Il giallo

Gli ultimi messaggi di Sara Pedri al fidanzato

La ginecologa scomparsa gli disse che si era dimessa dall’ospedale di Trento e si sentiva sollevata

TRENTO. E’ stato il fidanzato l’ultima persona a sentire Sara Pedri, la ginecologa di 31 anni di Forlì che lavorava all’ospedale S.Chiara di Trento ed è scomparsa dallo scorso 4 marzo. 

E’ lui stesso a rivelare al Corriere della Sera il contenuto della loro ultima telefonata e degli ultimi sms scambiati la sera prima che Sara sparisse nel nulla in Trentino. La dottoressa gli disse che si era dimessa dall’ospedale e si sentiva “sollevata per essersi tolta un peso”. Poi alcuni messaggini come ogni sera, “ho fatto la doccia, vado a dormire. Ti amo”. 

Sulla scomparsa della ginecologa indaga la procura di Trento. L'Azienda sanitaria ha nominato una commissione interna che in questi giorni sta ascoltando tutto il personale di ginecologia in merito ai problemi e al clima pesantissimo sul luogo di lavoro di cui la dottoressa aveva parlato con la famiglia. “Era terrorizzata”, hanno denunciato i familiari. 

Il primario del reparto intanto si è messo in ferie (arretrate) “per agevolare il lavoro della commissione”, è stato spiegato dall’Azienda.