il congresso

Covid, Pnrr e Sanità: a Riva del Garda quattro giorni di confronto tra i chirurghi italiani

Da domenica 18 a mercoledì 21 settembre, quattro giorni di incontri, dibattiti e formazione: oltre 1800 i partecipanti



LAGO DI GARDA. Per quattro giorni Riva del Garda, in Trentino, sarà la capitale della chirurgia italiana: da domenica 18 a mercoledì 21 settembre, infatti, ospiterà il quarantesimo congresso dell'Associazione Chirurghi Ospedalieri Italiani dal titolo «Orgogliosi di essere chirurghi, verso la migliore performance».

Al Congresso parteciperanno oltre 1.800 chirurghi già accreditati che si confronteranno nelle 63 sessioni scientifiche in programma. «Un appuntamento che - commenta il presidente Acoi Marco Scatizzi - vuole essere una guida scientifica per migliaia di chirurghi e uno stimolo verso chi governerà il Paese: ritroviamo l'orgoglio e riformiamo, con coraggio, il nostro Servizio sanitario nazionale».

Il Covid ed il Pnrr saranno i temi al centro della prima tavola rotonda (domenica alle ore 17) con Giancarlo Ruscitti (Dipartimento salute della Provincia autonoma di Trento), Tommaso Pellegrino (consigliere regionale Regione Campania), Domenico Mantoan (dg di Agenas), Fernanda Gellona (dg di Confindustria Dispositivi Medici), Enrico Castanini (amministratore unico di Liguria Digitale), Francesco Gabbrielli (direttore Centro nazionale per la telemedicina e le nuove tecnologie assistenziali).

Dal lunedì al mercoledì saranno affrontati oltre ai temi legati alla chirurgia anche la formazione, la tutela legale e le problematiche inerenti i risparmi ed i nuovi protocolli nella sanità.

Ampio spazio a workshop, simposi, training: 325 contributi video, 176 contributi orali, approfondimenti scientifici e le dimostrazioni di nuovi sistemi robotici chirurgici; ma ci saranno anche momenti per trattare la prevenzione da infezioni del sito chirurgico, la sostenibilità ambientale e tecnologica, la riduzione dei tempi di degenza e le complicanze.

Saranno inoltre presenti anche i giovani chirurghi di Acoi Giovani.

















Cronaca

il dopo voto

Resa dei conti nel centrodestra trentino, FdI attacca Tonina (e Fugatti)

Cia: «Voleva candidarsi contro la nostra coalizione, chiarisca. Il governatore si confronti con noi». A Milano la Lega conferma la fiducia a Salvini (foto Ansa)

I COLLEGI UNINOMINALI: Centrodestra a Roma con de Bertoldi, Biancofiore, Testor e Cattoi. Patton strappa Trento

IL PROPOZIONALE: Dentro Ferrari, Ambrosi e Steger in Parlamento. Fuori Binelli

TERZO POLO. Mario Raffaelli non ce la fa nel Lazio

 







Dillo al Trentino