Mele, produzione in calo ma prezzi soddisfacenti

Trento. Il 14 gennaio scorso il Comitato Marketing di Assomela ha esaminato le giacenze e l’evoluzione delle vendite dall’inizio della stagione e nel mese di dicembre. La produzione italiana totale...

Trento. Il 14 gennaio scorso il Comitato Marketing di Assomela ha esaminato le giacenze e l’evoluzione delle vendite dall’inizio della stagione e nel mese di dicembre. La produzione italiana totale nel 2019 è stata di 2.095.586 tonnellate, del 7% inferiore a quella dello scorso anno, mentre la produzione di mele destinate al mercato fresco è tra le più basse di sempre con 1.726.512 tonnellate, inferiore di ben il 13% rispetto alla media dei tre anni precedenti (escludendo la produzione del 2017). In termini assoluti, il Trentino Alto Adige fa segnare 1.258.289 tonnellate di produzione immagazzinata con una giacenza di 922.601 tonnellate al primo gennaio 2020. La produzione immagazzinata italiana nel 2019 è stata di 1.726.512 tonnellate con una giacenza di 1.182.560 al primo gennaio di quest’anno.

«Il mese di dicembre ha fatto registrare vendite vivaci - spiega Assomela - con un venduto superiore alle 165.000 tonnellate. Per la Golden la giacenza è la più bassa dell’ultima decennio (escludendo ovviamente il gennaio 2018) e dell’8% inferiore a quella dello stesso periodo dello scorso anno, per la Red Delicious le giacenze non raggiungono le 125.000 tonnellate. Per la Galala giacenza è in linea con la media degli anni precedenti. Buona performance anche per la varietà Fuji, con vendite superiori alle 12.000 tonnellate a dicembre. Valutando dunque le condizioni attuali del mercato italiano ed europeo si confermano buone prospettive per uno sviluppo positivo delle dinamiche di mercato e delle quotazioni».