IL LUTTO

Addio a Camillo Lutteri, il cordoglio del Consiglio provinciale

Scomparso l’ex dirigente del Servizio legislativo. Kaswalder: "Competente e autorevole". Suo padre fu sindaco di Arco e poi presidente del Consiglio provinciale

TRENTO. "Competente, preciso, pacato, rispettoso dei ruoli di ciascun interlocutore. Così resta nella memoria di tutti – a palazzo Trentini – l’ex dirigente del Servizio legislativo. Camillo Lutteri, arcense classe 1952, si è spento ieri sera, a tre anni e poco più da quel 1° giugno 2017 che segnò il suo collocamento a riposo, dopo 42 anni di lavoro". Così lo ricorda il presidente del Consiglio provinciale, Walter Kaswalder.

"Fu salutato con affetto e riconoscenza, per l’autorevolezza garantita in tutti gli anni di guida degli uffici che in via Manci a Trento garantiscono all’assemblea legislativa provinciale la correttezza formale e giuridica dei testi normativi e degli atti politici. In Consiglio provinciale era arrivato nel 1984, tre anni dopo successe a Pino Morandini alla guida del Servizio legislativo".

"Dispiace profondamente che il suo pensionamento sia stato così breve e segnato dalla malattia. Di lui – figlio tra l’altro del Camillo Lutteri sindaco di Arco e poi presidente del Consiglio provinciale nella IV legislatura - resta un ricordo senza macchia, di professionista retto, capace e inappuntabile".