il caso

Zan ospite degli universitari a Trento. Gli organizzatori: «Abbiamo subito intimidazioni»

Il deputato al festval Serendipity di Udu: «Il ministro Roccella ha cominciato malissimo: si torna indietro» (foto repertorio Ansa)



TRENTO. "Il ministro alla famiglia, natalità e pari opportunità Eugenia Roccella ha cominciato malissimo: il concetto di pari opportunità non è quello di costruire una gerarchia e mettere l'uno contro l'altro, ma significa, per esempio, togliere le barriere architettoniche che permettono alle persone con disabilità di vivere dignitosamente. Qui si torna proprio indietro". Lo ha detto il deputato del Partito democratico Alessandro Zan, a Trento per il festival "Serendipity", organizzato dall'Unione degli universitari.

"Dobbiamo dotarci di strumenti che non siano solo scendere in piazza, ma anche costruire occasioni di confronto come quella di oggi contro una destra reazionaria che rischia, come in Polonia, di limitare i nostri spazi di libertà. Quando la destra dice che il ddl Zan limita la libertà di opinione, vorrei dire di andare a dirlo ai ragazzi bullizzati a scuola che quella legge non ha effetto sulla loro vita", ha quindi aggiunto il deputato.

Durante la conferenza, alla quale erano presenti molti universitari, gli organizzatori hanno dichiarato di aver subito delle intimidazioni in vista dell'appuntamento.

















Cronaca







Dillo al Trentino