Concorso: una foto che racconti la Val di Gresta

Val di gresta. Nell’ambito del più ampio progetto di valorizzazione del territorio e della comunità grestana chiamato “Terre di Gresta”, il Biodistretto locale promuove il concorso fotografico “Una...



Val di gresta. Nell’ambito del più ampio progetto di valorizzazione del territorio e della comunità grestana chiamato “Terre di Gresta”, il Biodistretto locale promuove il concorso fotografico “Una valle a 360°”, rivolto a tutti gli appassionati di fotografia, maggiorenni o minorenni, senza vincolo di residenza in loco. Ai partecipanti è richiesto di cogliere l’essenza della zona: un ambiente complesso, modellato nei secoli dall’azione dell’uomo, in un rapporto di equilibrio tra morfologia del territorio e ingegno antropico. Un tema non facile, che vuole mettere i partecipanti in condizione di guardare alla val di Gresta nell’ottica di quelle peculiarità, talvolta nascoste e poco conosciute, di armonia e equilibrio. Caratteristiche di un paesaggio magico quanto fragile. Le fotografie possono essere risalire al recente passato (ma comunque non a prima dell’1 gennaio 2017) e non ci sono vincoli sulle modalità di ripresa o su scelte stilistiche quali la tecnica a colori o in bianco e nero. Gli scatti più significativi saranno poi esposti durante la mostra mercato (che si svolgerà a Ronzo-Chienis il 29 settembre) e la Ganzega d’Autunno (in programma a Mori nel weekend del 5-6 ottobre): proprio durante questo secondo appuntamento verranno proclamati i vincitori del concorso. Per iscriversi e inviare il materiale fotografico, corredato della modulistica necessaria, c’è tempo fino alla mezzanotte del 22 settembre. Per info e iscrizioni si può consultare il regolamento sulle pagine web del Comune di Mori e del Comune di Ronzo-Chienis, oppure si può scrivere una email a terrazzamenti.valdigresta@gmail.com M.CASS.

















Cronaca

l'operazione

L'auto caduta nel burrone e il complicato recupero dei vigili del fuoco

Nelle foto dei Vigili del fuoco di Auna di Sotto l'intervento con l'ausilio di un autogru per recuperare la macchina che in un incidente lo scorso 28 maggio era uscita di strada a Laste Basse, all'altezza dell'11° tornante, scivolando a valle per circa 100 metri e ribaltandosi più volte.







Dillo al Trentino