tutti i numeri

Natale a Trento, bilancio positivo: 500 mila visitatori e “pieni voti” per 9 su 10

Ecco una dettagliata ed esauriente analisi dei dati. Per il 70% è stata la prima volta. Più alta la propensione all’acquisto

di Claudio Libera

TRENTO. La sala delle Marangonerie al Castello del Buonconsiglio, con le più stringenti norme di sicurezza per ottenere l’accesso, ha ospitato la presentazione dei risultati del Mercatino di Natale di Trento Città del Natale, conclusosi dopo 50 giorni il 9 gennaio scorso. Alla presentazione con il presidente Apt Bertagnolli, il direttore Agnolin, l’assessore Failoni, l’assessora Bozzarelli, il presidente Cti Faes e Paolo Milani per Palazzo Roccabruna.


 

Per ben 50 giorni, dal 20 novembre 2021 al 9 gennaio 2022, Trento ha accolto il Natale vestendosi di luce e magia e diffondendo per le sue vie e piazze un’atmosfera davvero unica e suggestiva che ha incantato i tanti visitatori, turisti e trentini che hanno scelto di visitarla e viverla nel periodo delle feste.

Come da tradizione, le due storiche piazze del centro, piazza Fiera e piazza Battisti, hanno ospitato la 27a edizione del Mercatino di Natale di Trento con le sue 62 casette di legno – 40 in piazza Fiera, 22 in piazza Battisti - di cui 3 dedicate al Volontariato ed alla Solidarietà, col meglio dell’artigianato locale e delle specialità culinarie regionali. E poi il ricco calendario di eventi, concerti, mostre, spettacoli ed attività per grandi e piccini di “Trento, Città del Natale” attentamente curato dal Comune di Trento per un Natale all’insegna di calore, socialità e sicurezza.

Grande protagonista anche quest’anno è stata la luce che ha illuminato la città a partire proprio dal cuore di Trento con il maestoso albero di Natale di Piazza Duomo e il meraviglioso progetto artistico di photomapping grazie al quale sono stati illuminati i tratti architettonici dei palazzi affacciati sulla piazza e lungo le vie del “Giro al Sas”.

Dal 20 novembre al 19 dicembre 2021, inoltre, Palazzo Roccabruna e l'Istituto Trento Doc hanno proposto "Trentodoc: bollicine sulla città", manifestazione dedicata al mondo degli spumanti trentini metodo classico con degustazioni, abbinamenti, menù a tema e tante bollicine trentine.

La parola d’ordine è stata “sicurezza”

Dopo la sospensione obbligata dello scorso anno a causa della pandemia, quella appena trascorsa è stata la prima edizione del Mercatino di Natale di Trento organizzata in “era Covid-19” con una messa a punto senza precedenti di rigidi protocolli sanitari e misure di sicurezza in linea con le normative sanitarie in vigore, per regalare a tutti un’esperienza gioiosa ma soprattutto sicura. Per la 27a edizione del Mercatino di Natale Apt Trento e Monte Bondone, organizzatrice dell’evento, ha predisposto infatti numerose misure per assicurare alti livelli di sicurezza a partire dalla riduzione del numero di casette sulle due piazze, dalle 93 dell’edizione 2019 alle 62 attuali, per permettere ad ogni espositore di avere più spazio e garantire così maggior distanziamento anche tra i visitatori del Mercatino. Un’altra novità di quest’edizione è stata la scelta di collocare le casette dedicate all’enogastronomia di piazza Fiera, in un’area delimitata rispetto alle casette dell’artigianato e dei prodotti tipici attraverso alcuni elementi in legno, per permettere ai visitatori di vivere il Mercatino in modo più agevole garantendo al contempo unitarietà alla proposta natalizia dell’intera piazza.

L’attenzione massima alla sicurezza ed ai protocolli sanitari vigenti si è tradotta, inoltre, nella presenza sulle piazze del Mercatino di 27 addetti nei vari turni, incaricati del pronto intervento e personale della security durante le ore di apertura al pubblico e di guardie notturne giurate negli orari di chiusura. Su ogni piazza è stata collocata poi una casetta info point, costantemente presidiata da personale di Apt formato al pronto intervento, che ha funto anche come punto di regia in caso di emergenze. Sono state inoltre predisposte adeguate vie di fuga e messe a punto le misure antiterrorismo con apposite barriere.


