ciclismo goliardico

Duello all'alba per i campioni del “Tour de pance” alle Marocche di Dro

La tappa va a "Walter l'ombroso" Azzolini, ma la maglia gialla resta al "Tribula" Galas



DRO. La terza prova del “Tour de pance” è andata in scena ieri, sabato 21 maggio, alle 6 e 30 in località Marocche di Dro.

Ecco il racconto dei protagonisti: “Le solite facce schiacciate da un cuscino lasciato prematuramente, cielo terso e temperature già di estate piena e i soliti cinguettiì a tratti assordanti che accompagnano il levar del sole, questo è più o meno lo scenario classico del consueto ritrovo dei picchiatelli del Tour de pance quando si incontrano una volta all'anno per la sfida intitolata appunto "Il duello all'alba".

E anche quest'anno il teatro di battaglia sulle due ruote è stato il magnifico anfiteatro delle marocche di Dro, un percorso perlopiù pianeggiante, ma con due o tre strappi notevoli che a quell'ora del giorno il corpo stenta a digerire, l'arrivo, una volta aggirato il lago di Cavedine era posto al passo delle Marocche, colpo d'occhio notevole coi primi raggi del sole sui macigni sottostanti.

La partenza è stata preceduta da un attacco a sorpresa da parte di tre personaggi che con la classica scusa denominata in gergo ciclistico "visita parenti", si sono avvantaggiati di circa un minuto, ma poi sapendo che la fuga non sarebbe andata in porto si sono rialzati e sono stati prontamente sverniciati dai forsennati che arrivavano a doppia velocità da dietro. A parte però le immancabili gag e gli sfottò, il primo a tagliare il traguardo è stato per la terza tappa consecutiva il cannibale "Walter l'ombroso" Azzolini, nonostante ciò, non è lui a comandare la classifica generale ma bensì il "Tribula" Galas, che, grazie al jolly giocato, riesce ancora a mantenere la fatidica maglia gialla di leader.

Dietro ora la lotta si fa più serrata grazie appunto a questi abbuoni che la maggior parte dei personaggi si devono ancora giocare, da notare ancora la stupefacente "Miss bi" Viola, una bambina di soli 10 anni che ora, grazie anche al jolly, si trova al quinto posto in classifica e di conseguenza anche in maglia rosa adibita alle femminucce, sempre più agguerrite al tour.

Ora un mesetto di pausa, poi un inedita prova li attenderà al varco con una sorta di tappa combinata da affrontare in mountain bike con salita prima, e a seguire la seconda, tutta in discesa, insomma ce ne sarà per tutti i gusti, e c'è da scommettere che se le daranno di santa ragione, visto che quest'anno si chiama: la resa dei conti..."

















Cronaca







Dillo al Trentino