SCUOLA

Trento, i “maturandi” incontrano personaggi della società civile. Ecco “Voci del verbo scegliere”

Studenti in dialogo online venerdì 23 aprile con 14 testimoni, dal vescovo Tisi alla tuffatrice Dallapè, per orientarsi nelle scelte future. Organizza la Diocesi in collaborazione con il Comune (foto tema Ansa)

TRENTO. Dopo il felice debutto dello scorso anno, ritorna venerdì 23 aprile, per la seconda edizione, “Voci del verbo scegliere”, iniziativa promossa dalla Diocesi di Trento in collaborazione con la rete delle scuole superiori cittadine e l’Ufficio Politiche giovanili del Comune di Trento.

Ragazze e ragazzi degli istituti scolastici del capoluogo, prossimi all’esame di maturità, potranno incontrarsi e dialogare con persone della società civile, del mondo della cultura e del lavoro che hanno già vissuto scelte importanti e possono essere testimoni significativi di successi e insuccessi, soddisfazioni e fatiche, così da aiutare i giovani a decidere del loro futuro con maggiore consapevolezza e libertà.

L’evento – nel rispetto delle regole anti-Covid – quest’anno sarà online. Appuntamento venerdì 23 aprile alle ore 17.

I testimoni appartengono a quattro aree tematiche contraddistinte da altrettanti verbi:

università, cultura e formazione: Sapere

economia, impresa e lavoro: Lavorare

volontariato e associazionismo: Servire

istituzioni e cittadinanza: Partecipare

In ordine alfabetico, all’edizione 2021 parteciperanno: Elia Bombardelli (professore di matematica alle scuole superiori e youtuber), Francesca Bridi (assistente sociale con esperienza in missione), Eleonora Broccardo (professoressa universitaria di economia),  Francesca Dallapè (tuffatrice),  Silvano Deavi (direttore Cooperativa Alpi), Giovanni Iob (infermiere), Lorenzo Miori (sindaco di Vallelaghi), Pasquale Profiti (magistrato), Paolo Segnana (direttore della Cassa Rurale di Mezzolombardo e San Michele all’Adige), Daniele e Lara Tasin (coppia con esperienza di affido – educatore e tecnica della riabilitazione psichiatrica), Elisa Tavernaro (imprenditrice), Lauro Tisi (vescovo), Fabio Vettori (disegnatore).

La domanda che può orientare la riflessione non è tanto legata al “cosa posso scegliere?”, ma alle modalità di approccio alle decisioni che contano: “come faccio a scegliere?”.

Il titolo – “Voci del verbo scegliere” – rimanda al porsi in ascolto di persone e delle loro storie segnate da decisioni significative. Ma i protagonisti della serata sono i giovani, chiamati a porsi in modo serio la domanda su come intraprendere, con speranza, scelte coraggiose, a maggior ragione in un periodo così incerto.

Anche nella versione online l’evento di venerdì 23 aprile ricalca il format in presenza, con il dialogo tra studenti e testimoni, sostenuto da alcuni “facilitatori”, quasi tutti insegnanti che si sono messi in gioco in questa iniziativa. Si potrà scegliere con quali testimoni dialogare, in stanze virtuali per circa 30 minuti, per poi cambiare stanza.

Sul portale dedicato www.vocidelverboscegliere.it è possibile iscriversi online e trovare tutte le informazioni utili, oltre al profilo dei testimoni.

L’evento è dedicato in particolare ai maturandi delle scuole di Trento, ma aperto anche agli studenti delle classi quarte, fino a esaurimento posti. Agli iscritti verranno comunicate via e-mail le modalità per partecipare.