 

Entrambe le piazze sono state dotate, inoltre, di un sistema di videosorveglianza interno a distanza e senza sistema di registrazione, per la supervisione, il controllo della piazza e la verifica della capienza in modo da prevenire situazioni di affollamento e assembramenti. In particolare, il perimetro di Piazza Fiera è stato delimitato da apposite transenne con ingresso e uscita diversificati e presidiati da personale addetto per garantire la separazione dei flussi. A partire da venerdì 26 novembre anche per piazza Battisti sono state adottate le medesime misure di sicurezza applicate in Piazza Fiera, prevedendo quindi la chiusura della piazza mediante transenne dal lunedì al venerdì verso le 16.30 e comunque ragionevolmente in base ai flussi registrati sulla piazza, fino a chiusura, mentre sabato e domenica dalle 10 fino all’orario di chiusura. L’accesso al Mercatino di Natale di Trento è stato consentito ai soli possessori di Green Pass previo controllo del certificato da parte del personale incaricato, con la possibilità inoltre di ritirare un braccialetto di colore diverso per ogni giorno di Mercatino per accedere alle piazze in giornata senza sottoporsi ad ulteriori controlli. All’interno delle piazze è stato previsto inoltre l’obbligo di indossare la mascherina durante l’intera visita alle casette di legno.

Per il controllo dei varchi di accesso alle piazze, la verifica del certificato Green Pass e la distribuzione dei braccialetti giornalieri, Apt ha collaborato con l’Associazione Nazionale Polizia di Stato in congedo, l’Associazione Oltre Fersina, i Boys Global Service, l’Associazione Nazionale Carabinieri in congedo e circa 10 volontari al giorno operativi sulle due piazze del Mercatino.


 

I numeri del Natale 2021

La proposta del Mercatino di Natale di Trento ha visto quest’anno la partecipazione di 62 casette di legno tra piazza Fiera e piazza Battisti, di cui tre dedicate al Mercatino di Natale del Volontariato e della Solidarietà. Tra queste ben 23 hanno proposto artigianato locale (39% del totale), 22 prodotti tipici espressione del territorio (37% sul totale) e 14 casette si sono dedicate all’enogastronomia (24% sul totale).

Nonostante le incertezze legate alla pandemia in corso, il bilancio della 27a edizione del Mercatino in termini di visitatori è certamente positivo. Nell’intero periodo di apertura, infatti, Piazza Fiera e Piazza Battisti hanno accolto oltre 500.000 visitatori, quantificati grazie ad un sistema di rilevazione delle presenze sui varchi d’ingresso e al numero di braccialetti distribuiti.

Quest’anno il Mercatino di Natale di Trento è stato scelto principalmente da visitatori provenienti da ogni regione d’Italia, in particolare da Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Lazio, Puglia, Campania, Toscana e Trentino Alto Adige. Seppur con numeri più contenuti rispetto alle edizioni precedenti a causa delle limitazioni dovute alla pandemia, il Mercatino ha saputo comunque richiamare visitatori anche da Germania, Austria, Svizzera, Regno Unito, Francia, Polonia, Repubblica Ceca e Olanda solo per citarne alcuni.

Per l’organizzazione di questa edizione del Mercatino di Natale di Trento Apt ha sviluppato un piano di marketing e comunicazione ben dettagliato al fine di garantire un evento coinvolgente, attrattivo e soprattutto sicuro, e di promuoverlo al meglio sia a livello nazionale che internazionale. Tra gli obiettivi principali degli organizzatori l’incremento della sua Brand Awareness, l’intercettazione di nuovi flussi turistici, il rafforzamento della fidelizzazione dei turisti già affezionati alla nostra città, il mantenimento di un trend positivo di arrivi e presenze, l’aumento della permanenza media e della spesa media dei visitatori sul territorio, nonché la customer satisfaction. Si è puntato così su una proposta natalizia della città ben integrata e di alta qualità, grazie al Mercatino di Natale all’insegna di qualità e tradizione, al programma di eventi ed iniziative di “Trento, Città del Natale” e a tutta l’offerta turistica, ricettiva, museale, culturale, la ristorazione, i negozi e le realtà che operano sul territorio.

