Andalo, 40 assunti per la stagione estiva

Giovani tra i 25 ed i 30 anni, impiegati nella cittadella dello sport, compresi gli istruttori di nuoto e di pattinaggio

di Rosario Fichera

ANDALO. Ben 40 assunzioni per la stagione estiva. E’ questo il numero di persone che sono state assunte dalla società “Andalo Gestioni” per il funzionamento estivo dell’ “Andalo Life Park”, una vera e propria cittadella del tempo libero e del benessere costituita dagli impianti turistico-sportivi di Andalo, dalla piscina, al centro benessere, dal parco sportivo, allo stadio del ghiaccio, al campeggio. Un numero di posti di lavoro che in tempi di crisi fa sempre notizia, soprattutto quando a trovare un’occupazione sono soprattutto giovani.

«L’età media del nostro personale - spiega il presidente di Andalo Gestioni, Daniele Rigotti - è di 25-30 anni. Le specializzazioni che richiediamo sono diverse, a seconda della struttura dove poi si è chiamati a operare, per esempio per la piscina e lo stadio del ghiaccio abbiamo assunto sei tra istruttori di nuoto e di pattinaggio».

Andalo Gestioni è una srl detenuta al 100% dal Comune, con un consiglio di amministrazione “agile”, costituito da tre membri, il presidente Rigotti e i consiglieri Silvano Bottamedi (che ricopre anche la carica di vicepresidente) e Alberto Perli. La finalità è amministrare gli impianti turistico-sportivi pubblici del paese, un vero e proprio ventaglio di strutture all’avanguardia che annovera anche un campo da calcio regolamentare, con annessa pista di atletica, la palestra di roccia, il mini golf, 6 campi da tennis, il centro di equitazione. Ma compito della srl è anche quello di svolgere una vera e propria attività di marketing, proponendo nuove iniziative sulla base delle esigenze e delle aspettative della clientela.

«Tutti gli anni cerchiamo d’innovare la nostra offerta con nuovi servizi - continua Rigotti - perché i clienti di Andalo sono dei fedelissimi e quindi il nostro obiettivo prioritario è di mantenere alto il loro grado di soddisfazione. Le novità di quest’anno sono un servizio di biciclette elettriche, denominato “e.bike”, con percorsi mappati che si possono seguire tramite smartphone e il “Winterparck” estivo, cioè un parco divertimenti sulla “neve”, realizzato grazie a speciali tappeti (chiamati neveplast) che permettono di scivolare con le classiche ciambelle invernali».

Fiore all’occhiello della società è il centro “Acquain”, costituito dal centro benessere (uno dei più grandi e attrezzati del Trentino) e dalle piscine (di cui una lunga 25 metri con 8 corsie). «Durante la stagione invernale abbiamo ottenuto risultati positivi in queste strutture, con importanti incrementi: circa 25.000 passaggi nelle piscine, con una crescita del 18% rispetto all’anno precedente; e 13.000 saune, confermando l’andamento dei precedenti periodi; 18.000, con un +18%, anche i passaggi sulla pista di pattinaggio dello stadio del ghiaccio.