Iran: deputato, blocco dei conti bancari a donne senza velo

Prima avvertimento con sms, poi punizioni più severe

ISTANBUL


(ANSA) - ISTANBUL, 06 DIC - I conti bancari delle donne che non portano il velo in Iran saranno bloccati. Lo ha annunciato Hossein Jalali, membro della commissione Cultura del Parlamento iraniano, come riporta il quotidiano riformista Shargh. Jalali ieri aveva fatto riferimento a nuovi provvedimenti da mettere in pratica nelle prossime settimane riguardo all'uso del velo in pubblico, obbligatorio nella Repubblica islamica fin dalla sua fondazione nel 1979. Jalali ha inoltre annunciato oggi che il costo da pagare per le donne che non indossano l'hijab sarà più alto, come riporta Bbc Persian. Il politico ha spiegato come sarà il programma alternativo, allo studio, per l'applicazione dell'uso dell'hijab e del piano della castità per le donne: invece delle "pattuglie della polizia morale", ha detto, le persone che non indossano il velo saranno avvisate tramite messaggi, prima di passare alle punizioni. "Non ci sarà alcun ritiro dal piano dell'hijab perchè il ritiro significa il ritiro della Repubblica islamica", ha affermato. (ANSA).

















Montagna







Dillo al Trentino