Per il raggiungimento di tali obiettivi la comunicazione e i rapporti con i media hanno giocato un ruolo di assoluta centralità. Apt ha messo in campo, infatti, attente azioni di marketing e comunicazione sia attraverso i canali offline che quelli digitali. Molto rilevanti a livello promozionale e strategico sono stati i social media, in particolare Facebook e Instagram, con circa 3 milioni di impression dei post pubblicati sui profili gestiti da Apt nel periodo compreso dal 1 ottobre 2021 al 13 gennaio 2022. Il Mercatino di Natale di Trento, la proposta natalizia di “Trento, Città del Natale” e la ricca offerta culturale della città sono stati promossi su Facebook attraverso la pagina aziendale di Apt “Trento e Monte Bondone” e “Mercatino di Natale Trento” e su Instagram attraverso i canali @discovertrento e @nataletrento. Su entrambi i social network sono stati registrati alti livelli di interazione con i contenuti pubblicati, che hanno permesso di istaurare con il pubblico un dialogo diretto ed una relazione “one to one”.

Infine, parlando di numeri, da considerare il quantitativo di materiali editoriali distribuiti nel periodo di Natale nei punti informativi della città in piazza Fiera, piazza Battisti, piazza Dante ed al Quartiere delle Albere pari a oltre 30.000 tra cataloghi del Mercatino e brochure di presentazione dell’offerta turistica di Trento, Monte Bondone e Valle dei Laghi.


 

Arrivi e presenze

I dati statistici elaborati da Apt sulle presenze a Trento, sul Monte Bondone e in Valle dei Laghi dal 20 novembre 2021 al 9 gennaio 2022 confermano l’attrattività del Mercatino di Natale di Trento e del territorio d’ambito sul mercato turistico, nonostante le incertezze legate alla pandemia. La proiezione dei dati, che prende in considerazione tutte le strutture ricettive e complementari, quantifica in 125.000 unità le presenze e in 48.000 unità gli arrivi sul territorio d’ambito. Quest’anno le presenze di turisti stranieri hanno rappresentato il 15% del totale, a favore di un’85% di presenze di turisti italiani, provenienti principalmente da Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Lazio e Puglia. Tra i primi paesi esteri che in termini di presenze hanno scelto Trento e il territorio d’ambito troviamo nell’ordine Germania, Repubblica Ceca, Romania, Stati Uniti e Spagna.

Il Mercatino di Natale di Trento è stato scelto da 5 visitatori su 10 per la sua notorietà nel panorama dei mercatini a livello nazionale ed internazionale, dato che conferma la sua crescente attrattività. Per il 30% dei visitatori, particolarmente strategici nella conoscenza dell’evento sono stati Internet, social network e il passaparola di chi ha riportato l’esperienza positiva al Mercatino ad amici e parenti (22%). Infine, per il 22% dei visitatori hanno giocato un ruolo importante nella scelta di visitare il Mercatino di Natale di Trento Tv, radio e pubblicazioni cartacee.

Per quasi 7 visitatori su 10 quella di quest’anno è stata la prima volta al Mercatino di Natale di Trento, complice la forza comunicativa messa in campo, l’attrattività dell’evento e la comodità nel raggiungere la città dalle diverse regioni d’Italia. I restanti visitatori (34%) hanno deciso di ritornare al Mercatino per rivivere quell’atmosfera rimasta loro nel cuore nelle precedenti visite.

La volontà di acquistare artigianato locale e articoli natalizi e quella di assaggiare i piatti della tradizione trentina sono risultate essere le principali motivazioni che hanno spinto i visitatori a scegliere il Mercatino di Natale di Trento, rispettivamente il 47% e 48% dei rispondenti. La scelta degli organizzatori di puntare su qualità e tradizione già nelle fasi di selezione degli espositori è risultata quindi essere premiante in quanto riconosciuta dai visitatori ed elemento di caratterizzazione e differenziazione del nostro evento rispetto ai tanti organizzati nell’arco alpino. Il 32% dei visitatori ha invece scelto il Mercatino per acquistare prodotti tipici a km0, mentre il 14% ha trascorso una o più giornate immerso nella magica atmosfera delle feste di Trento, in occasione di tour organizzati, gite fuori porta e per divertimento.

L’atmosfera natalizia respirata in Piazza Fiera e Piazza Battisti è rimasta nel cuore del 66% dei visitatori, complice la creatività, l’attrattività e la cura allestitiva delle casette del Mercatino. Per il 57% dei visitatori, poi, la qualità dell’offerta enogastronomica, all’insegna di piatti tipici e i prodotti a km0, ha rappresentato uno degli aspetti più apprezzati del Mercatino ed infine il 40% degli intervistati ha dichiarato di aver gradito particolarmente la possibilità di trovare creazioni artigianali e articoli natalizi di alta qualità.


