IMPRENDITORIA

Giovani e geniali: la straordinaria impresa dei tre fratelli Ciurletti

Hanno 69 anni in tre e grandi doti di inventiva e manualità. Dopo la porta stagna per acquedotti, hanno ideato la pompa idraulica che va senza elettricità. E c’è anche un progetto spaziale “top secret”

di Daniele Peretti

TRENTO. Yuri, Selly ed Emily: 69 anni in tre. Ovvero l’incoscienza dell’imprenditoria giovanile. Avete in mente l’impossibile? Un prototipo tutto da allestire? I fratelli Ciurletti sono il referente giusto. A febbraio hanno fondato la Theuth Italia Snc, società specializzata in lavorazioni complesse. Tre fratelli con età ed esperienze diverse, ma con un gene comune, quello della manualità e dell’inventiva.

Non solo, ma trovare un lavoro che piace, per una ragazza nell'attuale situazione è praticamente impossibile ed allora piuttosto che tentare l’avventura Emily, 19 anni, studia ed intanto impara il lavoro, Selly (23 anni), nonostante una laurea in Beni Culturali, segue l'amministrazione ed Yuri mette in campo la sua esperienza di designer industriale e non solo. Su tutti la supervisione del papà Renzo (noto per l'organizzazione della sfilata dei Babbo Natale in moto a scopo di beneficenza).

I fratelli Ciurletti e le loro invenzioni che prendono forma: ecco la porta stagna per acquedotti

Hanno ideato la pompa idraulica che va senza elettricità. E c’è anche un progetto spaziale “top secret”

Un progetto già realizzato è una porta stagna per acquedotti, poi c’è l'invenzione di una pompa idraulica che funziona in assenza di qualsiasi fonte di energia elettrica e non manca nemmeno il progetto spaziale top secret. Sarà realizzato col legno di Vaia ed è in fase di collaudo: questa è di certo l'idea più pazza delle tante. La porta stagna è stata costruita in collaborazione con la Tecnoplastica su richiesta della Stet di Pergine che superato il collaudo della prima, andrà progressivamente ad inserirle negli acquedotti in gestione. La prima porta stagna Theuth è stata posizionata nel Comune di Sant’Orsola in località Maia.

“Attualmente l'ispezione e la manutenzione degli acquedotti – spiegano i fratelli Ciurletti – è un'operazione considerata ad alto rischio. Sono necessari due operai, uno dei quali si cala nella vasca con una doppia scaletta. In caso di malore interviene il primo, ma si tratta di una soluzione sempre molto delicata specialmente per i piccoli Comuni”.

La porta stagna permette invece un intervento in assoluta sicurezza. E’ dotata di un oblò per l'ispezione esterna e di una lampada che illumina la vasca. Una grande soddisfazione per un’azienda giovane che è anche un esempio di affiatamento tra fratelli: che oltre che designer è anche disegnatore, programmatore e Maestro d'Arte sta insegnando il mestiere alla sorella più giovane Emily che lo segue grazie alla predisposizione ed alla passione.