Delta Informatica alla trentina Berasi seconda palleggiatrice 

Volley A2 femminile. La società gialloblù sceglie la bleggiana reduce dalla vittoria in B1 quale rimpiazzo per la Moncada: «Non mi spaventa la categoria, me la sono guadagnata»

Trento. La Delta Informatica Trentino sistema un altro importante tassello del proprio roster. Sarà Virginia Berasi la seconda palleggiatrice della formazione di mister Matteo Bertini. Trentina doc, è nata e cresciuta nel Bleggio ma da oltre cinque anni è in giro per il Triveneto a giocare in campionati nazionali. Nell’ultima stagione, culminata con la promozione in serie A2 della sua Cda Talmassons, Virginia è stata artefice di un ottimo campionato, tanto da guadagnarsi la chiamata del direttore sportivo gialloblù Franco Tonetti.

La carriera della Berasi

La sua carriera comincia tra le fila del Castel Stenico dove milita fino alla serie C prima del trasferimento a 16 anni in serie B2 con il Lizzana. Dopo due anni in Vallagarina sale di categoria militando al Neruda in B1 prima di tornare nuovamente al Lizzana. Dopo queste esperienze in regione, nel 2014 la Berasi decide di trasferirsi a Talmassons in serie B2 prima e B1 poi; un’annata trionfale, la prima, in cui centra la vittoria della Coppa Italia e del campionato di B2. Una breve parentesi per motivi di studio a Udine prima di approdare per la stagione 2017/18 a Rovigo in B2. Infine lo scorso anno è nuovamente a Talmassons dove, da regista titolare, ha vinto il campionato di B1.

Le parole di Virginia

«Sono molto carica e motivata per questa nuova avventura – spiega Virginia Berasi – Sarà la mia prima esperienza in serie A2, sono molto curiosa ma al tempo stesso cercherò di sfruttare al meglio questa opportunità. Non mi spaventa la nuova categoria, quest’anno me la sono conquistata vincendo la serie B1 con Talmassons da titolare; con grinta e dedizione dimostrerò di ripagare la fiducia che la Trentino Rosa ha riposto in me. Sarò la seconda palleggiatrice, spero di apprendere dalla titolare tanti trucchi e consigli e di potermi migliorare anche nel fondamentale della difesa. La costruzione della squadra è ancora in corso ma gli arrivi di Melli e Piani, due giocatrici secondo me di categoria superiore, e di un tecnico importante come Bertini sono un’impronta chiara delle ambizioni di questa società e degli obiettivi da raggiungere». Per Berasi è un ritorno a casa, nel “suo” Trentino. «Dopo cinque anni tra Friuli e Veneto quest’anno torno a casa. È sicuramente motivo d’orgoglio far parte della squadra maggiore della mia regione. Poter avere spesso e volentieri la mia famiglia sugli spalti fa davvero piacere».