tribunale

La Corte d’Appello sospende il risarcimento di Sgarbi a Alex Marini (M5s)

Il presidente del Mart era stato condannato a pagare 2000 euro al consigliere provinciale dopo averlo querelato



ANCONA. Con ordinanza depositata oggi (24 giugno), la Corte di Appello di Ancona ha accolto il ricorso di Vittorio Sgarbi e sospeso l'esecutività della condanna, inflitta al deputato e critico d'arte con sentenza del 6 aprile 2021 dal Tribunale di Macerata a risarcire con 2.000 euro il consigliere provinciale di Trento Alex Marini.

Lo rende noto il legale di Sgarbi, avvocato Giampaolo Cicconi. "La Corte di Appello, oltre a sospendere l'efficacia esecutiva della sentenza, ha anche sospeso il procedimento di appello, inviando gli atti alla Camera dei Deputati, la quale dovrà verificare se le dichiarazioni del deputato siano o meno coperte dalla insindacabilità prevista dall'art. 68, comma 1, della Costituzione". Tra Sgarbi e Marini, consigliere di M5s, c'era stato uno scontro, perché al momento della nomina del critico d'arte a presidente del Mart l'esponente pentastellato aveva ricordato la condanna per assenteismo quando era funzionario alla Soprintendenza di Venezia. Sgarbi lo aveva insultato e querelato. 













Scuola & Ricerca







In primo piano