Ledro: Girardi alle prese con la composizione della giunta

Ledro. Ancora nessuna certezza sulla composizione della nuova giunta ledrense: il neoeletto sindaco Renato Girardi non ha infatti ancora sciolto le riserve sui nomi degli assessori che, insieme a lui,...

Ledro. Ancora nessuna certezza sulla composizione della nuova giunta ledrense: il neoeletto sindaco Renato Girardi non ha infatti ancora sciolto le riserve sui nomi degli assessori che, insieme a lui, costituiranno l'esecutivo cittadino per il prossimo quinquennio. “La macchina amministrativa sta già andando avanti regolarmente – ha dichiarato il primo cittadino di Ledro, alla guida della coalizione premiata nella tornata elettorale – quanto alla giunta, mi sono preso il tempo necessario per presentare una squadra autorevole, con persone scelte in base alle loro competenze. È certo, però, che tra i criteri principali ci sarà anche il consenso ricevuto dai cittadini”. Nessuna certezza, quindi, ma non è difficile immaginare che il sindaco dovrà muoversi nella scelta dei componenti della squadra tenendo conto anche degli equilibri interni alla maggioranza. Facile pensare, quindi, che un ruolo in giunta potrebbe andare ai più votati, tra i quali spicca il nome di Claudio Oliari, vicesindaco uscente e il più votato (355 preferenze) della lista civica “Ledrensi” (prima “Nuova Ledro”) che si è ripresentata al voto con lo stesso Oliari, assieme a Natale Dal Bosco, Erick Cellana e Michele Segalla. Nella sfida per il rinnovo del consiglio comunale, Renato Girardi ha distaccato di 371 voti lo sfidante Alessandro Fedrigotti, che ha ottenuto 1377 preferenze (44,1% dei voti). “Un risultato che ha confermato la fiducia dei nostri elettori nell’operato degli scorsi cinque anni – ha aggiunto Girardi – con una squadra che oggi è pronta a proseguire l’azione amministrativa”. Quattro le liste a sostegno di Girardi, di cui le tre civiche che hanno vinto al primo turno nel 2015, e il Patt. La civica “Ledrensi” ha ottenuto il 21,5% delle preferenze, “Civica per Ledro” il 17,1% dei voti, la “Civica Uniti per Ledro” il 10,7% e il Patt il 7,7% dei voti. “Per una ripartenza, come abbiamo fatto anche la scorsa legislatura, all’inizio è d’obbligo un passaggio tra le frazioni, per capire quali siano le esigenze più impellenti – ha aggiunto – abbiamo un programma di legislatura ricco, e porteremo avanti i numerosi progetti già avviati in questi anni”. S.BASS.