Il minieolico roveretano vince in Europa

Premiata Windcity, specializzata nelle piccole turbine, come start-up innovativa più promettente

ROVERETO. Windcity, la start-up di pale minieoliche insediata dentro il polo clean-tech di Trentino Sviluppo, Progetto di Manifattura, ha conquistato il titolo di impresa campione d’Europa aggiudicandosi il premio “Start-up Europe Award”, l’Eurovision delle imprese innovative più promettenti. La start-up, specializzata in mini-turbine eoliche super-efficienti, si è aggiudicata a Bruxelles il primo posto in assoluto tra migliaia di start-up di 28 paesi, confermando la capacità di attrazione di talenti di Trentino Sviluppo e la grande innovatività delle start-up green insediate. Il premio Start-up Europe Award, realizzato dal Parlamento Europeo e la Commissione Europea, in collaborazione con Finnova Foundation, ha l’obiettivo di individuare le imprese più promettenti su cui investire del panorama europeo. Windcity, incubata alla Greenhouse di Progetto Manifattura, sta per lanciare sul mercato delle turbine a geometria variabile, che si adattano ai flussi naturali, cambiando comportamento a seconda della situazione della corrente, spesso influenzata anche da fattori antropici. «Il brevetto sfrutta il principio dell'equilibrio dinamico naturale», spiega Tommaso Morbiato, ideatore di Windcity. «Non ci sono azionamenti, servomeccanismi, alimentazioni di servizio. La turbina si regola da sola come un buon navigatore mette a segno le vele sulla sua barca cercando il miglior vento». «Questo riconoscimento ci spinge a continuare il lavoro svolto fino ad ora», continua Morbiato. «A ottobre annunceremo alcune importanti partnership, nel mentre continueremo a valutare le proposte di investimento che riceviamo per accelerare l’industrializzazione della nostra tecnologia, che crediamo potrà contribuire alla diffusione delle tecnologie ad energia rinnovabile eolica».