino della Cina meridionale? Farà trenta, quaranta milioni di vittime?». Era il 2012 quando il magistrale saggio di un grande giornalista scientifico proponeva questa inquietante domanda. Un reportage che spiega argomenti complicati - virus, pandemie, epidemie - a un pubblico di profani con linguaggio chiaro, talora ironico. Un libro fondamentale, prospettive razionali contro inutili diatribe e complottismi. Spillover sta per tracimazione più che contagio, di patogeni da specie animali all’uomo. Il libro dell'anno, purtroppo.

UNA PERSONA SENSIBILE di Jachym Topol (Keller editore, 456 pagine, 19 euro).

Un romanzo intelligente, selvaggio e grottesco, un viaggio picaresco attraverso l’Europa di oggi segnata dalla Brexit, il risentimento verso gli stranieri, le guerre dimenticate e i perdenti che a stento vediamo. Torna la voce più potente e impertinente della moderna letteratura ceca per regalarci, vent'anni dopo il suo capolavoro "Lavoro notturno", un’altra opera epocale. In viaggio con una famiglia di artisti attraverso l'Europa dei festival teatrali. Mille avventure tra prostitute, strozzini, zingari, teppisti, ubriachi, delatori… il tutto coronato da un esplosivo finale con tanto di matrimonio, bordello, polizia e carro armato russo.

NOVANTANOVE NOTTI NEL LOGWAR di Jamil Jan Kochai (Einaudi, 250 pagine, 19,50 euro).

Marwand ha dodici anni, la sua famiglia viene da Logwar, in Afghanistan, ma lui è cresciuto negli Stati Uniti d’America. Quando la famiglia lo riporta nella terra degli antenati - terra segnata dalla violenza e dai conflitti - a cui si sente indissolubilmente legato, comincia l'avventura. Sulle tracce del cane Budabash, che gli ha morso un dito ed è fuggito nella notte, questo Huckleberry Finn contemporaneo s'imbarca, in compagnia dei suoi giovani zii-cugini, in un viaggio picaresco ed esilarante, pieno di sorprese, pericoli e incontri, fra i vicoli di un villaggio magico e senza tempo, segnato dalla guerra.

PASSAPORTI di Giuseppe Marcenaro (il Saggiatore, 177 pagine, 23 euro).

Un itinerario geoletterario di spessore, un Grand Tour tra il Medio Oriente, la Russia e l’Europa. Quattordici i capitoli-viaggi dove lo sguardo attento e sensibile del saggista riesce a cavare fuori dalla nuda pietra o dall’insegna di un bar la narrazione più autentica dell’isola d’Elba di Foucault o della Alessandria d’Egitto di Kavafis. Un diario imprevedibile e accurato, per conoscere meglio non solo i diversi posti del mondo, ma specialmente le vite di chi li ha abitati. Dalla Trieste di Joyce alla San Pietroburgo di Dostoevskij, dai ricordi di Rimbaud fino alla Ibiza di Walter Benjamin.

RAFFAELLO IL GIOVANE FAVOLOSO di Costantino D’Orazio (Skira, 184 pagine, 16 euro).

Storie, aneddoti e retroscena di un Raffaello "privato". Un artista che dopo cinque secoli anni continua a stupire per il suo eccezionale talento, per aver costruito immagini meravigliose e vive, nelle quali ogni personaggio ha un proprio ruolo, una propria presenza scenica, una propria storia da raccontare. In questo caso lo storico dell’arte fa parlare i personaggi che Raffaello ha ritratto nei suoi dipinti: attraverso la voce dei suoi amici e compagni di strada, ci racconta il lato più privato della personalità e della vita del pittore, quello che può risultare a tratti inconfessabile.

CASTIGO di Ferdinand von Schirach (Neri Pozza, 174 pagine, 17 euro).

Avvocato penalista, Ferdinand von Schirach - suo il fulminante "Il caso Collini" - ha raccolto una serie di emblematici casi giudiziari che svelano quanto la patina di civiltà di una società sia sottile, e quanto gli abissi dell’animo umano possano essere profondi. Il bravo avvocato di successo la cui carriera precipita dopo che ha fatto assolvere un uomo accusato di maltrattamenti sui figli. Poi c’è chi acquista una bambola sessuale: torbida ossessione che diventa tragedia e chi di notte gira per i corridoi a leccare gli armadietti di metallo degli scolari. Dodici storie di crimine, giustizia, moralità e castigo. Eleganza di stile che inchioda alla pagina.

BAYER CONTRO ASPIRINA a cura della redazione di Erbacce (DeriveApprodi, 130 pagine, 10 euro).

Una storia vera e paradossale: l’attacco del colosso chimico Bayer a una rivista umoristica e femminista, «Aspirina». Nel 2017, dopo trent’anni dalla nascita della rivista, Bayer ha deciso che «Aspirina» doveva scomparire: per via del suo nome (che evidentemente richiamava il prodotto-simbolo di quella azienda), una rivista di fumetti, video e racconti satirici dava fastidio a una multinazionale. La redazione ha cercato una via d’uscita creativa. Il libro documenta la metamorfosi e la lotta della rivista, che ha rinunciato al nome ma non a dire la sua. Mentre la Bayer, ironia della sorte, dopo l’acquisizione da parte dell’americana Monsanto, ha subìto un crollo a livello azionario e di reputazione.

GUIDA TASCABILE PER MANIACI DEL ROCK di The 88 fools (edizioni Clichy, 526 pagine, 15 euro).

I millecinquecento migliori singoli di sempre, in ordine di uscita anno per anno, i seicento migliori album di sempre con le classifiche dei migliori dieci anno per anno, le vite dei centocinquanta solisti e dei centocinquanta gruppi più importanti della storia del Rock, i testi delle centocinquanta canzoni più iconiche di sempre, i cinquanta migliori chitarristi, bassisti, tastieristi e batteristi, gli artisti, i singoli e gli album che hanno venduto di più nella storia, le top ten mondiali dal 1949 al 2019, i cinquanta tour più seguiti di sempre, una divertentissima raccolta di citazioni. Per quelli che il rock è parte ineludibile della colonna sonora della vita.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

















Montagna







Dillo al Trentino