Più di 12 milioni italiani in viaggio per ponte 8 dicembre



Se non fosse per l'inflazione, il caro bollette e la tragedia della guerra in Ucraina si potrebbe finalmente dire che il turismo italiano sta riprendendo lo slancio del periodo pre pandemia ma questi tre spettri pesano su industria che sta dimostrando ancora una volta resilienza e vitalità. A parlare sono i numeri dell'indagine diFederalberghi sul ponte del 8 dicembre:saranno 12 milioni 183 mila gli italiani che si metteranno in viaggio. Il 94.1% di loro (contro il 92.3% del 2021) resterà entro i confini nazionali mentre solo il 5.9% andrà all'estero (contro il 7.7%). Il 70.2% di chi sceglierà il Belpaese si muoverà nella regione di residenza. Le mete più gettonate saranno in montagna (28.5%), nelle località d'arte (27.8%) e di mare (13.1%). Seguono i laghi (5.3%) e le terme (5%). All'estero le mete più ambite saranno le grandi capitali europee (76.5%). Il giro di affari complessivo si attesta su 4,14 miliardi di euro.















Montagna









Dillo al Trentino