Falcone: Meloni,vive in chi crede in Italia libera da ogni mafia

Uccisero lui ma non le sue idee e il suo ricordo

ROMA


(ANSA) - ROMA, 23 MAG - "30 anni fa morirono in un vile attentato il giudice Giovanni Falcone, la moglie e gli agenti della sua scorta. È trascorso tanto tempo da quel terribile 23 maggio, giorno in cui la mafia dichiarò guerra alla giustizia e all'Italia perbene. Cosa Nostra ebbe vigliaccamente bisogno del tritolo per fermare un uomo forte e coraggioso. Uccisero la persona, ma non le sue idee e il suo ricordo. Giovanni vive ancora nella mente e nel cuore di chi crede in un'Italia più giusta e libera da ogni mafia". Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni. (ANSA).

















Cronaca







Dillo al Trentino