Arrestato l’autore degli atti vandalici alla stazione

Pergine. Almeno stavolta, la videosorveglianza ha funzionato e i carabinieri hanno arrestato l’autore dei vandalismi compiuti ancora una volta ai danni della stazione ferroviaria del centro...

Pergine. Almeno stavolta, la videosorveglianza ha funzionato e i carabinieri hanno arrestato l’autore dei vandalismi compiuti ancora una volta ai danni della stazione ferroviaria del centro intermodale, ma non solo almeno in questo caso. Si tratta di un marocchino, E.K.M. di 22 anni che ha ammesso le propri responsabilità e che i carabinieri di Pergine hanno identificato e denunciato a piede libero. L’uomo era conosciuto e già era stato visto il giorno precedente gironzolare in stazione con una bottiglia di superalcolico in mano.

I vandalismi

I danneggiamenti sono avvenuti in piena notte tra giovedì e venerdì. L’uomo, dopo aver forzato la porta d’ingresso ha compiuto una vera e propria devastazione: ha fracassato vetri, divelto piante, distrutto aiole, cartelli, spaccato le attrezzature per l’obliterazione dei biglietti, arredi anche dei bagni, sempre forzando una finestra è entrato nell’edicola rubando il fondo cassa (poche centinaia di euro), spaccando anche vetrate. Ha tentato anche di appiccare il fuoco nei bagni; forse con un grosso bastone ha spaccato una panchina in cemento, buttandone i pezzi sulle rotaie, e imbratto i muri. Probabilmente è lo stesso che aveva danneggiato le vetrate del supermercato posto di fronte alla stazione, il giorno precedente. Non sembra invece sia stato lui a mandare in frantumi i vetri delle serrande del deposito dei pullman oltre la linea ferroviaria e via Celva.

Allarme in piena notte

Come si è detto l’allarme è scattato in piena notte (verso le 3) e i carabinieri hanno raggiunto la stazione nel giro di pochi minuti insieme ai responsabili della struttura e ai proprietari delle attività. Le indagini e l’esame delle riprese dalla videosorveglianza hanno permesso di individuare l’autore che è stato rintracciato nel giro di qualche ora. Nella successiva mattinata, squadre di operai sono state impegnate a riparare i danni, a sostituire, le attrezzature in frantumi, le vetrate rotte. R.G.