verso la finale

Anche Riva si prepara a tifare per l’Italia ma occhio ai festeggiamenti: il Comune vieta il consumo di birre (e altro) all’aperto

La sindaca Santi ha firmato un’ordinanza per cercare di tenere calmi gli animi dei tifosi in caso di vittoria della nazionale di calcio



RIVA. I festeggiamenti per le vittorie della nazionale di calcio, che si verificano (quando si verificano) sempre durante il periodo delle vacanze, vedono Riva del Garda crocevia delle gioie dei molti turisti presenti che si riversano nelle piazze a cantare, ballare e suonare il clacson. In vista della finale degli Europei, in programma domenica 11 luglio, fra Italia e Inghilterra, il Comune ha deciso di correre ai ripari.

La sindaca Cristina Santi ha firmato un’ordinanza che prevede il divieto, dalle 20 di domenica 11 alle 6 di lunedì 12 luglio, di somministrazione e vendita per asporto di bevande in bottiglie e bicchieri di vetro. Inoltre, sono vietate la somministrazione e la vendita per asporto di bevande in bottiglie e bicchieri di vetro da parte degli esercenti le attività di somministrazione di alimenti e bevande nonché delle attività di vendita e artigianali autorizzate alla vendita di bevande;  sono vietati il consumo e l’abbandono in luogo pubblico o aperto al pubblico di bevande alcoliche o non alcoliche, comunque acquisite, contenute in bottiglie di vetro o in contenitori realizzati con il medesimo materiale;  il divieto si applica anche alla somministrazione, ristorazione e consumo con servizio ai tavoli negli spazi all’aperto di pertinenza delle attività di somministrazione e ristorazione regolarmente autorizzate, in caso di assembramenti dovuti alla visione della partita.

La polizia locale e le altre forze dell’ordine sono state incaricate di far osservare e rispettare l’ordinanza.

















Cronaca







Dillo al Trentino