verso il 20 maggio

Dagli “operatori simpatia” alle 14 ambulanze: ci si prepara al concerto di Vasco a Trento

Sperando che non servano, ci sono 112 posti letto di cui 2 di rianimazione. E poi i braccialetti e i treni straordinari per il deflusso. Sarà potenziata la rete telefonica



TRENTO. In occasione del concerto di Vasco a Trento il 20 maggio, al quale sono attese 120.000 persone, ci saranno 5 posti medici avanzati (4 nell'area concerto e 1 in piazza Dante, vicino alla stazione ferroviaria) e 14 ambulanze e 50 squadre itineranti all'interno dell'area del concerto.

Saranno disponibili anche 112 posti letto in tenda, di cui 2 di terapia intensiva, e ci saranno ambulanze, soccorritori e personale sanitario.

È prevista anche la vigilanza antincendio e, in caso di necessità, il soccorso tecnico urgente.

È quanto deciso dal Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica nel corso della riunione dedicata alla definizione delle misure in occasione del concerto di Vasco Rossi.

Per le comunicazioni radio tra i diversi soggetti coinvolti nella gestione dell'evento (sia di coordinamento che in emergenza) la Protezione civile del Trentino ha messo a disposizione la rete Tetranet e, per l'occasione, i principali operatori telefonici hanno potenziato le loro reti a garanzia di sicurezza anche per le chiamate di emergenza. 

Gli spettatori saranno guidati lungo le principali vie di accesso alla Trentino Music Arena dagli "operatori simpatia", che verificheranno che le persone siano in possesso del biglietto di ingresso, forniranno indicazioni circa il raggiungimento dell'arena e dei regolamenti da rispettare e apporranno un braccialetto a chi è in possesso di biglietto.

Dal punto di vista della mobilità, agli spettatori è stato rivolto l'invito di preferire treno e autobus per raggiungere Trento e anche, se possibile, di raggiungere l'area con la bicicletta (sono stati individuati uno spazio per lasciare le biciclette e anche un parcheggio per le moto).

Sono stati organizzati anche treni straordinari per il deflusso durante la notte successiva al concerto ed è stato anche riprogrammato l'orario del servizio di trasporto pubblico urbano.

I parcheggi sono sostanzialmente divisi in 4 aree, per un totale di circa 25.000 posti, tra quelli raggiungibili a piedi, e quelli posti a nord della città, a Pergine (a 10 chilometri) e a Riva del Garda (a 40 km) che sono invece serviti da navette.

















Cronaca







Dillo al Trentino