 


Molto interessante è il dato raccolto in merito alla spesa media del visitatore tra le casette del Mercatino. Rispetto all’ultima edizione dell’evento, infatti, è stata riscontrata una maggiore propensione all’acquisto con il 46% degli intervistati che ha dichiarato di aver speso sulle piazze entro i 30€, il 33% che ha effettuato acquisti per un totale dai 31 ai 60 €, il 16% dai 61 ai 100€ e il restante 5% oltre i 100€.

Considerando ora la modalità di trasporto scelta dai nostri visitatori per raggiungere Trento, è stata riscontrato un aumento della percentuale di chi si è recato in città con l’auto, complice con ogni probabilità le incertezze e i timori legati alla pandemia che stiamo vivendo. L’auto e il camper sono stati infatti i mezzi di trasporto utilizzati dal 71% degli intervistati (nel 2019 era il 66%), mentre il treno è stato scelto dal 21% dei visitatori. Va ricordato in questo senso che nell’ottica di promuovere un Mercatino green e amico dell’ambiente, Apt ha lavorato per incentivare la mobilità sostenibile contando anche sulla collaborazione con le Ferrovie Turistiche Italiane e Trenord, che ha aggiunto quest’anno una nuova corsa da Milano per raggiungere il Mercatino di Natale di Trento. Il restante 8% dei visitatori si è infine recato a Trento in pullman o con altri mezzi.

I questionari somministrati hanno inoltre permesso di raccogliere dati preziosi riguardo la scelta dei turisti di visitare il Mercatino di Natale di Trento in giornata oppure approfittarne per qualche giorno di vacanza e relax. Nello specifico, il 59% degli intervistati ha visitato le 62 casette di legno in giornata, mentre il 34% si è fermato tutto il weekend. Il restante 7% ha invece dichiarato di aver trascorso in Trentino più di due giorni.

Considerando ora i visitatori che hanno deciso di trattenersi sul territorio per più di un giorno, il 46% ha scelto una struttura ricettiva della città, il 25% una struttura in montagna sul territorio trentino, il 10% una casa privata e il restante 19% ha soggiornato in località limitrofe.

In occasione della visita al Mercatino sono state moltissime le persone che hanno scelto di visitare i musei e i siti culturali della città, precisamente il 60%, mentre un 30% ne ha approfittato per trascorrere del tempo in montagna o sulla neve. Vi è poi un 7% di rispondenti, che ha dichiarato di aver visitato altri mercatini in località vicine ed un 3% che si è dedicato esclusivamente al Mercatino di Natale di Trento.

Uno dei dati più significativi emersi dall’indagine condotta da Apt riguarda la valutazione complessiva della 27a edizione del Mercatino di Natale di Trento, che è stata valutata al top dal 96% dai visitatori (valutazione media di 4,3 stelle su 5). Valutazione eccellente anche per i prodotti artigianali, enogastronomici e del territorio, che sono stati premiati da 9 visitatori su 10 per qualità con una valutazione media di 4,4 stelle su 5 e per tradizione con una media di 4,6 stelle su 5.

Espositori: positiva esperienza

L’Azienda per il Turismo Trento, Monte Bondone ha voluto dar voce anche quest’anno ai 59 operatori del Mercatino attraverso la somministrazione di un questionario di valutazione complessiva dell’evento. L’obiettivo degli organizzatori è tracciare un quadro generale del loro grado di soddisfazione e raccogliere così suggerimenti preziosi per poter continuare a migliore la complessa macchina organizzativa dell’evento, soprattutto dopo un’edizione così particolare. La guida dell’Apt è stata valutata dalla quasi totalità degli operatori in modo molto positivo. Quest’anno gli espositori hanno concentrato i loro apprezzamenti e suggerimenti soprattutto sulle tematiche relative alla sicurezza delle piazze. In particolare, in quest’edizione è stato particolarmente gradito il nuovo allestimento di piazza Fiera, ovvero la separazione tra il polo gastronomico e l’artigianato/commercio, che ha favorito il rispetto delle norme anti Covid-19 relative all’assembramento. Particolarmente apprezzate anche le misure di prevenzione adottate: la verifica del green pass, la consegna del braccialetto, la chiusura delle piazze con apposite transenne, le torrette di gel igienizzante a disposizione dei visitatori e l’obbligo di mascherina hanno consentito agli espositori di lavorare in serenità e in sicurezza.

