CRIMINALITA’

Rapine in farmacia, fermata coppia di conviventi

Accusati dei “colpi” a Roncafort (nella foto) e Sella Giudicarie

TRENTO. I carabinieri della Compagnia di Trento hanno individuato i presunti responsabili delle rapine alle farmacie di Roncafort e Sella Giudicarie commesse lo scorso novembre e la Procura ha chiesto per loro la misura cautelare dell'obbligo di dimora nel Comune di residenza, poi disposta dal Gip.

I due, un uomo di 40 anni e la convivente, 47 anni, sono indagati per rapina in concorso, con l'aggravante di aver commesso i fatti utilizzando un'arma e con il volto travisato.

Le due rapine, hanno ricostruito i carabinieri, sono state pressoché identiche: l'uomo, già noto per precedenti arrivava con una Ford Focus grigio chiaro davanti alla farmacia e, al momento opportuno, entrava nel negozio con il volto coperto impugnando un coltello facendosi consegnare l'incasso e poi uscire, risalire sulla stessa macchina, guidata dalla convivente, anche lei nota per precedenti reati contro il patrimonio, e darsi alla fuga. Nel corso della rapina alla farmacia di Roncafort di Trento dello scorso 19 novembre, l'uomo aveva sottratto 650 euro, di cui 10 dalle mani di una cliente.

Lo scambio di notizie investigative tra le Compagnie del Comando Provinciale ha consentito di ricondurre ai sospettati anche un altro colpo analogo, commesso due giorni dopo in una farmacia a Roncone di Sella Giudicarie.