la cerimonia

Il premier Draghi a Bologna per l’intitolazione dell’aula magna a Beniamino Andreatta

All’economista, politico e accademico trentino è dedicato lo spazio della Bologna Business School

Il presidente del consiglio: fra ricordi personali e ricordi accademici

BOLOGNA. Il presidente del Consiglio Mario Draghi è a Bologna, arrivato alla Bologna Business School per la cerimonia di intitolazione dell'Aula Magna all'economista e politico trentino Beniamino Andreatta morto nel 2007.

Il premier è stato accolto dal cardinale Matteo Maria Zuppi al quale ha rivolto un "Finalmente ci incontriamo".

Poi è stato salutato da Romano Prodi, che di Andreatta fu allievo e amico, e fra gli altri dal presidente di Regione, Stefano Bonaccini, dal sindaco Virginio Merola, dal rettore dell'Università di Bologna Francesco Ubertini.

 A Nino Andreatta, protagonista dell'Accademia italiana, della storia politica nazionale e dell'Università di Bologna, nonché fondatore della Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Bologna e delle Università di Trento e della Calabria, la Bologna Business School dedica la sua nuova Aula magna come riconoscimento del suo contributo alla comunità accademica e in ricordo della sua figura di economista, attento alla relazione tra economia, politica e società.

20070326 - ROMA - POL - MORTO BENIAMINO ANDREATTA. L'ex ministro della Difesa, Beniamino Andreatta, in una immagine del 17 giugno 1997. Si e' spento oggi a Bologna, tra l'affetto dei suoi cari, la moglie Giana e i quattro figli, Beniamino Andreatta. Lo si apprende a Palazzo Chigi. ANSA/ARCHIVIO - MAURIZIO BRAMBATTI - DRN

L'Aula Magna di Villa Guastavillani è stata svelata oggi al pubblico. È stata progettata da Mario Nanni e realizzata da Viabizzuno. Contiene una raccolta di 2.500 volumi donati dalla società editrice Il Mulino in ricordo di Nino Andreatta.