Gli espositori, inoltre, si sono detti particolarmente soddisfatti per la disponibilità del soggetto organizzatore all’ascolto, per la presenza costante del personale di APT sulle piazze nei giorni di apertura, per le misure di sicurezza, pronto intervento e protocolli Covid-19 messi a punto e per le efficaci azioni comunicative e di marketing implementate per valorizzare e promuovere l’offerta d’eccellenza del Mercatino di Natale di Trento in Italia e oltre i confini nazionali.

I bilanci di Bertagnolli ed Agnolin

“Il Mercatino di Natale di Trento è oggi una delle manifestazioni più importanti che Trento ospita - commenta il presidente dell’Apt Trento e Monte Bondone Franco Aldo Bertagnolli – “ed è una vetrina di grande pregio per i prodotti enogastronomici e i prodotti artigianali locali. Nonostante le difficoltà legate alla pandemia quella di quest’anno è stata un’edizione positiva sia per gli operatori delle due piazze storiche ma anche per il comparto ricettivo, la rete museale e culturale e gli operatori commerciali della città. Visitatori e turisti sono stati piacevolmente colpiti dall’atmosfera magica che hanno respirato sulle piazze del Mercatino, dall’alta qualità dell’artigianato, dalla tradizionalità dei piatti e dai prodotti del territorio proposti dalle casette. La nostra Apt ha fatto di originalità, tradizione, innovazione, eccellenza, qualità e attrattività i veri e imprescindibili capi saldi del suo Mercatino di Natale e siamo convinti che questa possa essere la giusta direzione per accrescere l’attrattività della manifestazione ed attrarre in città visitatori da ogni angolo del mondo”.

Soddisfazione anche per il direttore dell’Apt Matteo Agnolin “Quest’anno più che mai il Mercatino di Natale di Trento ha rappresentato un’importante occasione di ripartenza, condivisione e speranza, ed insieme alla suggestiva cornice di luci, decorazioni ed iniziative di “Trento, Città del Natale” ha permesso di accogliere visitatori, turisti e locali in un’atmosfera davvero unica e suggestiva che ha scaldato il cuore di tutti. La ricca proposta natalizia della città di Trento riveste un ruolo centrale per il tessuto sociale, turistico, culturale ed economico della città, in grado di generare indotto per gli esercizi commerciali, i ristoranti, le strutture ricettive, la rete museale e i servizi del nostro ambito turistico. Per la 27a edizione del Mercatino di Natale di Trento abbiamo lavorato ed investito molto sulla sicurezza per riuscire a riproporre in città un evento di lunga tradizione, nonché appuntamento immancabile per assaporare la gioia delle festività. Grazie ad un’attenta strategia di marketing e comunicazione ci siamo impegnati inoltre per qualificare sempre più l’immagine del nostro Mercatino e promuovere in modo efficace l’offerta natalizia, culturale ed enogastronomica della città di Trento e del territorio a livello nazionale ed internazionale. Nonostante le incertezze e le difficoltà legate al periodo, sono state davvero molte le persone che hanno scelto di raggiungerci, regalandosi anche qualche giorno di vacanza alla scoperta della Città del Concilio, del Monte Bondone o delle località limitrofe. I risultati di questa edizione sono frutto di un grande impegno da parte dello staff di Apt e della preziosa sinergia con tutti gli operatori del Mercatino, il Comune, la Provincia, il Commissariato del Governo, la Questura, la Polizia Locale, Trentino Marketing, Dolomiti Ambiente e tutte le altre istituzioni ed aziende di servizi che a vario titolo hanno contribuito al suo svolgimento. Un ringraziamento speciale a Dolomiti Energia e ad Itas Assicurazioni, nell’anno dei 200 anni della più antica compagnia assicurativa d’Italia, che hanno rinnovato la loro vicinanza alla città di Trento sostenendo la proposta natalizia della città. Infine, desideriamo menzionare la Commissione Valutatrice, espressione delle categorie economiche del territorio, per il prezioso contributo nella scelta degli espositori per qualità della proposta e richiamo alla tradizione”.