Istruzione

Due concorsi per la stabilizzazione dei docenti in Trentino

Sono interessate quattro discipline della scuola secondaria di primo e secondo grado



TRENTO. La Giunta provinciale di Trento ha dato via libera a due diversi concorsi straordinari per titoli ed esami per l'accesso a posti lavoro a tempo indeterminato nella scuola secondaria di primo grado.

L'obiettivo dei concorsi - si apprende - è garantire la possibilità di stabilizzazione ai docenti inseriti nelle graduatorie di istituto della provincia di Trento, che abbiano svolto almeno tre anni di insegnamento, sopperendo allo stesso tempo alle carenze dell'organico.

"Questi concorsi contribuiranno a sopperire alcune carenze di organico che riguardano in particolare quattro discipline della scuola secondaria di primo e secondo grado. In un caso si tratta della riedizione del concorso già bandito per la stessa classe nella primavera 2023, ma i cui esiti finali in termini di candidati idonei non furono tali da soddisfare il fabbisogno. L'altro concorso ottempera a quanto previsto dalla legge di assestamento di bilancio e consentirà di stabilizzare docenti già abilitati inseriti nelle graduatorie di istituto della provincia di Trento, con almeno tre anni di esperienza di insegnamento", ha spiegato l'assessore all'istruzione Gerosa. 













Scuola & Ricerca

In primo piano

il caso

Il ministro Nordio: «Chico Forti, lavoriamo per il suo ritorno in Italia il prima possibile»

Il Guardasigilli: «Atteso traguardo di consentirgli di scontare la pena nel suo Paese e vicino suoi affetti» (nella foto Chico con lo zio Gianni Forti)

IL PRECEDENTE Nordio: "Gli Usa non dimenticano il caso Baraldini"
COMPLEANNO Chico Forti, 64 anni festeggiati in carcere: "Grazie a chi mi è vicino" 
IL FRATELLO DELLA VITTIMA Bradley Pike: "E' innocente"

CASO IN TV La storia di Chico in onda negli Usa sulla Cbs