montagna

Boom di sciatori a Campiglio: in 4.000 tra sabato e domenica

Successo per il primo fine settimana con ingressi contingentati (massimo 1000 i giornalieri in vendita ogni giorno). E per questa settimana è attesa neve fresca

TRENTO. Il primo fine settimana di apertura del comprensorio sciistico di Madonna di Campiglio, Dolomiti di Brenta, Val di Sole e Val Rendena, dopo la lunga chiusura causata dal Covid, registra un successo di pubblico, con un alto numero di presenze.

Tra sabato e domenica scorsi - riporta una nota - si sono contate poco meno di 4.000 persone, tra sciisti e "snowboarder" (circa duemila al giorno), sugli oltre oltre 150 chilometri di piste collegate.

Il numero di accessi al comprensorio era contingentato, per garantire il rispetto della normativa anti Covid e per evitare l'affollamento e il sovraccarico degli impianti e delle piste.

Per il prossimo fine settimana si prevede un generale abbassamento delle temperature, e le nevicate attese nel corso della settimana dovrebbero consentire l'apertura di ulteriori tracciati e impianti di risalita nella zona di Madonna di Campiglio.

Rimarranno comunque in vigore le misure per garantire la sicurezza degli sciatori: gli skipass in vendita per le giornate di sabato e domenica saranno limitati a massimo mille persone al giorno, mentre i possessori di abbonamento stagionale dovranno invece prenotare il proprio posto in pista.

Da venerdì 3 dicembre si tornerà a sciare nella zona di Pinzolo e dal giorno successivo, il 4 dicembre, anche a Folgarida-Marilleva.